Magazine Società

La firma genetica del diabete

Creato il 07 aprile 2011 da Simone D'Angelo @SimonDangel

7 04 2011

Nel 10% dei diabetici di tipo 2 la malattia dipende da un’anomalia genetica

La firma genetica del diabete

Diabete giovanile

Nuova luce su una delle malattie più diffuse nel mondo, il diabete mellito di tipo 2. Il gruppo di ricerca dell’Università di CatanzaroMagna Graecia” ha scoperto che in 1 diabetico su 10 è presente una sorta di “firma genetica” che aumenta di 16 volte il rischio di sviluppare questa malattia, che nel mondo colpisce 250 milioni di persone.

Secondo lo studio, che ha coinvolto quasi 9 mila pazienti, di cui 4 mila italiani, la resistenza all’insulina (la ridotta risposta dei tessuti all’azione dell’ormone che controlla i livelli di zucchero nel sangue, tipica delle persone affette da diabete) si riscontra in modo ancora più accentuato negli individui affetti da malattie genetiche rare come, ad esempio, la sindrome di Rabson-Mendenhall. «Abbiamo dimostrato che questo fenomeno può dipendere da alterazioni nel gene HMGA1, che contiene le informazioni per una proteina che “accende” il gene per il recettore dell’insulina», spiega Antonio Brunetti, coordinatore del gruppo di ricerca.

Scoperta questa alterazione in 4 pazienti affetti da forme rare di insulino-resistenza, i ricercatori si sono chiesti se questo difetto potesse essere riscontrato anche nella forma più comune della malattia e hanno quindi raccolto una casistica molto ampia di pazienti diabetici: 3278 pazienti italiani, 970 americani e 354 francesi e oltre 4 mila individui sani. Circa il 10% delle persone affette da diabete di tipo 2 presenta varianti funzionali del gene HMGA1. «Fino ad oggi non era mai stato individuato un fattore genetico con un’associazione così forte con la malattia. La presenza di queste varianti potrà servire come indicatore del diabete di tipo 2, specialmente negli individui con familiarità diabetica».

Anche la risposta a terapie farmacologiche e il progredire della malattia possono essere influenzate dalla presenza di questi determinanti genetici. «Lo studio delle malattie rare può fare luce su patologie che colpiscono milioni di persone nel mondo. Il prossimo passo sarà andare a fondo dei meccanismi con cui i difetti nel gene HMGA1 rendono l’organismo resistente all’azione dell’insulina, in modo da poter disegnare in futuro terapie specifiche per questo tipo di pazienti».

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La cagna, la traditrice, la killer, la fotografa

    In questi giorni abbiamo avuto modo di assistere ad alcune performance delle “signore” che siedono al governo e che dovrebbero rappresentare “il femminile”, que... Leggere il seguito

    Da  Speradisole
    SOCIETÀ
  • La gym

    Due esperienze di palestra a confronto.IngressoGoma: Arrivo al quartier generale della MONUSCO, saluto la guardia che oramai mi conosce per nome. Leggere il seguito

    Da  Vivi
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ, SOLIDARIETÀ
  • La neve

    neve

    Nevica, aspettando che si abbatta la tempesta WikiLeaks. Osservò assonnato i fiocchi, argentei e scuri, cadere obliquamente contro il lampione. Era tempo per lu... Leggere il seguito

    Da  Bourbaki
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La berlusconite

    berlusconite

    Definizione La berlusconite è una malattia del comportamento umano a diffusione endemica. Non riguarda, cioè,   intere aree del nostro pianeta e non ha i... Leggere il seguito

    Da  Casarrubea
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • “La setta”

    Scrive Paolo. “La setta”, ma a cinque stelle. Quando si parla di piste ciclabili, o di spazi verdi nella città, o di diminuzione dei costi della politica, di... Leggere il seguito

    Da  Stiven1986
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La spettacolarizzazione

    Sono ormai giorni che assistiamo alla spettacolarizzazione dell'evento orribile dello zio mostro. Mi chiedo se forse non sia il caso di finirla. Leggere il seguito

    Da  Maurizio
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • La banalità

    banalità

    "La banalità di una frase dipende da chi la legge, non da chi la scrive" Wikio Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ

Magazine