Magazine Politica

Del bene e del male in mezzo al mare

Creato il 01 giugno 2010 da Parolecomplicate

Arrivarono di notte su un vecchio cargo anni ‘80 prestato per l’occasione dal padre di un compagno. Decisero di ormeggiare al largo della Nuova Stazione Navale di Taranto. Dal mare la base della marina militare italiana sembra un luna park, solo senza rumori. L’idea iniziale era un’azione dimostrativa stile Greenpeace contro il deturpamento dell’ambiente naturale, contro la guerra ed armamenti, in generale. Poi però all’ultima riunione ci si era fatti prendere bene dall’impresa e dalla morale, dai tiggì che ne avrebbero parlato il giorno dopo, dalla necessità di difendere . Avevano deciso di sfondare il confine di blocco, di entrare in territorio militare. Mentre avanzavano a pochissimi nodi si udirono le pale dei primi elicotteri. Non ebbero neanche il tempo di accorgersene ed erano già sulle solo teste. Tre enorme libellule in tuta mimetica. Dalla loro pancia venne gettata una corda sul tetto del cargo anni ‘80. Il primo militare italiano iniziò a scendere. Lapo, che nelle riunioni era sempre quello che dettava il tempo, il più applaudito, si precipitò in quello che lui stesso aveva chiamato “lo stanzino della rivoluzione” a prendere le spranghe. Appena il militare, un ragazzo sui 20 anni, mise piede sulla barca, Lapo ed altri 20 uomini iniziarono a massacrarlo di botte. Il militare svenì. Poi ne scese un altro. Lapo lo indicò, urlando, come si fa con un capro o con un frocio a Roma. Altre 20 persone, altre venti spranghe più l’arma del primo ventenne contro questo secondo, che di anni ne aveva 19.

Andò avanti così tutta la notte. Man mano che i militari italiani si calavano sul cargo anni ‘80, gli ambientalisti li macellavano e ne lanciavano fuori dal pontile i corpi. I militari tennero un comportamento esemplare e molto democratico, lasciandosi macellare. Gli ambientalisti alla fine della missione furono ricevuti dal capo dello Stato e dal vicepresidente del WWF. Dopo una premiazione quasi ufficiale fu offerta loro una cena di pesce. Il capo e il vicepresidente scaricarono il conto dall’iva, sotto la voce “spese di rappresentanza”.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il costo del colpo del 2006

    costo colpo 2006

    “Alla vigilia del quarto anniversario del colpo di stato dove il Governo di Thaksin e’ stato detronizzato, esaminiamo il prezzo che il Paese ha... Leggere il seguito

    Da  Cekipa
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • il tallone d'Achille del cavaliere

    tallone d'Achille cavaliere

    Finalmente ci sono i presupposti per individuare il vero lato debole della granitica convinzione berlusconiana di poter sempre e comunque restare in sella e... Leggere il seguito

    Da  Nomadus
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • L'Italia del Cavaliere Stato-bordello

    Vedete qui non si contesta la politica (berlusconiana) in quanto tale, ma il modo in cui viene condotta da Silvio Berlusconi e dai suoi uomini. Leggere il seguito

    Da  Alboino
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Indipendenza del kosovo: belgrado non ci sta

    Indipendenza kosovo: belgrado

    Foto Jurij Simacdi Marina Szikora (*)Il segretario di stato del ministero serbo per il Kosovo e Metohija, Oliver Ivanovic ha dichiarato per l’agenzia serba FoNe... Leggere il seguito

    Da  Pasudest
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Altri successi del governo Berlusconi

    Questi dati li copio da Lipperatura:Per vostra informazione, i tagli previsti in materia di Welfare dalla legge di stabilità 2011, il provvedimento che ha... Leggere il seguito

    Da  Anellidifum0
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • La bocciofila nazionale del Pd

    Del discorso di Bersani di oggi, mi sono appuntato queste parole e questi passaggi. Cominciamo con la categoria “espressioni retoriche”: Qui si vogliono fare... Leggere il seguito

    Da  Stiven1986
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Successi del governo Berlusconi

    - Il 90% delle borse di studio sono state cancellate. Volete studiare? Cazzi vostri, se siete ricchi forse sì. - Il 72% dei giovani sotto i 30 anni italiani... Leggere il seguito

    Da  Anellidifum0
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines