Magazine Cucina

Il Clandestino – *****

Da Eatitmilano @Eatitmilano

Oggi vi parliamo del Clandestino di Moreno Cedroni, quello di Milano, per intenderci, capitanato da Antonio Bufi, per anni dietro ai fornelli del Clandestino di Portonovo. Siamo approdati con moltissima indecisione a questo piccolo angolo di paradiso milanese all’interno della Maison Moschino a causa dei moltissimi commenti negativi che si trovano in rete, a nostro modesto parere infondati. Perché? Leggete un po’ qui!

Il Clandestino - Moreno Cedroni

Il Clandestino - Moreno Cedroni

Dove si trova: viale Monte Grappa 12, zona Gioia

http://www.maisonmoschino.com/it/moreno-cedroni-clandestino-milano

Tipologia del locale: ristorante italiano (cucina 2 stelle Michelin, i piatti sono uguali a quelli proposti allo stellato Clandestino di Portonovo (Ancona))

GLI SPAZI: Stravaganti è dir poco. Come anticipato il ristorante è all’interno della Maison Moschino, un palazzone bianco e imponente. Appena si entra si ha la sensazione di varcare la soglia di una sorta di mondo parallelo. L’arredamento del ristorante è fatto di grandi vestiti con gonnone nere alle pareti e sulle sedie, rigorosamente firmati Moschino. Geniali le borse nere sulle tavole, che fungono da secchielli per mantenere in fresco acqua e vino. Manca un po’ di calore, a nostro parere, nella stanza ma sicuramente fa parte dello stile minimal della maison.

IL CIBO: Che dire, sulla cucina di Cedroni son stati scritti libri e libri (che ci siamo divorati prima di provare il Clandestino.. eravamo preparatissimi!). Noi però, non essendo degli esperti ma solo dei buongustai, ci limitiamo a dirvi come abbiamo mangiato: divinamente. Abbiamo optato per il menu Susci Selvaggio, che prevedeva un aperitivo, 5 abbinamenti di carne e pesce nello stesso piatto (non storcete il naso prima di assaggiare!) e il dolce. Nell’ordine:

Piñà Colada (non appena la vedrete rimarrete a bocca aperta)
Capriolo & ricciola, salsa di topinambur, ciliegie e scorza nera candita
• Fagiano & pesce spada ,”sciabu sciabu”, salsa di ananas peperone e menta, rapanelli e panna acida
• Quaglia & tonno, “tataki”, salsa di finocchio, arancia confit, olive nere finocchio e carote
• Cinghiale & mosciolo selvatico di Portonovo, spinosini, patata affumicata, carote e burrata
• Lepre & baccalà, brodo leggero di lampone e sedano
• Gelato al mastice e cardamomo, terra di cioccolato, polvere di yogurt e mandorle, thè lapsang

una particolare nota di merito va senza dubbio al piatto Quaglia & tonno, a dir poco divino: due carni che nel piatto grazie alla cottura tataki sembrano essere esattamente identiche. Una serata al Clandestino è sicuramente un’esperienza travolgente dal punto di vista culinario. Se siete amanti delle sperimantazioni ve lo consigliamo caldamente.

I PREZZI: Nota dolente ma, ahinoi, è il prezzo per un’esperienza unica. Il menu Susci Selvaggio costa 100 euro bevande escluse. Per un menu à la carte di 4/5 portate il prezzo è mediamente lo stesso.

ALTRO: Personale gentilissmo, spiega ogni portata con cura. Da assaggiare il pane nero e bianco che vi viene offerto con dell’olio pregiatissimo. Il menu à la carte non offre moltissima scelta. Non si esce a stomaco pieno.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • il Tortano

    Tortano

    Mi piace mescolare le tradizioni, quindi anche preparare un piatto tipico pasquale a Natale e viceversa. E' sempre il momento buono per mangiare il tortano,... Leggere il seguito

    Da  Jo
    CUCINA, RICETTE
  • Genuino Clandestino: sabato a Palermo il film e la presentazione

    Genuino Clandestino: sabato Palermo film presentazione

    Segnaliamo che sabato 28 gennaio alle 18 al Laboratorio Zeta (via Arrigo Boito 7, Palermo) verrà presentata la campagna Genuino Clandestino, promossa... Leggere il seguito

    Da  La Palermo Vegetariana
    CUCINA, VEGETARIANA
  • Il nadalin

    nadalin

    Purtroppo tra tutti i miei libri di cucina... me ne manca uno con le ricette tipiche del Veneto... ho fatto una fatica abbbestia per trovarne qualcuna che mi... Leggere il seguito

    Da  Gatadaplar
    CUCINA, RICETTE
  • Il caffè

    caffè

    Originario dell'Etiopia e dell'Arabia, in uso presso gli arabi e i turchi, divenne bevanda europea a partire dalla fine del sec. XVII avendo per capitali... Leggere il seguito

    Da  Lory663
    CUCINA, RICETTE
  • Il dilemma

    dilemma

    Vista dalla loro prospettiva, l'esortazione dell'Ocse renderà felici non pochi studenti. Secondo uno studio del Programma di valutazione dei sistemi educativi... Leggere il seguito

    Da  Fabio1983
    SOCIETÀ
  • il giornalista

    Lo so che non ci capisci niente, che ti chiedi perché ce ne stiamo qui seduti a guardare sul computer di mamma questi due signori che parlano, che poi è una... Leggere il seguito

    Da  Silvie
    PER LEI
  • Il campus

    Questa idea del campus, nel mese di agosto, per affrontare l'emergenza economica non mi sorprende.E' sulla stessa scia dei governi tecnici, delle larghe... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ