Magazine Attualità

Rugby: il JWC sbarca in Lombardia

Creato il 27 marzo 2015 da Retrò Online Magazine @retr_online

Dal 2 giugno il Junior World Championship, la Coppa del Mondo Under 20 di rugby, sarà di casa nella Lombardia orientale.

È stata scelta la Lombardia, nell’anno dell’EXPO milanese, come sede per la Coppa del Mondo Under 20 di rugby. La zona compresa tra le province di Brescia, Mantova, Parma e Cremona ospiterà nel prossimo giugno la più importante competizione per nazionali giovanili del mondo rugbistico, organizzata dall’International Rugby Board (IRB).

Non è la prima volta per la Junior World Championship sul suolo italiano: già nel 2011 si svolse nel nostro Paese, in quell’occasione nel Veneto, culla del rugby nostrano. Fu un successo, che ora la Federazione Italiana Rugby (FIR) punta a bissare e superare nella prima regione per numero di tesserati.

Gli stadi della Junior World Championship 2011 e 2015

Nell’edizione veneta del 2011, ad ospitare gli astri nascenti del rugby mondiale furono lo stadio Comunale di Monigo, sede della franchigia celtica del Benetton Treviso, il Plebiscito di Padova, sede del Petrarca Padova, ed il Mario Battaglini di Rovigo, sede del Rugby Rovigo Delta. Ad ospitare la finale fu invece uno stadio di tutto rispetto, l’Euganeo di Padova, casa del Calcio Padova, dove per la partita conclusiva accorsero ben diecimila spettatori paganti.

Per l’edizione 2015 ospitata dalla Lombardia si punta ancora a sfruttare fin dove possibile gli stadi che hanno fatto e faranno la storia del rugby italiano. Si giocherà così al “Peroni Stadium”, originariamente chiamato San Michele, di Calvisano (Brescia). La casa dei quattro volte Campioni d’Italia in carica, tuttavia, necessita di un ampliamento per poter ospitare l’evento, poiché finora è attrezzato per soli tremila posti circa. A farsi carico dell’investimento saranno Regione Lombardia, il Comune di Calvisano (di cui Alfredo Gavazzi, presidente della FIR, è stato in passato consigliere) e la società Rugby Calvisano.

Oltre a Calvisano, le partite verranno giocate anche allo stadio Luigi Zaffanella di Viadana (Mantova), dove gli investimenti della FIR per la scomparsa franchigia degli Aironi hanno permesso al ridimensionato club padano di giocare, ancora oggi, in uno stadio in grado di ospitare senza problemi eventi come questo.  Tuttavia, i 6000 posti a sedere dello Zaffanella sono sprecati per un club come il Rugby Viadana, uscito ridimensionato dalla vicenda Aironi, con un budget drasticamente ridotto nelle ultime stagioni e la difficoltà ad agguantare i play-off scudetto e riportare sulla riva del Po le coppe europee che contano.

Per non allontanarsi troppo dalla zona, gli organizzatori dell’evento hanno preferito portare in Emilia, precisamente a Parma, qualche partita. Parma è anche la sede della franchigia federale delle Zebre Rugby, che nel 2012 ha sostituito nella Lega Celtica gli Aironi di Viadana citati poco fa. Lo stadio delle Zebre, recentemente intitolato al rugbista Sergio Lanfranchi (precedentemente lo stadio veniva chiamato XXV aprile), è stato ben progettato e, oltre ad una buona capienza, ha una sua fisionomia facilmente riconoscibile, cosa che di rado accade ad uno stadio di rugby in Italia. A Parma, inoltre, ha sede la principale Accademia FIR, nata con l’intento di formare i giovani talenti italiani. Anche un’altra accademia federale, seppur di minore importanza, si trova nella zona interessata dall’evento: è a Remedello, nella pianura bresciana, poco distante da Calvisano.

Per ospitare la finale, come già fecero in Veneto nel 2011, si è pensato di ricorrere ad uno stadio di calcio dal passato glorioso: il Giovanni Zini di Cremona, dove gioca le partite casalinghe la Cremonese. Lo Zini dispone di oltre 20mila posti a sedere ed ha già ospitato, nel novembre 2013, il test-match tra la nostra Nazionale maggiore e le Isole Fiji, vinto dagli azzurri con il risultato di 37-31.

Le polemiche su Calvisano.

In concomitanza con la Finale Scudetto del campionato d’Eccellenza 2013-14, che ha visto la sfida tra le compagini di Calvisano e Rovigo al San Michele di Calvisano – vinto 26-17 dai padroni di casa – sono scattate numerose polemiche riguardo lo stadio (oltre a quelle sulla conduzione di gara del signor Damasco di Napoli, non apprezzata dai rovigotti). Troppo piccolo, secondo i tifosi rossoblù, per ospitare una finale. Peccato che ne avesse già ospitata una, due anni prima, ma in quel caso nessun tifoso dei Cavalieri Prato ha montato polemiche pretestuose. Alla luce di quelle polemiche risalenti al maggio 2014, è facile immaginare la reazione dei sostenitori rovigotti nell’apprendere che le partite della prossima Junior World Championship verranno giocate anche al San Michele. Ora, con l’ampliamento tanto agognato, lo stadio di Calvisano potrà ospitare senza problemi i tifosi del Rovigo per le finali Scudetto dei prossimi anni.
Inoltre c’è chi domanda perché non si siano voluti coinvolgere stadi veneti. Ma come ha spiegato il presidente Gavazzi, il Veneto ha avuto il suo torneo nel 2011, questo è da svolgersi in Lombardia (con un tocco d’Emilia) ed il prossimo, se l’Italia avrà ancora l’onore di ospitare questo  torneo, si svolgerà quasi sicuramente tra Roma e L’Aquila.

 

Le partite ed il programma.

Il torneo comincerà il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, e si concluderà con la premiazione della squadra vincitrice sabato 20 giugno allo stadio Zini di Cremona. La nazionale che, perdendo tutte le partite, si piazzerà in dodicesima posizione, retrocederà nel campionato di seconda fascia, il Junior World Rugby Trophy.

 

Martedì 2 Giugno

Stadio San Michele di Calvisano (Brescia)
Ore 16:30 Francia-Galles
Ore 18:30 Inghilterra-Giappone
Ore 20:30 Italia-Sudafrica

Stadio Lanfranchi di Parma
Ore 16:30 Irlanda-Argentina
Ore 18:30 Australia-Samoa
Ore 20:30 Nuova Zelanda-Scozia

Sabato 6 Giugno

Stadio San Michele di Calvisano (Brescia)
Ore 16:30 Irlanda-Scozia
Ore 18:30 Nuova Zelanda-Argentina
Ore 20:30 Inghilterra-Galles

Stadio Lanfranchi di Parma
Ore 16:30 Francia-Giappone
Ore 18:30 Sudafrica-Samoa
Ore 20:30 Italia-Australia

Mercoledì 10 Giugno

Stadio San Michele di Calvisano (Brescia)
Ore 16:30 Argentina-Scozia
Ore 18:30 Italia-Samoa
Ore 20:30 Sudafrica-Australia

Stadio Zaffanella di Viadana (Mantova)
Ore 16:30 Inghilterra-Francia
Ore 18:30 Galles-Giappone
Ore 20:30 Nuova Zelanda-Irlanda

Lunedì 15 Giugno

Stadio San Michele di Calvisano (Brescia)
Si giocheranno le semifinali per i piazzamenti dalla prima alla sesta posizione.

Stadio Zaffanella di Viadana (Mantova)
Si giocheranno le semifinali per i piazzamenti dalla settima alla dodicesima posizione.

Sabato 20 Giugno

Stadio Zaffanella di Viadana (Mantova)
In mattinata si giocheranno le finali per il settimo, nono ed undicesimo posto.

Stadio Zini di Cremona

Le finali per il primo, terzo e quinto posto della Coppa del Mondo Under 20 di rugby si giocheranno in serata.

Tags:2011,2015,Aironi,Calvisano,Cremona,expo,expo 2015,Expo Milano,FIR,giovanili,IRB,Italia,Italrugby,Junior World Championship,Lanfranchi,lombardia,milano,Parma,Peroni Stadium,Rovigo,rugby,San Michele,Under20,Viadana,Zaffanella,Zebre,Zini Next post

Articolo piu recente.

Related Posts

AttualitàPoliticaPrima PaginaRomaSocietà & Cultura

1992-2015: Tangentopoli che ritorna?

Altri SportIl corriere SportivoPrima Pagina

Milano-Sanremo: trionfa Degenkolb

Altri SportIl corriere SportivoPrima Pagina

Sei Nazioni: vince l’Irlanda, Galles espugna Roma

PoliticaPrima Paginaretrò personaggioRoma

Michele Sindona: il Grande Disegno


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :