Magazine Società

PRIORITARIA, E-MAIL, RACCOMANDATA A.R., FAX o PEC?

Creato il 29 settembre 2011 da Sidast

Pec-posta-elettronica-certificataAvremmo voluto scrivere all’Ast tramite posta prioritaria ma non l’abbiamo fatto perchè quel tipo di spedizione non sarebbe “mai” arrivata a destinazione. Abbiamo pensato alla raccomandata A.R. e, francamente, il nostro poverissimo Sindacato non si può permettere, in tempo di crisi, la folle spesa di 14 € ogni volta, una e-mail “normale” sarebbe stata ignorata dall’Azienda e, allora ci è balenata la folle idea di inviare due e-mail “certificate” di cui abbiamo la disponibilità. Niente da fare, malgrado l’Ast dovrebbe essere in possesso di una PEC, in effetti non si è mai preoccupata, (a differenza nostra che ci siamo sobbarcati a tutta una serie di lungaggini burocratiche alle Poste) di entrarne in possesso ( del resto, tutta l’Amministrazione  Regionale Siciliana, con buona pace dell’ineffabile Brunetta, si ritrova nelle stesse condizioni dell’Ast…..). Alla fine abbiamo deciso di far ricorso ad un semplice fax che, almeno, ci fornisce un “OK” qualora giunga in porto.

Comunque, onde evitare che anche il fax possa essere dichiarato “mai ricevuto”, e per evitare pure di essere tacciati di scritti “anonimi” abbiamo deciso di riportare pubblicamente il testo della missiva sul nostro blog che, ovviamente è su internet e che viene ripreso da Google, Facebook, Liquida e  Paperblog.

L’eventuale risposta dell’Ast  (se mai dovesse esserci fornita) potrà esserci indirizzata pubblicamente o in forma privata al nostro indirizzo.

Ma, ecco il testo:

SINDACATO DIPENDENTI AST/FISU

PALERMO

Spett.le

Consiglio di Sorveglianza

Spett.le

Consiglio di Gestione

Azienda Siciliana Trasporti SpA

LORO SEDI

Palermo, 29 Settembre 2011

Anche se la Costituzione Italiana prevede, in via teorica, che l’assunzione dei dipendenti degli Enti Pubblici (e, di riflesso delle Società partecipate, specie se al 100% da Istituzioni Pubbliche) avvengano tramite selezioni concorsuali ad evidenza pubblica, ciò non avviene senza che la Magistratura  ravvisi ipotesi di reato penale. Le assunzioni a “chiamata diretta” avvengono, pertanto, senza  conseguenza alcuna per chi assume  con  siffatta modalità a meno che gli assunti non risultino in possesso dei titoli richiesti per la copertura dell’impiego stesso.

Nulla da ridere, pertanto, sulle assunzioni effettuate dall’Azienda Siciliana Trasporti  a partire dalla trasformazione in SpA del vecchio Ente Giuridico Regionale  e che, dietro autorizzazione dell’Assemblea Regionale Siciliana ha potuto trasformare in contratti a tempo indeterminato  i contratti a tempo determinato già in essere con diverse decine di dipendenti “precari”.

Nonostante il parere “pro-veritate”  espresso dal Consulente Giuridico aziendale, questo Sindacato ritiene che l’aver trasformato da contratto a tempo determinato a contratto a tempo indeterminato di quattro precari già dipendenti non dell’Azienda ma dalle Società di somministrazione lavoro “Adecco” e “Metis” abbia determinato il reato di “abuso d’ufficio” da parte del responsabile aziendale preposto alle assunzioni e, cioè, del Capo del Personale, individuato nella Persona del Direttore Generale della Società, Ing. Emanuele Nicolosi.

Fatto ancora più grave, l’effettuazione di un concorso a evidenza pubblica, da parte dello stesso Dirigente apicale (Presidente della Commissione Giudicatrice) che ha visto concorrere un solo partecipante  reale ed altri 26 aspiranti ad un posto di Dirigente che sarebbero stati, a nostro avviso, dei semplici  “fantasmi” in quanto o semplicemente inventati o all’oscuro della “partecipazione” alla selezione. In pratica, a parte il pilotaggio del bando di concorso scritto su misura per un solo concorrente in possesso di determinati requisiti, al colloquio si sarebbe presentato soltanto  lo stesso, dichiarato poi vincitore e immesso in servizio.

Questo Sindacato, pertanto, invita le due Strutture in indirizzo, nel sano interesse aziendale, a disporre un’inchiesta interna volta ad accertare la regolarità della selezione e, in particolare,  la provenienza delle e-mail con le quali i 27 concorrenti hanno presentato la propria candidatura, magari attraverso  l’efficiente servizio espletato istituzionalmente dalla Polizia Postale.

Certi che i Responsabili dei due Organismi Societari vorranno attivarsi nella direzione da questo Sindacato indicata procedendo, eventualmente, ai dovuti licenziamenti oltre che al recupero del danno erariale provocato dai due episodi segnalati, restiamo nell’attesa di cortese riscontro e a disposizione  degli stessi Organi per la fornitura della valida documentazione in nostro possesso a sostegno della tesi sostenuta.

Distinti saluti.

IL SEGRETARIO REGIONALE

(Ugo Giuseppe Agati)

N.B: La seconda copia del presente fax,  debitamente firmata in originale, si intende indirizzata al Presidente del CdG di  Ast spa.

PRIORITARIA, E-MAIL, RACCOMANDATA A.R., FAX o PEC?
Condividi su Facebook.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine