Magazine Arte

Mostra "Victoria and Albert: Art and Love"

Creato il 25 maggio 2010 da Mauser @Mauser89

Carissimi, ben ritrovati!
Argomento odierno è un evento che si sta tenendo al Victoria and Albert Museum di Londra, quindi non proprio dietro l'angolo, ma un avvenimento davvero molto interessante che, potendo, andrei a vedere per direttissima.
Se avete particolarmente apprezzato i costumi e le ricostruzioni del recente film-documentario The Young Victoria, allora questa mostra britannica diventerà senz'altro un must see it!
Già perchè l'argomento della mostra, aperta dal 19 Marzo, è il comune e condiviso amore per l'arte della famosissima coppia reale inglese, che ha collezionato circa un migliaio di opere d'arte tra quadri, gioielli, sculture e quant'altro.

Ritratti accostati dei due sovrani

Molta della loro collezione è conservata ancora nelle residenze reali britanniche, mentre una parte si trova al Victoria and Albert Museum.
La collezione propone al pubblico circa 400 opere d'arte acquistate in un periodo che va dal 1839 fino alla morte del Principe Alberto, nel 1861.

Parure con collana, spille e orecchini che Alberto regalò alla consorte

Molti romantici sono alcuni pezzi, specialmente gioielli, che i due coniugi acquistarono l'uno come regalo per l'altra; particolarmente famosi sono una parure composta da coroncina, collier, bracciale e orecchini cesellati finemente come se si trattasse di boccioli di fiori, un dono di Alberto alla moglie, che per gran parte della vita mantenne un aspetto piuttosto fanciullesco, quindi adatto ad indossare simili ornamenti che le conferivano un aspetto candido e un po' infantile senza renderla ridicola.
(immagine a latere)
Ma questo è niente!
Quale donna non sarebbe incantata di ricevere uno zaffiro gigante circondato da dodici diamanti purissimi che brilla come quelli di bigiotteria? [è assodato che i gioielli falsi di bigiotteria brillino decisamente più di quelli veri].

L'anello con zaffiro e diamanti fu regalato da Alberto a Vittoria il giorno del loro matrimonio

La Regina, invece, concentrò maggiormente la sua attenzione per il marito procurandosi bellissime opere pittoriche, soprattutto il dipinto di Franz Xaver Winterhalter intitolato Secret Portrait che rappresenta la giovane regina in deshabillé [non aspettatevi roba osé, siamo nel 1800 e a quell'epoca non erano mica come le veline moderne che ogni 2x3 gli esce qualcosa dalla scollatura! No, il deshabillé di Victoria era solo una rappresentazione rilassata e coi capelli sciolti]; si trattava del regalo a sorpresa fatto dalla sovrana al marito per il suo ventiquattresimo compleanno [-.- che compleanno... come se una al giorno d'oggi al marito regalasse una copia di Playboy...].

Secret Portrait di Vittorian in deshabillé regalo ad Alberto per il suo 24° compleanno

Altro regalo famoso fu il ritratto di Victoria in abito nuziale, dono della Regina al marito per il settimo anniversario di matrimonio [sti due non facevano altro che farsi regali! Beati loro che avevano i soldi, ma altro da fare no? Chessò, pensare alle casse dello stato in rovina?].
Consiglio caldamente di visitare il sito della collzione, che mette a disposizione più di 1000 illustrazioni in alta qualità che rendono finalmente giustizia a queste opre, almeno a sufficienza per tutti coloro che non potranno salire sulprimo volo low cost per Londra, visitare la mostra e tornare in tempo il lunedì per la prima ora di lezione o il rientro in ufficio.
Victoria and Albert Art and Love
The Royal Collection Gallery
Personalmente lo farei, andrei a Londra e vedrei questa mostra, ma voglio andare in Inghilterra da quando avevo 15 anni e prima di questo ci sono moltissime altre cose che vorrei fare lassù, tra la crisi del vulcano islandese dal nome impronunciabile e tutto il resto, poi, non credo che ci riuscirò, quindi come moli di voi mi accontenterò delle immagini HD.
Ringrazio di cuore il blog Victorian Peeper per avermi dato queste splendide notizie.
Baci


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog