Magazine Cinema

La mela e il verme: il cartone animato bio dalla Danimarca

Creato il 09 giugno 2014 da Oggialcinemanet @oggialcinema

La mela e il verme: il cartone animato bio dalla Danimarca

9 giugno 2014 • Primo Piano, Vetrina Cinema, Videos •

Il consiglio di Federica De Masi

Summary:

Un cartone bio nell’era degli ogm: l’attenzione alla natura nel cinema d’animazione europeo.
Mai capitato di trovare un verme in una mela? La reazione non sarà stata propriamente di felicità e il verme, insieme alla mela, sarà finito nella pattumiera. Questa però non è una storia di gusto, ma una vera e propria favola vecchio stile; quella di La mela e il verme è una storia divertente e molto movimentata che si rivolge non solo ad un pubblico di piccoli spettatori ma anche ad un target più adulto, grazie ad un design e ad una struttura fuori dagli schemi. La vicenda racconta di un gruppo di mele rosse cresciute su di un albero nella loro superficialità ed egoismo. Interessate solo ad esser perfette e bellissime, nascono e crescono completamente disinteressate a ciò che accade al di là dei propri rami. Torben è forse una delle mele più arriviste, pronto a sferrare colpi bassi pur di essere il frutto più rosso e splendente dell’albero. Peccato che un giorno la mela si ritrovi insieme ad un simpatico vermetto di nome Silvia che spunta proprio dalla sua lucidissima buccia. Tra le mele si diffonde l’idea che questo evento possa causare un’epidemia pronta a sfigurare tutte. Per questo, tutte insieme, si coalizzano e sballottolano Torben e Silvia giù dall’albero. In compagnia di Newton, una pera convinta di essere una mela immolatasi per aiutare i due sventurati, e di una spensierata ciliegia canterina incontrata per caso, Torben intraprenderà un’avventura itinerante, piena di incontri, scoperte e nuove conoscenze, che lo condurranno dall’unico frutto in grado di togliere il vermetto dal suo interno… ma a quale prezzo?

1399473262099_standard

Ispirato ad una piece teatrale di Methe Bendix, La mela e il verme emerge tra le uscite di metà giugno per la freschezza e la schiettezza con cui si propone al pubblico: una storia di animazione made in  Denmark genuina e dai disegni originali. L’intento educativo traspare sin dalla visione del trailer, ed è proprio la morale il fulcro di tutto. Il verme, certo, non ne vuol sapere di lasciare una casa così bella e succosa: deve diventare una farfalla come vuole la natura e per farlo il suo posto è proprio dentro la mela. E’ l’ecosistema che deve andare avanti pena la fine di tutto! Ognuno ha un proprio destino scritto e il proprio posto nel mondo, l’importante però è preservare l’ordine naturale sopra ogni cosa

Il danese Anders Morgenthaler è il regista e sceneggiatore di La mela e il verme: diplomato alla National Film School di Copenhagen è stato conduttore di programmi televisivi per bambini e regista di videoclip prima di creare insieme al disegnatore Mikael Wullf la striscia a fumetti Wumo, che attualmente viene pubblicata in Danimarca, Norvegia, Finlandia, Germania e Olanda ma anche sul Washington Post e sul New York Daily News. Alle spalle non solo animazione: nel 2006 esordì Princess, acclamato in patria, attualmente alle prese con la postproduzione di un film drammatico con Kim Basinger dal titolo I am here.
La mela e il verme ricorda quel tipo d’animazione europeo alla Bottega dei suicidi: un cinema animato poetico e dalla morale non convenzionale. Girato nel 2009, il cartone animato uscirà il 12 giugno in Italia distribuito dalla Tonino Accolla Communication.

di Federica De Masi per Oggialcinema.net

Anders MorgenthalerLa mela e il vermeTonino Abballe Communication S.r.l.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • The Green Inferno – Nuovo trailer e conferma della release italiana per il 24...

    Nessuna buona azione resterà impunita. Così recita il nuovo trailer italiano di The Green Inferno, film diretto da Eli Roth, che non altro che è un omaggio al... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • It follows

    follows

    Devo chiedere a qualche esperto come mai arrivo sempre in ritardo nel vedere le cose, nonostante nel mondo reale spacco il minuto con la mia puntualità. Leggere il seguito

    Da  Jeanjacques
    CINEMA, CULTURA
  • Accidental love

    Accidental love

    Regia: Stephen Greene (David O. Russell)Origine: USAAnno: 2015Durata: 100'La trama (con parole mie): Alice, giovane cameriera di una cittadina dell'Indiana... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • The Take

    Take

    Quando i film si fanno ad episodi.Da queste parti ci sono almeno due sicurezze:1. Gli inglesi ci sanno fare meglio di tutti nelle serie TV2. Tom Hardy è un... Leggere il seguito

    Da  In Central Perk
    CINEMA
  • Master Blaster al Fantafestival

    Master Blaster Fantafestival

    La camera delle bestemmie, colonna sonora : Freaks in uniform delle Horropops.La mia vita è caotica, chi mi conosce lo sa benissimo. Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • No Mercy ( 2010)

    Mercy 2010)

    Un cadavere orrendamente mutilato viene trovato da una birdwatcher e dal suo amico nascosto malamente in riva al fiume. Gli arti e la testa sono stati separati... Leggere il seguito

    Da  Bradipo
    CINEMA, CULTURA