Magazine Cucina

Confettura di susine gialle & passion fruit

Da Ceciliaemi

Ci siamo, le vacanze sono alle porte e forse qualcuno si domanderà se il blog sospenderà la sua attività o continuerà anche in agosto: il blog non si ferma e le Ladies sono sempre all’opera.. Solo leggermente rallentate, una ricetta alla settimana al posto di 2 come di consueto mentre da settembre si riparte, con tante sorprese, ve lo anticipiamo!

Ed ecco oggi una marmellata estiva, quando c’è tanta frutta a disposizione, coloratissima e super dolce che viene naturale trasformala in marmellate (con il clima primaverile di questi ultimi giorni vengono anche meglio…)… Perfetta per una colazione con fette biscottate, una merenda con biscottini o in una crostata tradizionale, con aggiunta di fettine di mela in cottura….

Confettura di susine gialle & passion fruit

Tempo di esecuzione: parrucchiere per un pò di restauro (2 ore)

Difficoltà: medio bassa, solo un pò di pazienza (mica a tutti rilassa preparare le marmellate…)

  • 900 gr. susine gialle
  • 300 gr. zucchero
  • il succo di un limone e/o 1/2 mela grattugiata (in base a quanto la preferite solida)
  • 4 passion fruit

La notte prima: lavate accuratamente le susine (colte dall’albero di un vostro amico sarebbe l’ideale) eliminate il nocciolo, tagliatele a pezzetti e mettetele in una pentola d’acciaio con lo zucchero. Lasciate macerare coperte per una notte. Fate cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti, aggiungete il limone e/o la mela frullata e proseguite per altri 20 minuti mescolando spesso con un cucchiaio di legno. La prova piattino, come sempre, è doverosa: sarà pronta quando scende “a passo lumaca” dal piattino messo in obliquo. Aggiungete i semi dei passion fruit (dividendo in 2 i frutti e scavando con un cucchiaino). Tenetene una parte da consumare subito e il resto in barattoli sterilizzati. Buon fashion gusto e buona estate a tutti!

Perfetta con: infradito nei colori del frutto della passione

Confettura di susine gialle & passion fruit


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :