Magazine Basket

NBA: tornano i King Three, Heat in finale

Creato il 10 giugno 2012 da Basketcaffe @basketcaffe

L’essenza del basket. Una gara-7 è la cosa più bella che si possa vedere su un parquet. I Celtics, nonostante gli acciacchi, l’età e i pronostici ci hanno provato, e per 43 minuti hanno anche dato l’impressione di potercela fare; poi Lebron, Dwyane e Chris, giocatori di altro livello, troppo spesso criticati, hanno tirato fuori gli attributi trovando il break decisivo verso la seconda finale NBA consecutiva.
L’inizio di gara è tutto biancoverde: Rondo mette a ferro e fuoco la “Triple A” con le sue scorribande (terza tripla-doppia in questi playoffs con 22, 10 e 14 assist), Pierce e Allen fanno il loro dovere, e Bass fa il suo e quello di Garnett, per una volta sottotono. James, pur non essendo in grande serata balistica (9/21 e 12/17 ai liberi), è l’unico di Miami a trovare il fondo della retina con continuità. Wade è aggressivo ma come sempre nel primo tempo si amministra, fondamentale è perciò l’ingresso di Chris Bosh, utilizzato come sesto uomo per cambiare ritmo. I primi 24 minuti però sono targati Celtics (53-47): la pressione sugli Heat, da Riley in giù, sale ulteriormente. Al rientro dagli spogliatoi però Miami cambia marcia: arrivano punti anche da Chalmers, Battier e Haslem, mentre dall’altra parte Paul Pierce inizia a sporcare le percentuali (19 con 7/18 alla fine). Gli ultimi 12 minuti iniziano in perfetta parità a quota 73. E’ il momento chiave: King Three vs Big Three+Rondo. Non c’è storia, l’orgoglio Celtics (impersonato perfettamente da un commovente KG) non basta. La freschezza degli uomini di Spoelstra fa tutta la differenza del mondo. Bosh infila la terza tripla personale (record), Wade (23) sale di colpi e James (31 di cui 11 nel quarto periodo) mette i chiodi sulla bara con una tripla da 31 piedi (9.5 metri) che chiude partita e serie.

Per Boston tutti gli uomini del quintetto segnano almeno 14 punti, ma dalla panchina arrivano appena i 2 di Hollins. A Spoelstra va dato credito dell’idea di lanciare Bosh (19 con 8/10 e 8 rimbalzi) dalla panchina, ma anche per lui sono solo sei i giocatori a bersaglio con il trio James-Wade-Bosh a combinare per 73 dei 101 punti finali.

Martedì sarà già tempo di NBA Finals: un paio di giorni per riposare, e per Miami inizierà un’altra battaglia, l’ultima verso la redenzione!

PLAYOFF NBA 2012 – Tabellone, risultati e stats

Tutti i risultati:
Miami Heat – Boston Celtics 101-88 (Serie: 4-3 Miami)

Queste le migliori azioni della notte:


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog