Magazine

La bella addormentata sul posto

Creato il 20 gennaio 2015 da Thefreak @TheFreak_ITA

Aurora è una bella bambina. I suoi genitori di mestiere fanno il re e la regina. Aurora è appena nata e ha già la pensione assicurata!

Al suo battesimo ci sono tutti: politici, vip e casi umani. Le foto dell’evento finiscono pure su Dagospia. Solo una persona non è stata invitata, oltre a Gasparri naturalmente: è la strega cattiva Maleficent. O Malefica. O come cavolo si chiama… Vabbè, è quella interpretata da Angelina Jolie. Insomma questa strega s’incazza perché al festone ci sono tutti tranne lei e Gasparri. E nessuno sopporta di essere paragonato a Gasparri. Neanche Gasparri. Così la Jolie chiama il mago Otelma che lancia una maledizione sulla piccola Aurora: quando la bambina avrà 16 anni e sarà abbastanza grande per capire che in realtà Maria De Filippi non esiste ma è solo una favola per far spaventare i bambini, allora si pungerà con il fuso di un arcolaio e morirà.
Al festone scende il silenzio, tutti si guardano attoniti: che cazzo è il fuso di un arcolaio?!
“Si taglierà con una vecchia macchina da cucire, imbecilli!!”
“Aaaaaaaahhhh”
Detto questo la Jolie se ne va soddisfatta. Il Mago Otelma invece si avvia al buffet.
Fortunatamente a quella festa ci sono anche le tre fatina buone: Flora, Fauna e Platinette. Flora regala alla piccola Aurora il dono della bellezza, così potrà fare le foto per Cioè e Chi; Fauna le offre il dono del bel canto, così potrà arrivare seconda a Sanremo; infine Platinette, che si era ripromessa di regalarle l’operazione per rifarsi le tette a 18 anni, vista la maledizione della Jolie, decide di cambiare regalo e le dona una riduzione di pena: ai suoi 16 anni, quando si pungerà con ‘sto cacchio aggeggio, invece di morire si addormenterà cadendo in un sonno profondo, come i neuroni di Luca Giurato, e solo un bacio di vero amore potrà risvegliarla. Cioè proprio un bacio con tre kili di lingua, un limone pazzesco, ‘na zozzeria, ‘na roba che si vede solo nei film porcelli.

aurora

Dopo una breve dissolvenza Aurora ha 16 anni e mentre è al MacDonald con le amiche si punge con il fuso di un vecchio arcolaio che qualcuno ha lasciato proprio lì in mezzo al locale. Vedi a volte la fatica che fanno gli sceneggiatori per far quadrare le storie.
La ragazza cade in un sonno profondo, fino a quando un giovane bimbominkia colpito da acne demoniaca entra in quel MacDonald, vede per terra questa ragazza apparentemente morta e ne approfitta per farle quelle cose che ha visto in quei film già citati sopra. Mentre il giovane è lì ad usare metri di lingua, Aurora si sveglia, lo scalcia via con disgusto e corre alla polizia a denunciarlo per molestie.
La favola insegna che è pericoloso entrare nei MacDonald: siamo nell’era del sushi, adeguatevi provincialotti!!!

Di Marco Improta.

I diritti sono di proprietà dell’autore.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog