Magazine Attualità

L’inchiesta sul trasferimento di Balotelli al Milan: vi spiego come e perchè è stata archiviata

Creato il 02 febbraio 2013 da Webmonster @mariomonfrecola

E’ ufficiale: la procura di Milano ha aperto un’inchiesta sull’acquisto di Mario Balotelli da parte del club rossonero.
«E’ un atto dovuto» fanno sapere dal palazzo di Giustizia. Fonti sicure parlano di una denuncia anonima proveniente dalla stessa sede di via Turati.

E’ evidente come all’interno dello spogliatoio ed ai vertici societari, non tutti siano entusiasti dell’arrivo di SuperMario, l’eterno mezzo campione dal talento sprecato.

 

Balotelli al Milan

 

La caccia alla gola profonda voluta dal Presidente Berlusconi ha velocemente smascherato l’autore dell’incauta querela: Giampaolo Pazzini.

Il giovane El Shaarawy è una pedina intoccabile nello scacchiere di Allegri e l’arrivo di Balotelli pone in serio pericolo il posto da titolare di Pazzini. L’ex attaccante di Sampdoria, Fiorentina ed Inter vorrebbe bloccare il trasferimento prima dell’imminente esordio in campionato dell’ex giocatore del Manchester City ma – come è tristemente noto – i tempi della giustizia italiana viaggiano a ritmi tartarugheschi .

L’avvocato Ghedini, difensore storico del Presidente Berlusconi e tifoso rossonero per professione, interpellato da Galliani ha consigliato una perizia psichiatrica per Pazzini.
«Se i tifosi lo chiamano il Pazzo ci sarà un motivo?» ha sentenziato il principe del foro ponendo in forte dubbio l’esito dell’indagine.

Notizie dell’ultima ora confermano infatti l’archiviazione dell’indagine preliminare per «mancanza di testimoni attendibili».

Ai più intransigenti che accusano Berlusconi di aver comprato il giocatore per fini elettorali, il Cavaliere risponde con una dichiarazione giunta alla nostra redazione qualche secondo fa: «l’inchiesta della procura di Milano su quella mela marcia di Balotelli? Un complotto ai miei danni ordito dai soliti magistrati interisti».

 

MMo



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog