Magazine Diario personale

deep impact

Da Dony
Rientro traumatico oggi al lavoro.
In parte per essermi lasciata alle spalle delle giornate fantastiche passate con l'amore mio tra pioggia, neve e sole, lontani dalla frenesia della nostra quotidianita', ma soprattutto per essermi ritrovata il mio capo, invece che seduto nel suo ufficio, sdraiato in una delle camere del mio reparto.
E' stata una doccia fredda vederlo ridotto così, dopo un intervento chirurgico d'urgenza all'intestino...lui che a 61 anni tutte le mattine si corre i suoi 20 km prima di iniziare il lavoro e possiede energie da fare invidia ad un adolescente...ma al di la' di questo, mi dispiace perche' dietro ad un carattere che piu' di merda non si puo' cela una bonta' d'animo che raramente ho avuto il piacere di scoprire in altre persone conosciute in vita mia
" Donatella, glielo presto se vuole il mio cane lupo per fare la pet therapy, è un po' aggressivo pero'..."
" Ehm, no grazie dottore, sa vorrei essere curata,  non sbranata!"
e poi mi dice sempre che mi vuole bene come a una figlia, mi ha sempre portata su un palmo di mano, al punto che quel poco di autostima che ho in corpo la devo a lui...
Sono stata a fargli visita con Sergio, che oltre che un collega (per chi mi seguiva sul vecchio blog Disfigured è uno del gruppo con cui affrontai la missione umanitaria in India) è anche un mio caro amico di vecchia data.
Il capo mi ha chiesto che fine avessi fatto in questi giorni, e gli ho raccontato della breve vacanza in Slovenia.
" La trovo bene Donatella, sta meglio con il viso un po' piu' pieno".
Ecco, qui avrei dovuto immortalare la scena: lui con l'espressione di chi è convinto di avere appena fatto il miglior complimento del mondo, io con l'espressione di chi ha appena ricevuto una mattonata in testa, Sergio (che conosce da anni i miei problemi) con gli occhi alzati al cielo e un'espressione che sta a significare " oh no, adesso si ricomincia con la solita solfa...", insomma potrei raccontarvela in mille modi ma non riuscirei mai a rendere l'idea, per cui passiamo oltre.
Ci vorra' un po' di tempo, ma il capo si riprendera'.
Usciti dalla stanza Sergio ha cercato subito di rimediare ai possibili danni riportati dalla mia fragile psiche  " no, ma non è vero che ti sei riempita, è ancora in preda ai fumi dell'anestesia!", sì vabbè, l'hanno operato cinque giorni fa', figuriamoci se è colpa dell'anestesia, comunque grazie per averci provato Sergio!!!
Che poi, ripensandoci...per quanto certe frasi abbiano ancora il potere di uccidermi dentro, mi fa piacere che vedermi meglio lo faccia stare meglio...mettiamola così dai!
" Sergio, ma se l'avete operato cinque giorni fa', perche' ha ancora il sondino nasogastrico?"
" No niente, invece del brodino si è mangiato le fette biscottate con la Nutella e ha iniziato a vomitare, sai com'è..."
E sì, lo so com'è...
E' sconcertante vedere come noi che scegliamo per professione di prenderci cura degli altri siamo totalmente incapaci di fare altrettanto con noi stessi.
Buon inizio settimana!

deep impact

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :