Magazine Creazioni

Riciclare fa bene alla GOLA!

Da Farnocchia

Dato che son tornata da poco a casa e non ho bene che minima voglia di tornare in quel mega forno che oggi è Roma, ho deciso di concludere (finalmente) l’articolo “dolcioso” che ho in stand-by da 10 giorni (il che dovrebbe farvi capire che è tornato il momento di rimettersi testa bassa sui libri e prendere le distanze da questo spazio colmo di cazzate).

Le ricette che sto per proporvi sono (e saranno) il metodo più veloce, economico e buono per riciclare tuta quella cioccolata che gira nelle nostre case nel periodo di Pasqua (e che ora mi costringere a rimettermi a dieta ferrea!azz).  I jaulleixe sarebbero fieri di me e del mio riciclo!

:D

Bando alle ciance..cominciamo!

Riciclare fa bene alla GOLA!

- La prima ricetta è stata letteralmente fregata e ritoccata da una (anzi, due) blogger che seguo da un po’ e che propone delle ricettine semplici, belle e buone; le ho fregato anche la foto (anche se sono un po’ diversi dai miei, la foto è davvero bella, a me col cavolo che è venuta così) ma con tutti i riferimenti al suo blog, spero che non me ne voglia!

 Nidi di cioccolata

Ingredienti:
  • 200 gr di cioccolata (a casa mia si mangia amara, ma dato che ero piena di cioccolatini al latte burrosissimi ho mischiato un po’)
  • 50 gr di burro (ho pensato bastasse iò burro già presente nella cioccolata al latte)
    :D
  • 150 gr di cereali corn flakes
  • un cucchiaino di zucchero a velo
  • cannella, uvetta e cocco Q.B. (tranquilli, andate avanti e poi capirete il perchè di questo QB)
Preparazione:
  1. Fate sciogliere il cioccolato (con il burro se l’avete usato) in un pentolino a fiamma bassa; mescolate affinchè diventi una crema.
  2. Una volta tolto il cioccolato dalla fiamma dividete il composto in 3 ciotole ed aggiungete i cereali e lo zucchero a velo, amalgamando bene.
  3. A vostro piacimento inserite cannella, cocco ed uvetta nelle rispettive ciotole così da creare TRE varianti.
  4. Versate nei pirottini di carta, quelli da muffis! Io ho usato delle forme che avevo comprato da IKEA, con 3 (il caso!!) stampe diverse e ad un prezzo stracciato!
  5. Inserite al centro di ogni dolcetto l’uvetta/cocco/cannella rimanente (così da poter riconoscere i vari gusti anche da fuori) e lasciate raffreddare. Se è molto caldo, fate raffreddare in frigorifero.
  6. Staccate dai pirottini e servite.
-La seconda ricetta è sempre stata proposta alla braciolata del 1 maggio, riscuotendo troppo successo per la “difficoltà” della ricetta. Questa per me non è solo
Riciclare fa bene alla GOLA!

http://www.alda-amelia.it/guestblog/ricetta-di-palline-di-cioccolato/

una ricetta, ma rappresenta la mia prima volta in cucina; risale alle elementari quando, per una festa della mamma, ci fecero fare queste palline così goduriose da conservarne la ricetta! Anche qui ho preso una foto dal web perchè non ho fatto in tempo a farla…ehehehe!

Palline di cioccolato

Ingredienti:

  • 300gr biscotti ORO SAIWA
  • 200gr farina di cocco
  • 100gr di burro (io ho dimezzato ed ho aggiunto un goccio di latte una volta creato il composto, giusto per dare una consistenza più adatta per lavorare le palline a mano)
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 2 cuchiai cacao amaro (+altri dei mille cioccolatini che dovevano sparire da casa mia)
  • 50gr cognac
Preparazione:
  1. Sbriciolate i biscotti, senza farli diventare polvere!
  2. Sciogliete la cioccolata ed unitela ai biscotti.
  3. Aggiungete il burro, ed il cacao e mescolate il tutto; la farina di cocco io l’ho usata solo per decorare alla fine, ma se volete aggiungerne un po’ al composto vedet voi (sono comunque eccezionali)
  4. Una volta data una certa uniformità al tutto aggiungete lo zucchero ed il cognac.
  5. Quando la consistenza sarà abbastanza omogenea e solida potete iniziare a preparare le palline (se invece si sembra poco densa, mettete il tutto il frigo per quanto ritenete opportuno)
  6. Lavorate il composto a mano per formare le palline (consiglio:lavorate con le mani umide, la cioccolata si appiccica di meno alle mani) e passatele nella polvere di cocco (io ho usato anche il cacao e delle palline di zucchero colorate che quel genio di mia madre ha comprato per decorare i dolci).
  7. Lasciate in frigo per una notte e servite freddi.
Bene.  Ora che vi ho svelato le mie due ricettine super-veloci e di gran scena posso anche buttarmi sul letto a vedere GLEE! Il primo che mi dice “ma io sono impedito/a a cucinare..”  sapete dove gli infilo le palline??!?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :