Magazine Libri

Diario notturno

Creato il 09 marzo 2012 da Vale
Per il Venerdì del Libro oggi, Homemademamma, vi parlo di:
DIARIO NOTTURNO
Ennio Flaiano è sempre stato per me in primo luogo uno sceneggiatore tra i più bravi. Voi prendete uno qualsiasi dei capolavori di Fellini e vi ritroverete anche lui. Il Diario notturno è molto spesso ritornato alla mia mente perché è stracitato da molti autori e dunque mi sono decisa. Io non amo molto l'aforisma. Mi sembrano frasi buttate là in cui il desiderio di stupire con l'arguzia supera l'importanza del contenuto. Quindi partivo scettica. In realtà il libro raccoglie anno per anno (fine anni '40 e prima metà dei '50) dei diari. Ci sono racconti (ex: Lo Sbadiglio in cui un uomo continua a sbadigliare e la mascella si blocca sempre alla massima estensione...), ci sono taccuini di viaggio e sì, aforismi. Perché è un libro che adesso ritengo imprescindibile? Perché il suo approccio alle cose della vita è ironico. Perché pur guardandolo da lontano, Flaiano adora la sua terra. Perché si sofferma sulle relazioni, in modo così delicato e poetico.
Il suo racconto più bello secondo me e Gli indirizzi dove un signore cambia l'agenda degli indirizzi e comincia a riflettere su chi metterà e chi toglierà:
Altre persone adesso si scopre a considerarle come certi remoti paesi veduti nell'infanzia che non potrebbe, nemmeno se volesse, rivedere perché gliene mancherà il tempo e soprattutto perché non ricorda nemmeno dove sono. Eppure sono paesi importanti, tanto importanti che non ha mai smesso, si può dire, di abitarli.
E' un gioiello prezioso questo libro.
Cogliere l'incredibile nel gesto più solito, meravigliarsi sempre. Succede che la vita è piena di spettacoli non conformi alle nostre abitudini visive, spettacoli e forme che dovrebbero turbarci per la sconnessione col mondo circostante o per le allegorie che così hanno voluto disporli. Ma perdiamo forse tempo a notarli e a meravigliarcene? Se così fosse, ad ogni momento ci chiederemmo un perché, e forse niente e nessuno potrebbe risponderci.
(Qui le prime dieci righe.)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • IL GRANDE NOTTURNO - di Ian Delacroix

    GRANDE NOTTURNO Delacroix

    Titolo: Il grande notturnoAutore: Ian DelacroixEditore: Edizioni XIIAnno: 2011 Anche se “Il grande notturno” è probabilmente inferiore alle due ultime opere... Leggere il seguito

    Da  Ilibri
    LIBRI
  • Il grande notturno (di Ian Delacroix)

    grande notturno Delacroix)

    Il grande notturno di Ian Delacroix Edizioni XII 214 pagine, 14.50 euro Sinossi La quiete caotica di Milano viene sconvolta dall’invasione di miriadi di topi:... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA, LIBRI
  • il diario delle fate

    diario delle fate

    Trama e recensione di il diario delle fate, opera di Jane Yolen e Midori Snayder, edito da Newton Compton. Urban fantasy uscito lo scorso 14 luglio, Il diario... Leggere il seguito

    Da  Antonino1986
    CULTURA, INFORMATICA, LIBRI
  • Diario di scuola

    Diario scuola

    Homemademamma, oggi parlo di un libro che ho sempre aggirato e non ho mai affrontato. In questo mio desiderio di sondare quella scatola magica che è l'educazion... Leggere il seguito

    Da  Vale
    CURIOSITÀ, LIBRI
  • Notturno (Sanz)

    Etichette associate:Annamaria ArancioSalvador SanzSilvia AgogeriComma 22H.R.GigerSerena SimoncelliPuoi leggere anche: La forma delicata del corpo di Lydie... Leggere il seguito

    Da  Lospaziobianco.it
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • Un libro notturno per orecchie affamate di note

    libro notturno orecchie affamate note

    Ludovico Einaudi è un pianista di alto livello, riconosciuto a livello internazionale. La sua emozionalità è caratteristica ed ogni nota tocca le corde del... Leggere il seguito

    Da  Kris
    CULTURA, MUSICA
  • § Bruxismo notturno e diurno §

    Quando al terzo panorama tutto quello che sono riuscita a fare è stato allungare un bacetto sulla guancia, ho visualizzato chiarissimamente che qualcosa in me... Leggere il seguito

    Da  Faith
    SOCIETÀ