Magazine Basket

Il Black Mamba “morde” Milano

Creato il 29 settembre 2011 da Basketcaffe @basketcaffe

9571 In attesa di vederlo, forse, con la maglia della Virtus Bologna, Kobe Bryant è stato ieri a Milano grazie al suo sponsor tecnico, Nike, che ha organizzato per la stella dei Lakers un movimento dal nome “Milano Kalibro Kobe”. La giornata meneghina di Kobe, pubblicizzata a dovere con uno spot tv che replicava un film degli anni ‘70 con altri uomini-Nike come Belinelli e i calciatori Materazzi, Gattuso, Marchisio, Aquilani e Pazzini, e con un murales gigante in via Torino, è iniziata con una capatina nella sede della Gazzetta dello Sport, dove ha rilasciato un’intervista esclusiva, nel suo rigoroso italiano, imparato proprio qui, in Italia, quando ha frequentato scuole elementari e medie mentre il papà Joe calcava i parquet della serie A.

Giocare in Italia? E’ molto possibile, sarebbe un sogno per me. C’è un’opportunità e ne stiamo parlando proprio in questi giorni. E’ molto possibile, per me è una bella notizia. L’Italia è casa mia, è dove è iniziato il mio sogno di giocare nella Nba. Qui ho imparato i fondamentali, ho imparato a tirare, a passare, a tagliare senza palla. Tutte cose che quando sono tornato in America i miei coetanei non sapevano fare perché pensavano solo a saltare e schiacciare“.

9579 Queste alcune delle parole di Bryant alla Gazzetta dello Sport. Poi il pomeriggio di Kobe è stato tutto per i suoi fan. Prima al Nike Stadium di Foro Buonaparte, dove ad attenderlo c’erano un migliaio di tifosi con le maglie dei Lakers, sia 8 che 24, canotte di Team Usa e qualcuno con la divisa di Lower Merion High School. Kobe è arrivato poco prima delle 16 a bordo di minibus argento con i vetri oscurati, è sceso e si è diretto all’interno del negozio tra i cori della folla, che occupava sempre più spazio ed era quasi totalmente in mezzo alla strada. Ha dato dei “cinque” ai fortunati delle prime file e poi, nel negozio, si è concesso ai pochi fan fortunati che hanno vinto un concorso riguardo al miglior disegno della sua scarpa.

9576 Una volta entrato nel Nike Stadium, la folla si è spostata come una macchia a forti tinte gialloviola, verso lo storico playground di parco Sempione, luogo simbolo dei ‘ballers’ milanesi. Qui Nike ha organizzato un torneo di 3 vs 3, ha addobbato a dovere il campo con i loghi di Kobe e per ricreare un’atmosfera da vero playground ci ha aggiunto tanta musica hip hop. Tantissima la gente che poco a poco ha raggiunto il campo, tifosi, curiosi, frequentanti del parco e ovviamente molti tra fotografi e giornalisti. Terminate le semifinali del 3 vs 3, come una rockstar, è arrivato Kobe Bryant, accolto da un altro boato, forse ancora più forte di quello del Nike Stadium. Kobe ha risalutato tutti, ha fatto un giro del campo per sentire il contatto con i suoi fan e poi si è goduto la finale del torneo. Prima di andarsene, ci ha tenuto a farsi immortalare con tutti i ragazzi che hanno partecipato al “Milano Kalibro 3 contro 3” e ha ribadito l’amore per l’Italia e la possibilità di giocare a Bologna. Un amore totalmente ricambiato dai suoi fan milanesi che non potevano mancare ad un appuntamento con il Black Mamba.

Godetevi il video dell’arrivo di Kobe Bryant al playground di parco Sempione, gentilmente concesso da Datasport.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • il muro a milano

    muro milano

    The Wall è un’opera rock imprescindibile per tutti, non fosse altro perché è impossibile da evitare. Inevitabilmente, prima o poi, con il concept di Roger Water... Leggere il seguito

    Da  Matteocarrera
    CULTURA
  • Milano

    Milano

    La mattina del 1 aprile ,mi sono alzata dal letto intorno alle 9 gia' che dovevo iniziare a lavorare alle 10 ho detto al mio boy:"Amo' partiamo per Milano... Leggere il seguito

    Da  Adoptadachile
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • IL SEGNALE (Milano 19 aprile)

    Martedì 19 aprile 2011 Ore 18,00 LIBRERIA MURSIA Via Galvani 24 Milano   Nell’ambito della rassegna internazionale “Traghetti di Poesia” ideata e curata dal... Leggere il seguito

    Da  Vivianascarinci
    CULTURA, LIBRI
  • MAMBA (1988) di Mario Orfini

    MAMBA (1988) Mario Orfini

    Straordinario paradosso quello che attraversa la carriera del produttore, sceneggiatore e regista abruzzese Mario Orfini: progetti di strabiliante... Leggere il seguito

    Da  Close2me
    CINEMA, CULTURA
  • Black Gold, il film

    Gironzolo per il centro di Savona, ieri sera, in attesa di recarmi al Nuovofilmstudio per il film “Black gold”. Si respira un’aria fresca, il cielo coperto... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, TALENTI
  • Aperto a Milano il Museo del Fumetto

    Aperto Milano Museo Fumetto

    Nei primi giorni di marzo è stato inaugurato a Milano "WOW - Museo del Fumetto", in una sede che merita una riflessione a parte. Pendolare della 90 per anni,... Leggere il seguito

    Da  Masedomani
    CULTURA
  • Il male naturale a Milano

    male naturale Milano

    The Hung © Paolo Castronovo A me piacerebbe che si seppellissero i morti nei pioppeti che ci sono dappertutto sui bordi della città, nelle anse del fiume e dei... Leggere il seguito

    Da  Pupidizuccaro
    CULTURA, SOCIETÀ