Magazine Diete

La dieta delle spezie

Da Andy04 @stilegamesnews

La dieta delle spezie
In passato abbiamo parlato della dieta delle zuppe per dimagrire mentre oggi vogliamo soffermarci su uno stile di alimentazione basato sulle spezie. Per stimolare il metabolismo e renderlo il meno pigro possibile è necessario analizzare nel dettaglio la possibilità di cambiare stile alimentare.
Depurare e stimolare l’organismo è molto importante e per dimagrire in maniera semplice, bisogna seguire la dieta delle spezie. Si tratta di un regime alimentare che comprende molti ingredienti orientali, ideali per chi ama i sapori particolari.
Provate a seguire lo stile alimentare che vi proponiamo per una settimana e vedrete che riuscirete ad apprezzare i benefici delle spezie come lo zenzero, peperoncino, noce moscata e pepe nero.
La vostra colazione dovrà essere sempre basata nel seguente modo:
-    1 tazza di tè verde con dolcificante, 200 ml di yogurt magro bianco o latte scremato con 30 grammi di cereali.
Spuntino della mattina: 1 coppetta di macedonia di frutta di stagione con un po’ di limone.
Pranzo:
-    Insalata preparata con 50 grammi di grana in scaglie, due carote alla julienne e una mela affettata. Aggiungente una manciata di prezzemolo fresco tritato e un cucchiaio di capperi
-    70 grammi di pasta al tonno con peperoncino, peperoni stufati o grigliati
-    80 grammi di cuscus lessato e condito con due pomodori freschi a dadini, olio e prezzemolo con erba cipollina
-    70 grami di riso con gamberi allo zafferano, cannella e due bacche di cardamono.

Le alternative per la cena:
-    150 grammi di tagliata di manzo con rosmarino e pepe, verdure a foglia verdure condite con un cucchiaione di olio di oliva, limone e maggiorana.
-    120 grammi di tofu stufato con due cucchiai di salsa di soia 10 grammi di zenzero fresco e verdure miste
-    2 uova al tegamino o strapazzate con curma, contorno di broccoletti, carote e patate al vapore con condimento salsa a base di yogurt magro.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :