Magazine Politica Italia

Fiat, interpellanza PD

Creato il 02 agosto 2010 da Leone_antonino @AntoniLeone
Fiat, interpellanza PDpresentata dai dei Senatori Ichino, Zanda, Latorre, Casson, Treu, Negri, Roilo, Morando, Nerozzi, Ghedini, Ceccanti, Blazina, Fontana, Ignazio Marino, Mauro M. Marino, Passoni, Tonini
ai ministri dello Sviluppo economico e del Lavoro e Politiche sociali
Premesso che- la Fiat, in funzione del proprio piano di sviluppo della produzione automobilistica in Italia denominato “Fabbrica Italia” ha annunciato alcune scelte assai gravi, tra le quali la propria uscita dal campo di applicazione del contratto collettivo nazionale del settore metalmeccanico, motivandole con l’incompatibilità del contratto stesso e del sistema contrattuale in cui esso si inserisce con l’esigenza di attuazione del proprio piano industriale in condizioni di sufficiente certezza;- a fronte di questa iniziativa il nostro Paese si rivela incapace, al tempo stesso, di rafforzare la posizione economica e contrattuale dei propri lavoratori delle fasce professionali più basse e di promuovere e sostenere gli investimenti nazionali e stranieri (in Europa solo la Grecia fa peggio di noi), a causa del difetto di efficienza dei servizi pubblici a supporto dell’impresa, dell’insufficienza delle infrastrutture e del sistema della formazione professionale, dell’inadeguato investimento in ricerca e sviluppo, del costo troppo alto dei servizi alle imprese, delle situazioni di illegalità diffusa, ma anche a causa dell’inadeguatezza del sistema nazionale delle relazioni industriali;si chiede quali iniziative i ministri per lo Sviluppo economico e per il Lavoro e le Politiche sociali intendano adottare- per stimolare il sistema delle relazioni industriali a darsi urgentemente le regole in materia di rappresentanza e di rapporti tra contrattazione collettiva nazionale e aziendale di secondo livello, indispensabili per garantire – con l’efficacia ed effettività della contrattazione sui piani industriali innovativi
- l’apertura del tessuto produttivo nazionale all’innovazione di processo e di prodotto;
- per aprire un confronto con le parti sociali circa la possibilità di un intervento del legislatore in via sussidiaria e provvisoria, volto all’emanazione di una disciplina della rappresentanza e della contrattazione collettiva che migliori la regolazione colmando la lacuna attuale dell’ordinamento delle relazioni sindacali;
- per rafforzare la posizione economica - e quindi anche contrattuale - dei lavoratori appartenenti alle fasce professionali più basse col ridurre drasticamente l’imposta sui redditi di lavoro più bassi, destinando alla relativa copertura finanziaria tutto il provento della lotta contro l’evasione fiscale previsto e contro gli sprechi nelle amministrazioni pubbliche;
- per attivare una negoziazione del Governo con le parti sociali in materia di infrastrutture, di ricerca applicata, di formazione e riqualificazione professionale, di assistenza e sostegno ai processi di ristrutturazione industriale, idonee a incentivare la dislocazione in Italia degli insediamenti produttivi più avanzati sul piano tecnologico ed organizzativo, da portare rapidamente al confronto parlamentare, al fine di assumere coerenti iniziative sul piano della programmazione economica e, laddove necessaria, dell’iniziativa legislativa;
- in linea generale per porre il Paese nella condizione di consolidare la propria struttura produttiva, migliorandone la capacità di innovazione e la competitività, e di attirare investimenti, eliminando i fattori che oggi scoraggiano l’iniziativa industriale sul nostro territorio.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Povero Pd

    Sicuramente eravamo abituati a leggere, anche sulla stampa estera, parole poco simpatiche (qualcuno dirà a ragione, qualcuno dirà a torto) sul nostro... Leggere il seguito

    Da  Babilonia
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Caro, vecchio PD

    Caro, vecchio

    Il PD non si smentisce mai. Se per caso qualcuno nutriva ancora dei dubbi sulla vera natura delle cosiddette “primarie”, quello che è successo oggi a Milano... Leggere il seguito

    Da  Femminileplurale
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Ma perché nel Pd tutti odiano il Pd?

    Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore che si pone alcune domande alle quali non abbiamo risposte. Riguardano il Pd. Nel Pd tutti parlano... Leggere il seguito

    Da  Lalternativa
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Assemblea degli iscritti Pd

    Assemblea degli iscritti

    di Roberto Mollica Bisci Cari iscritti, per fare il punto sulla situazione amministrativa locale e sulle prossime elezioni comunali siete tutti invitati... Leggere il seguito

    Da  Pierotieni
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il Pd e l'istruzione

    Il prossimo 18 giugno, a partire dalle ore 10.00, si terrà a Milano la Prima conferenza regionale sulla Scuola del Pd lombardo. Hanno già confermato la loro... Leggere il seguito

    Da  Pierotieni
    SCUOLA, SOCIETÀ
  • Pd cinisi: campagna pubblicitaria

    cinisi: campagna pubblicitaria

    Ad un anno dalle elezioni amministrative il circolo del Partito Democratico di Cinisi unitamente al suo gruppo consiliare promuove una campagna informativa per... Leggere il seguito

    Da  Terrasiniblog
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Niente post-it per la scuola e gli operai Fiat

    Il popolo dei post-it contro la legge del bavaglio berlusconiano ha dimostrato e sta dimostrando in questi giorni di esistere. Leggere il seguito

    Da  31canzoni
    SOCIETÀ