Magazine Cucina

Frutta per dimagrire

Da Cucinoperte
Frutta per dimagrire

La frutta è uno degli alimenti base con più varietà e quantità esistente in natura.

Una ricca macedonia contiene infatti più elementi nutritivi di una costosa pillola multivitaminica.

Mangiare frutta, quindi, ci porterà a recuperare la nostra forma fisica e vivere meglio.

Nel caso in cui si volesse intraprendere una dieta specifica per soggetti già con un buon Indice di Massa Corporea, è necessario conoscere meglio i cibi da mangiare.

Partiamo dai nostri antenati l'uomo delle caverne: essi non avevano a disposizione cibo elaborato e preparato come quello che utilizziamo oggi più volte al giorno tipo pane o pasta, facevano sicuramente uso di cereali, ma esclusivamente grezzi ed integrali. Anche la carne ed il pesce scarseggiava in quanto la caccia non era un'attività che tutti riuscivano a svolgere e anche per chi riusciva, mangiare un animale era sicuramente un'eccezione, un privilegio settimanale se non mensile.

Di cosa facevano maggiormente uso allora le prime famiglie della terra?

Di ciò che la natura più facilmente riesce ad offrire in quantità: LA FRUTTA!

Essendo l'alimento più diffuso e di facile reperibilità, la frutta (considerata nella sua globalità) era ed è il cibo più completo dal punto di vista nutritivo, infatti doveva garantire un perfetto apporto di vitamine, proteine, carboidrati e sali minerali.

Il gusto della frutta è talmente invitante da essere ripreso per rendere più saporite bevande, sciroppi, biscotti integrali, liquori e tantissime altre cose.

Basterebbe solo pensare a quanto i bambini adorino gli omogeneizzati di pera per capire quanto ne siamo realmente attratti.

La frutta dovrebbe addirittura essere mangiata prima dei pasti per l'importanza che riveste nella nostra alimentazione e non relegata alla fine di un'abbuffata rischiando anche fermentazioni che potrebbero portare ad una cattiva digestione.

La frutta non andrebbe mangiata a fine pasto, ma sarebbe preferibile consumare una diversa varietà di frutti dopo la fase digestiva principale, in quanto, il diverso tempo di smaltimento, potrebbe provocare reazioni intestinali, fermentazioni, gonfiori o acidità.

E' quindi preferibile mangiarla lontano dai pasti principali e, se possibile, mangiarla integralmente con tutta la buccia. Purtroppo si è quasi costretti a togliere e a buttare il prezioso involucro esterno dei frutti a causa dell'uso dei pesticidi.

L'ideale sarebbe sicuramente consumare frutta bio o del proprio terreno, non trattata e piena di principi nutritivi. Una macedonia con 10 frutti differenti con la buccia, riesce a nutrire più di ogni complesso vitaminico in pillola!

Frutta per dimagrire

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines