Magazine Cultura

Nostro caro seeder Scilipoti

Creato il 13 ottobre 2011 da Ognimaledettopost

Nostro caro seeder Scilipoti

Il tipico seeder-Scilipoti

Il nostro caro seeder Scilipoti ad ogni stagione dissoda il suo terreno. Una volta lo dissoda verso destra, una volta verso sinistra. Una volta ha provato a farlo in diagonale, ma i cavoli gli crescevano pendenti. 
Il nostro caro seeder omeopatico ad ogni stagione semina un tipo differente di cavolo. Ciascun tipo di cavolata, pardon, di cavolo, è accomunato agli altri dalle particolari capacità olistiche e guaritrici, studiate e curate dal nostro caro seeder "per il bene dell'Italia e degli italiani", come ama sempre dire. 
Le cavolate, pardon, i cavoli seminati a man bassa sull'argomento "Silvio B." dal nostro caro seeder olistico hanno raggiunto una variegata e differenziata prolificità. Eccone alcuni saggi: 

Nostro caro seeder Scilipoti

Fuga per la vittoria

  1. 3 ottobre 2008: Berlusconi si lamenta delle lungaggini parlamentari, ossia delle regole di una democrazia parlamentare quale è ancora l’Italia, e invita al cambiamento. E allora venga in aula e dica al Paese come vuole trasformare l’attuale Repubblica in un vero e proprio Regno in cui lui e una cricca di amici decideranno ogni cosa senza che nessuno possa esprimere il proprio dissenso. Ci spieghi come vuole instaurare una vera dittatura in un paese ridotto a sua proprietà privata e dove infine anche le elezioni non avranno più ragion d'essere.
  2. 6 maggio 2009: Si coglie a piane mani la concezione autoritaria di questo Governo, che intende imporre unilateralmente la costruzione di centrali nucleari, con buona pace degli interessi delle Regioni e del territorio. Un sussulto del peggiore e più becero centralismo, che non vede, guarda caso, alcuna opposizione da parte dei fautori della decentramento e della responsabilizzazione amministrativa locale, ottimi e silenziosi compagni di merenda dell’On. Berlusconi.
  3. 15 maggio 2009: Con il via libera del Senato, il Governo Berlusconi riporta in Italia l’incubo nucleare, dimostrando nuovamente lo sprezzo e il disinteresse verso le opinioni dei cittadini. Viviamo una situazione di dittatura democratica, imboniti dalle televisioni perdiamo di vista le cose importanti e lasciamo che la sovranità popolare venga annientata dal delirio di onnipotenza di pochi affaristi che si credono governanti. 
  4. 20 maggio 2009, B. è addirittura un criminale: La garanzia dell'impunità è il vestito cucito su misura dal solerte ministro-sarto Alfano che strombazza il carcere duro e misure rigorose per chi delinque ma al contempo soffre di una grave e patologica forma d’amnesia verso il principale.
  5. 12 giugno 2009, B. alla stregua del dittatore libico Gheddafi: Non è pensabile che si aprano le porte di questi palazzi a chi, invece, governa un paese in cui non vengono rispettati i diritti umani. Proprio così, un paese dove vige il regime dittatoriale ed i diritti umani vengono completamente annullati, proprio come sta succedendo in Italia: ora capisco il perché dell'afflato tra Gheddafi e Berlusconi. 
  6. 7 luglio 2011, la svolta: Il presidente Silvio Berlusconi è una persona perbene, è una persona che gli italiani dovrebbero ringraziare ma lo dovrebbero ringraziare anche coloro i quali stanno dall'altra parte della barricata.
  7. 12 ottobre 2011, il risvolto della medaglia: anche a causa dell'assenza di ben 7 Responsabili, la maggioranza di Governo va sotto alla Camera. E lui? Lui semina: I capigruppo della maggioranza non potevano farmi una telefonatina e avvertirmi che il governo rischiava di sprofondare? E ancora: Berlusconi di qua, Berlusconi di là... Senta: io, quando feci la scelta che sappiamo, e che m'è costata cattiverie e insulti, decisi con il Cavaliere un certo tipo di percorso. Ora, visto che le cose non stanno andando come previsto, io entro nel dibattito che s'è sviluppato dentro la maggioranza, e sto, come dicono quelli che parlano bene, nella dialettica, e mi muovo, ascolto... 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il nostro agente all'Avana

    nostro agente all'Avana

    Titolo: Il nostro agente all’Avana Titolo originale: Our Man in Havana Autore: Graham Greene Anno: 1958 Il libro… Le spie tutte di un pezzo, con la... Leggere il seguito

    Da  Charliecitrine
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Che ci sia lo zampino di Scilipoti?

    Volentieri diffondo una newsletter del prof. Fabio Firenzuoli su una proposta di legge in esame alla Camera dei Deputati del Parlamento italiano:Le "erbe... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • 72. Il nostro posto

    nostro posto

    da qui Siedono in silenzio, guardando ognuno avanti a sé. Yehochoua vede i tre quadri dei profeti, avvolti come in una nebbia; Myriam scruta l’albero che... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Il Padre nostro

    Padre nostro

    Il Padre Nostrodi Enzo BianchiSan Paolo pagine 61 € 5,00"E' il Padre Nostro che giudica l'autenticità e la legittimitàdi ogni nostra preghiera personale e... Leggere il seguito

    Da  Luigiderosa
    CULTURA, LIBRI
  • Il nostro Halloween

    nostro Halloween

    Robe da non credere: ha raccontato balle per vent’anni, ma questa volta nessuno ha dato il minimo credito alla lettera di Berlusconi all’Europa, considerandola... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Scilipoti: orgoglio e pregiudizio

    Scilipoti: orgoglio pregiudizio

    Il sito web del Movimento Responsabilità Nazionale, farcito di parole come un tacchino ripieno ma, a differenza di quest’ultimo, desolatamente scoraggiante, par... Leggere il seguito

    Da  Luna Bianca Luna Nera
    CULTURA
  • Adolescenti del nostro tempo...

    Adolescenti nostro tempo...

    Joyce Carol Oates non appartiene - grazie a dio! - a nessuna categoria letteraria ben definita (ammesso che un catalogo siffatto abbia un senso), poiché questa... Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA