Magazine Famiglia

Neo-Papà in Congedo

Da Federina

I neo-papà, proprio come le neo-mamme, dovrebbero poter stare a casa dopo la nascita dei figli.

neo-papa
Siete d’accordo?

Sicuramente è un passo avanti verso la parità di sessi e un’assunzione di responsabilità. Sorgono però alcuni dubbi:

  • E’ giusto che il congedo per paternità sia obbligatorio?
  • Come potrebbe essere formalo e quanto dovrebbe durare?
  • Può essere un ostacolo alla carriera?
  • Come reagirebbero i colleghi’
  • Servirebbe a limitare le disparità di trattamento tra uomo e donna nel mondo del lavoro?

Alcuni credono che un congedo di circa una settimana dalla nascita del bambino sia sufficiente per i neo-padri.

Ma una società attenta alle pari opportunità tra i sessi dovrebbe promuovere una cultura e una conseguente legislazione che sia attenta alle pari responsabilità tra uomo e donna. Le donne devono essere incoraggiate a rimanere nel mondo del lavoro anche dopo a nascita di un figlio e alcuni paesi europei come quelli scandinavi e il Portogallo, già prevedono un congedo obbligatorio per i neo-padri. Inoltre, se anche le donne dovranno lavorare fino ai 65 anni, è importante che sia riequilibrato un altro pezzo della loro vita, il tempo speso per la cura della casa e dei figli. I padri saranno obbligati ad avere un maggiore rispetto del ruolo di madre anche grazie a una normativa europea che si sta traducendo in tutti gli stati in conseguenti legislazioni bipartisan.

E poi prendersi cura dei proprio figli è un piacere, è un regalo che ogni genitore non si dovrebbe mai negare.

Un congedo obbligatorio non significa però che i neo-padri possano avere il tempo per fare qualche gita o andare a pesca. Per togliere un male dalla società si rischierebbe di crearne un altro ben più grave: uomini a spasso e donne ancora più oberate. Sarebbe diverso se questo tempo per la famiglia fosse messo a disposizione in modo più oculato, ad esempio a periodi alterni tra la mamma e il papà: i padri sarebbero obbligati a prendersi la responsabilità del figlio in modo totale, sostituendo in tutto e per tutto la madre.

Certo, una settimana è un periodo veramente breve, ma servono comunque ad affermare un principio: la nascita di un figlio non riguarda un solo genitore. La mamma ha sicuramente un legame privilegiato con la prole, non equiparabile o assimilabile a quello dei padri, ma questo non deve essere un ostacolo, ma un limite da superare.

Attualmente la legge italiana in merito di congedi parentali per paternità prevede che i padri possano assentarsi dal posto di lavoro nei 3 mesi successivi alla nascita del bambino solo per in caso di morte o di grave infermità della moglie, o in caso di abbandono del figlio o dell’affidamento al padre.

Il congedo parentale per gli uomini è facoltativo e retribuito solo per il 30%.

Le proposte di legge per attuare le direttive europee parlano di 4 giorni consecutivi di astensione dal lavoro per i neopadri per i primi 3 mesi di vita del bambino con una retribuzione completa, ma a carico dello stato. Alcune proposte prevedono anche che il congedo di maternità possa essere trasferito al padre nel caso in cui la mamma sia una libera professionista o una lavoratrice agricola o autonoma.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il papà

    Diciamolo, la festa del papà è come la festa della donna. Ieri girando per la città ho scoperto molti papà, tantissimi papà in giro con i loro figli piccoli. ... Leggere il seguito

    Da  Marypinagiuliaalessiafabiana
    PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI, SOCIETÀ
  • Congedo per maternità…

    Congedo maternità…

    Ho deciso che ormai è ora di prendermi una pausa… me ne sono resa conto la scorsa settimana, mentre cucivo mei tai e pensavo che stavo per esaurire la stoffa pe... Leggere il seguito

    Da  Tiz
    MATERNITÀ, PER LEI
  • Nonni in congedo (anche noi!)

    Nonni congedo (anche noi!)

    Un rapido aggiornamento al post dello stesso titolo, sulla proposta tedesca di estendere ai nonni il congedo parentale in occasione di una nascita in famiglia. Leggere il seguito

    Da  Virginia Less
    BAMBINI, COPPIA, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Sentirsi papà

    Due di notte, febbricitante Sofia si sveglia, vado nella sua stanza e le do un po' d'acqua, poi l'abbraccio e mi metto nel suo letto. È calda, me la porto al... Leggere il seguito

    Da  Stefanod
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • Magico papà

    Magico papà

    Stavo passeggiando nel web in cerca di non so cosa e ho trovato diverse pagine dedicate ai bambini, anche piccolissimi, troppo attaccati alla mamma. Leggere il seguito

    Da  Wising
    MATERNITÀ, PER LEI
  • Papà, perché moriamo?

    Papà, perché moriamo?

    Siamo stati allo zoo, domenica scorsa. Il posto dove ci sono gli animali nei recinti, quello che qualche tempo fa veniva chiamato, con un eufemismo, giardino... Leggere il seguito

    Da  Cristiano
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • I papà insegnano con l'esempio

    papà insegnano l'esempio

    Quali sono i princìpi sui quali si basa una paternità efficace? Cosa ci guida ad affrontare quotidianamente, nella pratica, le relazioni con i nostri figli? In... Leggere il seguito

    Da  Paternamente.it
    BAMBINI, FAMIGLIA, MATERNITÀ