Magazine Cinema

La sposa in nero – Francois Truffaut

Creato il 04 aprile 2013 da Maxscorda @MaxScorda

4 aprile 2013 Lascia un commento

La sposa in nero
Com’e’ facile farmi contento. In fondo anche se francese e girato da un esponente emerito della nouvelle vague posso apprezzare un buon film quando mi viene proposto e "La sposa in nero" lo e’.
Giallo o nero se si preferisce, progressione imperiosa e incalzante che inizia con un tentato suicidio della protagonista, Jeanne Moreau che subito dopo vediamo partire e far fuori un tizio che evidentemente conosce appena e immantinente si mette in caccia di un altro ed un altro ancora.
Ad ogni omicidio viene svelato un pezzo del rebus sino alla conclusione finale.
Bel film perche’ ben girato e con un equilibrio interno notevole, buona scansione della trama ed effetto complessivo ben riuscito. Dichiarato omaggio di Truffaut a Hitchcock, il film si rivela un buon epigono seppur non all’altezza del Maestro, e chi potrebbe riuscirci, ma anomalo quel tanto che basta nella sua filmografia da far apprezzare non solo il tentativo pienamente riuscito ma una malleabilita’, che confesso non mi aspettavo, per quanto s’intende, il cineasta francese ci ha abituati a salti simili.
Tratto da un racconto di Cornell Woolrich che ha ispirato un’infinita’ di altre opere, tra le quali fumetti, sceneggiati televisivi e a ben pensare ha lasciato uno zampino dentro "Kill Bill", la versione di Truffaut non fa rimpiangere nulla.
La Moreau e’ bella si, brava si, ma in un caso o nell’altro non e’ il mio tipo e poi come posso dire, troppo francese per i miei gusti. Protagonista in ogni senso, domina la scena sin dalla sigla di testa che con un trucchetto, catalizza da subito l’attenzione dello spettatore maschio ed ecco tutto il ’68, sfogo pruriginoso ammantato da rivoluzione, esce allo scoperto per accontentare un po’ tutti.
Infine una piccola e personalissima nota di colore. L’unico albo di Dylan Dog che mi piace e conservo e’ "Giorno maledetto", straordinario sotto tanti punti di vista per quanto mi fossi sempre domandato cosa avesse ispirato la sua trama. Ebbene "La sposa in nero" mi porta a Woolrich e Woolrich allo sceneggiato Rai "Appuntamento in nero" che vidi nel 1978 e dal quale il fumetto ha tratto molto piu’ che semplice ispirazione. Curiosa la vita

Scheda IMDB


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Finalmente domenica! - François Truffaut

    Finalmente domenica! François Truffaut

    Finalmente domenica! è il testamento di uno dei più grandi autori della cinema che in questa sua ultima fatica prova ad omaggiare il noir americano degli anni... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • La mia droga si chiama Julie - François Truffaut (1969)

    droga chiama Julie François Truffaut (1969)

    (La sirène du Mississipi)Visto in DVD.SPOILER ALERTUn industriale del tabacco (Belmondo) che vive nelle isole della Reunion cerca una donna per motivo matrimoni... Leggere il seguito

    Da  Lakehurst
    CINEMA, CULTURA
  • La vendetta

    vendetta

    di Marco Vichi - Guanda Io ho una sorta di venerazione per Marco Vichi, non tanto per Bordelli e la sua Toscana, ma per lo stile straordinariamente fluido che... Leggere il seguito

    Da  Paolob
    CULTURA, LIBRI
  • La Frode

    Frode

    Anno: 2012Durata: 107’Genere: Thriller/DrammaticoNazionalità: USA/PoloniaRegia: Nicholas JareckiDistribuzione: M2 PicturesUscita: 14/03/2013 Nicholas Jarecki è... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • La madre

    madre

    Regia: Andrés MuschiettiOrigine: SpagnaAnno: 2013Durata: 100'La trama (con parole mie): Lucas e Annabel si trovano ad affrontare la sfida di crescere le figlie... Leggere il seguito

    Da  Misterjamesford
    CINEMA, CULTURA
  • La madre

    madre

    Regia: Andrès Muschietti Un uomo uccide la moglie e rapisce le figlie. Nonostante la fitta nevicata, fugge a folle velocità a bordo della sua potente auto. Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • La calda amante – Francois Truffaut

    calda amante Francois Truffaut

    22 aprile 2013 Lascia un commento Lui celebre scrittore che tiene famiglia, lei hostess di linea che tiene vent’anni. Un viaggio di lavoro, un giorno lontano... Leggere il seguito

    Da  Maxscorda
    CINEMA, CULTURA