Magazine Cinema

Metallica: Through the Never

Creato il 30 ottobre 2013 da Valentinaariete @valentinaariete
Metallica: Through the Never
Un palco imponente, 24 telecamere, 18 milioni di dollari di budget, 2 concerti sold out a Vancouver: i numeri di Metallica: Through the Never sono mastodontici, così come le installazioni e le sculture che si succedono durante lo spettacolo di una delle band più amate degli ultimi 30 anni.
Per festeggiare il 30esimo anniversario di carriera i Metallica hanno fatto le cose in grande: fortemente voluto dal fondatore del gruppo, il batterista Lars Ulrich, il film-documentario che immortala i due concerti svoltisi in Canada nell'agosto 2012, non solo è ripreso in Imax 3D, ma ha alle spalle una produzione degna di un vero e proprio film. 

Metallica: Through the Never non è un semplice documentario, ma un vero e proprio racconto di ciò che la musica dei Metallica è stata e continua a rappresentare per tutti gli amanti dell'heavy metal: grazie alle riprese effettuate da ogni possibile angolazione, l'esperienza del concerto è inedita e totalizzante, lo spettatore può apprezzare al meglio ogni singolo gesto dei musicisti, ogni effetto di luce, ogni macchina di scena. Ripresi in 3D e con inquadrature che li fanno sembrare giganti, i quattro componenti della band sembrano veri e propri dei del rock pronti a sconvolgere gli spettatori con il loro ritmo folle e il volume stellare.

A dare dignità di racconto alla pellicola c'è una cornice in cui un ragazzo, interpretato da Dane DeHaan, incaricato di trovare una borsa dal contenuto estremamente importante, si ritrova immerso in un'esperienza straniante, un'allucinazione a occhi aperti che, attraverso simboli e situazioni che sembrano usciti direttamente dalle copertine degli album e dai testi della band, ripercorre tutta la carriera e la discografia dei Metallica. 

Il regista Nimrod Antal riesce a calibrare alla perfezione la parte documentaristica e quella di finzione, costruendo un racconto che grazie alle immagini e alla musica potente della band coinvolge lo spettatore in un viaggio in cui i temi principali sono la morte, la lotta, l'aggressività, la rabbia, la luce e il buio, l'elettricità e l'amore.
James Hatfield regge la scena come un vichingo armato di chitarra, Lars Hulrich è un demonio posseduto dal ritmo, Kirk Hammett si prodiga in virtuosismi e Robert Trujillo, chiamato a sostituire il bassista Cliff Burton, tragicamente scomparso nel 1986, è un vero e proprio animale da palcoscenico dalle movenze ferine e ipnotiche. 

Al ritmo dei loro maggiori successi, tra cui l'iconica Master of Puppets e Nothing Else Metters, i Metallica ripercorrono 30 anni di carriera e di successi, auto-celebrandosi e contemporaneamente raccontando una storia, riuscendo a fare vero e proprio cinema. Fatto che non stupisce se si pensa al forte rapporto della band con il cinema: per anni i Metallica hanno aperto i loro concerti con The Ecstasy of Gold di Ennio Morricone e il chitarrista Kirk Hammett possiede diverse chitarre che raffigurano i poster di famosi film horror, come Dracula e White Zombie.

Film imperdibile per i fan della band, Metallica: Through the Never rende davvero difficile rimanere composti sulla poltrona. 
Metallica: Through the Never
James Hatfield La citazione:  "Master of puppets I'm pulling your strings  Twisting your mind and smashing your dreams  Blinded by me  You can't see a thing  Just call my name 'cause I'll hear you scream  Master  Master" Hearting/Cuorometro:♥♥♥1/2 Uscita italiana: 29 e 30 ottobre 2013 Titolo originale: Metallica: Through the Never Regia: Nimrod Antal Anno: 2013 Cast: James Hatfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett, Robert Trujillo, Dane DeHaan Colore: colore, 3D Durata: 93 minuti Genere: Musicale Sceneggiatura: Nimrod Antal, James Hatfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett, Robert Trujillo Fotografia: Gyula Pados Montaggio: Joe Hutshing Musiche: Metallica Paese di produzione: USA Casa di produzione: Picturehouse, Blackened Distribuzione italiana: Lucky Red

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog