Magazine Calcio

Roma - Lazio 2 - 0

Creato il 14 marzo 2011 da Quincybros
Roma - Lazio 2 - 0

SERIE A TIM
XXIX Giornata

13/03/2011

Roma – Lazio 2 – 0

Marcatori: Totti (R) al 70’ e al 93’ (rig.)
Ammoniti: Lichtsteiner (L), Vucinic (R), De Rossi (R), Pizarro (R), Totti (R)
Espulsi: Radu (L), Ledesma (L)
Doni 6 Passa un tranquillo pomeriggio a guardasse le foto delle vacanze sull’I-Phone. Ogni tanto je tocca respinge un cross, ma tanto per guadagnasse er lauto stipendio. Solo Floccari prova a faje buh pe’ metteje paura, ma la palla sfila mestamente a lato.
Burdisso N. 7 Annienta letteralmente Zarate, pare la torre de Pisa, penne penne ma nun casca e nun ce casca alle solite finte dell’argentino. Tarmente infocato da potello considera’ la Torcia Umana.
Riise 7 Roccioso come non lo si vedeva da tempo. Je mancano le scaje marroni e le mutanne azzurre e poi lo pigliano nei Fantastici Quattro.
Mexes 7 Ne piglia e ne da’, ma non si scompone poi troppo. Partita perfetta resa piu’ semplice dal nulla dell’attacco avversario. Nessun tiro nello specchio di Doni ne e’ la prova provata. E’ come la Donna Invisibbile, pare che nun c’e’ e poi t’ariva una schicchera dietro le recchie.
Juan 7 E’ il capo dei Fantastici Quattro, allunga all’inverosimile le zampone e porta via tutto quello che va estirpato. Ha sul destro la palla del vantaggio, ma non e’ un attaccante e in questo caso si vede.
Pizarro 7 Scheggia la traversa con un siluro Udinese – Style. Poi comanda il gioco, non butta mai via la palla e si procura la punizione dal limite che Totti trasformera’ nel goal del vantaggio. E’ tornato il bel giocatore delle scorse stagioni, e il gioco della Roma se ne giova assai.
De Rossi 6,5 Bramantino nostro oggi non c’aveva tanta voja de fa’ cappelle. In effetti non commette errore alcuno, anche se si spreme piu’ per la fase di copertura che per quella di avvio della manovra.
Perrotta 6 Concreto e mai appariscente come suo solito, e’ un portaborse e non diventera’ mai Ministro, ma serveno pure questi.
Menez 5 E’ l’unica nota stonatissima della giornata. Offre una palla d’oro a Juan nell’unico spunto che e’ capace di produrre in tutti i sessanta minuti in cui ha razzolato per il campo in cerca di qualcosa da fumarsi.
Totti 8 Torna Capitano e siccome non e’ decisivo, ne fa due per la prima volta in un derby. Partita esemplare anche nel non cadere nelle provocazioni di Biava, che lo scalcia in continuazione, e soprattutto Matuzalem, che con la prima lama taglia il pelo e poi, prima che rientri, glielo estirpa alla radice. E meno male che i rosiconi so’ i giallorossi.
Vucinic 6 Vaga talentuoso senza pero’ mai rendersi veramente pericoloso.
Taddei 6 Da’ quella concretezza che Menez non avra’ mai, pur con i limiti tecnici che ormai palesa in continuazione.
Simplicio 8 Squassa la difesa avversaria e i nervi altrui e in quindici minuti chiude il derby.
Castellini sv Entra per bersi l’ultimo bicchiere di aranciata quando ormai le gnocche sono andate tutte via con i rispettivi accompagnatori.
Muslera 5 Accecato dal mortale raggio laser del Dottor Destino, piglia un gollonzo che se lo pigliava Doni lo avrebbero crocifisso. Se fara’ ricovera’ all’oftalmico tanto pe’ fa’ un po’ de cagnara sui giornali, ma resta una pippa.
Lichtsteiner 5 Affonda turgido ma si affloscia davanti alla Cosa – Riise. In effetti ieri era come dare pisellate ad un muro di granito.
Radu 2 Perde completamente la brocca e fa un roba che manco in Parrocchia. E senza raggi laser.
Stendardo 5,5 Provoca un mezzo rigore ma viene graziato da Tagliavento, poi la ributta lontano appena puo’ in ogni occasione in cui c’e’ da spazzare il salotto.
Biava 5 Non riesce mai ad anticipare Totti e allora inscena una cavallina continua a suon di ginocchiate nella schiena. Inspiegabilmente non rimedia manco un cartellino giallo, ma tant’e’.
Matuzalem 4 Cerca de sfregia’ er pupone, chissa’ se la prova televisiva rendera’ giustizia.
Ledesma 5 Colla bocca all’ingiu’ pure quanno ride, figuramose ieri che scajava. Alla fine l’arbitro lo caccia perche’ a forza de protesta’ j’aveva aggelato li cojoni.

Hernanes 5
E’ l’unico a tentare la soluzione da fuori, ma non becca mai lo specchio della porta. E’ forte, fortissimo, un campione vero, un fenomeno… ma nun s’e’ visto mai.
Sculli 4,5 Lo si nota solo quanno c’e’ da fa’ er coatto. Allora spiana la riga in mezzo, intozza i bicipiti e parte, ma ndo parte, ma ndo vai che sei arto un metro e mezzo? Si sfragne contro la diga Riise come un’ondina anomala nel fiume della noia del gioco biancoceleste.
Zarate 4 Non la passa mai, non passa mai, pare passasse di li' ma poi e’ passato di moda.
Floccari 5 Una sola inzuccata a fil di palo ma per il resto non vede palla.
Kozak 5 Entra e piglia a schiaffi Mexes. Er solito minestrone.
Mauri 5 Non la struscia mai. Ma e’ entrato pe’ davero o ha fatto finta?

Brocchi sv Si salva solo perche’ entra e la partita finisce.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines