Magazine Attualità

Serie A: la Viola frena la Juve, solo pari

Creato il 05 dicembre 2014 da Retrò Online Magazine @retr_online

Questa volta, Fiorentina e Juve non regalano il solito spettacolo visto nelle ultime stagioni al Franchi: l’incontro, che regala poche emozioni e tanto agonismo, termina a reti inviolate.

Prima di concentrarci sul match, è importante sottolineare la sua importanza. Infatti, la sfida tra gigliati e bianconeri non è una partita come le altre, e lo sanno sia i tifosi della Viola sia quelli juventini – reduci da un altro incontro di fuoco –, che sono da sempre rivali. Non è derby, ma quasi, vista l’accesa rivalità che contrappone anche le società. Tra i tanti ricordi che affiorano guardando questi colori scendere in campo per affrontarsi non si può non citare, per i cuori bianconeri, la perla di Alessandro Del Piero – che, 20 anni fa, il 4 dicembre 1994, completò all’89’ una pazza rimonta iniziata dalla doppietta di Vialli con un fantastico lob al volo di esterno destro a scavalcare il portiere avversario, Francesco Toldo –, per i cuori viola, la tripletta da sogno di Pepito Rossi (il grande assente stasera), capace di far risorgere i suoi da un iniziale doppio svantaggio fino all’estasi della vittoria finale: da 0-2, Tévez-Pogba, a 4-2, triplo Rossi-Joaquín, e Vecchia Signora domata.

Tornando al calcio giocato, la squadra di Montella, reduce da 3 vittorie esterne, di cui una in Europa League, e in cerca di continuità di risultati, scende in campo con l’11 migliore; Allegri, invece, che arriva dal successo insperato col Torino, tra infortuni, squalifiche e impegno europeo, rivoluziona modulo e alcuni interpreti.

Formazioni ufficiali:

Fiorentina col 3-5-2: Neto; Savić, Rodríguez, Basanta; Joaquín, Mati Fernández, Pizarro, B. Valero, Alonso; Cuadrado, M. Gómez. All: Montella.

Juventus col 3-5-2: Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Pereyra, Vidal, Pirlo, Pogba; Evra; Llorente, Coman. All: Allegri.

FIORENTINA 0 – 0 JUVENTUS

Match poco spettacolare nel primo come nel secondo tempo. In campo, regna l’equilibrio e nessuna delle due formazioni riesce a spuntarla sull’altra. I primi 45′ di gioco vedono i padroni di casa più propositivi degli ospiti, che, tuttavia, concedono pochissimo e, in compenso, creano altrettanto poco. I più attivi sono Pogba, che si mette in mostra con alcune sue strepitose giocate, e Coman, che offre buoni spunti e garantisce tanta velocità e imprevedibilità. Tra i gigliati, Gómez fa a sportellate con Chiellini, e i due non se le mandano a dire, mentre Cuadrado mette in apprensione la difesa bianconera con la sua rapidità, ma anche lui non è molta roba stasera.

Nella ripresa, la Juve parte col piglio giusto e alza il baricentro, schiacciando la Fiorentina nella propria metàcampo. Ma i bianconeri peccano di precisione e Pogba, talvolta, è troppo lezioso e fa sfumare così buone occasioni. Si resta, quindi, sullo 0-0 e i vari pericoli scampati danno fiducia alla Viola che si ripropone in avanti ma senza esito. Si giunge così al 94′ senza che nessuna delle due compagini sia riuscita a trovare il pertugio giusto per accaparrarsi i 3 punti e il merito va soprattutto alle difese, perfette stasera.

La Juve esce dal Franchi con un solo punto e sale a quota 35, in attesa della Roma che potrebbe avvicinarsi a -1. Un punto anche per la Fiorentina che, invece, si porta a 20 punti. Ora per entrambe l’attenzione si sposta agli impegni europei: bianconeri che ospitano gli spagnoli dell’Atlético Madrid in un match delicato per la qualificazione; gigliati in casa con la Dinamo Minsk.

Tags:Allegri,calcio,Coman,Cuadrado,fiorentina,firenze,franchi,Gomez,Italia,juve,juventus,montella,pirlo,pogba,Serie A,sport Next post

Articolo piu recente.

Related Posts

CalcioIl corriere Sportivo

13^ di Serie A: dal boia al Gareth Bale nostrano, top e flop

AttualitàEconomiaInformaticaPrima PaginaTecnologia

ExtraVerso, startup creativa di due giovani italiani

CalcioIl corriere Sportivo

Calcio estero: Madrid è tragedia; Klopp affonda

CalcioIl corriere Sportivo

Serie A: prova di forza della Roma, Inter KO


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog