Magazine Talenti

L'abbraccio sul sagrato

Da Mamma Non Basta
L'abbraccio sul sagrato
In realtà ha scritto tutto lei nei suoi ultimi due post.
Le emozioni forti questa volta preferisco tenerle per me.
Molte sono racchiuse nel titolo di questo post. Altro non scriverò.
Mi sono regalata una micro-vacanza per conoscere un'amica speciale che, come pochi, ha saputo starmi vicino in questi ultimi anni.
Quest'ultimo è stato un anno davvero difficile, pieno di ansie, paure e tanto stress, troppo stress.
L'ultima paura un mese fa, quando mi si è fermato il mondo per 5 giorni al pensiero di avere un tumore alla tiroide. Solo un errore, per fortuna, che è servito a chiarirmi molte cose.
Si vive una volta sola e per un tempo breve, se ci pensiamo, per cui perchè negarsi delle piccole gioie o dei piccoli piaceri? Giusto?
Eccolo qui un piccolo piacere: una tazzina di caffè da 10 euro. Ne è valsa la pena perchè mi è piaciuto molto. E' il famoso Kopi Luwak di cui avevo parlato in un vecchio post.
L'abbraccio sul sagrato
Sinceramente non so come lo finirò quest'anno (e dove soprattutto!), ma ho imparato a vivermi un giorno per volta e a centellinare le emozioni, così mi durano di più. :-)
Smetto anche di pormi domande a cui irrimediabilmente non ricevo risposte.
Finchè sto bene, va tutto bene.
Grazie Elena per la splendida giornata (caldissima!) e per il regalo inaspettato e bellissimo. :-)
Grazie Leo per essermi vicino e per comprendermi in tutto da così tanti anni.
Grazie Silvia per esserti scapicollata con quel caldo a raggiungermi in stazione. Ci tenevo molto a conoscere anche te, lo sai. :-)
E sopra a tutto, a tutti e per sempre...grazie mio blog!
Buona estate.
Ro.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine