Magazine Ecologia e Ambiente

In rosso il verde di Obama

Creato il 27 febbraio 2012 da Lucia Navone @lucia_navone

In rosso il verde di Obama

Mentre si discute se rinnovare il sostegno alle aziende dell’energia pulita nel bilancio per il 2013, un’inchiesta condotta dal Wall Strett Journal fa il punto sugli incentivi: un flop sul fronte dell’occupazione. Al  punto che, dall’inizio del piano di sostegno, i dipendenti del settore sono diminuiti In rosso il verde di ObamaAlfredo Garcia è uno dei tanti abitanti di Webb County, in Texas, che ha aspettato il denaro proveniente dagli incentivi federali come una manna dal cielo. Garcia ha aumentato la capienza del suo ristorante messicano da 80 a 120 posti, prevedendo un’invasione di nuovi clienti in arrivo dal vicino parco eolico di Cedro Hill, un progetto avviato grazie a 108 milioni di dollari provenienti dai contribuenti americani. Ma una volta completato, Cedro Hill ha assunto solo tre dipendenti e il ristorante di Garcia, Aimee’s, ha fatto richiesta per la bancarotta assistita. Questa una delle storie raccontate nell’articolo di Ianthe Jeanne Dugan e Justin Scheck del  Wall Street Journal, pubblicato il 25 febbraio scorso da Milano Finanza. Secondo l’inchiesta  il numero di nuovi posti di lavoro creati dalla green economy di Obama è nettamente inferiore alle cifre ufficiali. In piena campagna elettorale il Consiglio dei consulenti economici ha sostenuto che le spese per gli incentivi hanno creato, nel corso del secondo trimestre 2011, tra i 2,2 milioni e i 4,2 milioni di posti di lavoro invece dei 100 mila posti di lavoro previsti. Le imprese Usa hanno ricevuto oltre 10 miliardi di euro per creare occupazione ed energia rinnovabile attraverso la costruzione di parchi eolici, progetti sull’energia solare e altre alternative al petrolio e al gas naturale, di cui si parla nella sezione 1603 dell’American Recovery and Reinvestment Act del 2009.  Il programma è terminato a dicembre e il presidente Barack Obana la scorsa settimana ha proposto di riattivarlo nel bilancio 2o13. Senza queste spese, hanno affermato gli stessi consulenti, l’economia verserebbe in condizioni ben peggiori. Leggi qui l’ articolo

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • The Sound of Obama

    E’ il 4 Novembre 2012, Jim Messina, capo dello staff presidenziale di Obama, pubblica su sito barackobama.com il primo spot elettorale per la corsa di Barack... Leggere il seguito

    Da  Powltheowl
    MEDIA E COMUNICAZIONE, POLITICA, SOCIETÀ
  • Netanyahu visto da Obama e Sarkozy

    Netanyahu visto Obama Sarkozy

    :::: :::: 11 novembre, 2011 :::: Réseau Voltaire A seguito di un errore tecnico dei servizi della Eliseo, alcuni minuti di conversazione tra i presidenti... Leggere il seguito

    Da  Eurasia
    CULTURA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Obama unhate Hu Jintao

    Obama unhate Jintao

    Pizzicati Obama e Hu Jintao in tenere effusioni davanti al Duomo di Milano. No non è lo scoop di una rivista di gossip né l’outing di due tra gli uomini più... Leggere il seguito

    Da  Powltheowl
    MEDIA E COMUNICAZIONE, POLITICA, SOCIETÀ
  • La strategia e le tattiche di Obama

    “Il 12 novembre 2011, i leader dei nove Trans-Pacific Partnership paesi – Australia, Brunei Darussalam, Cile, Malesia, Nuova Zelanda, Perù, Singapore, Vietnam... Leggere il seguito

    Da  Conflittiestrategie
    OPINIONI, POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • Barack Obama is unfit to lead Usa

    Barack Obama unfit lead

    La prima volta che usai questa finta copertina del copertina del settimanale "The Economist, fatta da me medesimo prendendo in prestito quella che il magazine... Leggere il seguito

    Da  Dagored
    SOCIETÀ
  • Obama insultato.

    Obama insultato.

    In Italia sappiamo che la maggior parte dei giornalisti, di fondo, sono dei profondi lecchini del potere costituito, incapaci di esprimere un pensiero che non... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ
  • L’interventismo militare di Obama di fronte all’avanzata commerciale della Cina...

    L’interventismo militare Obama fronte all’avanzata commerciale della Cina Africa

    Il presidente Obama usa la propria esperienza di costituzionalista per spargere la violenza e imporre il proprio diktat imperiale in Africa. Ha mosso guerra all... Leggere il seguito

    Da  Eurasia
    CULTURA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ