Magazine Attualità

Serie A: una settimana da Dio per la Roma, Cagliari KO

Creato il 21 settembre 2014 da Retrò Online Magazine @retr_online

La domenica di Serie A delle 15 ha regalato alla Roma di Garcia tre punti fondamentali per tenere il passo della Juventus e rimanere a punteggio pieno. Battuto, infatti, il Cagliari dell’ex Zeman: 2-0 il risultato finale con i lampi di Destro e Florenzi.

Erano tanti i timori per una settimana che poteva causare gravi problemi alla squadra giallorossa: l’esordio in Champions League, e l’impegno non facile contro il Cagliari del boemo, potevano causare problemi ma non è stato così. La squadra ha reagito bene e ha mostrato le sue migliori potenzialità.

La partita si è mostrata per quel che si aspettava: il Cagliari si è presentato in modo spavaldo all’Olimpico subendo così un uno-due grazie ai goal di Mattia Destro e Alessandro Florenzi.

Proprio il centrocampista della Nazionale italiana ha dimostrato di poter fare la differenza quando i giocatori con più estro non riescono a lasciare il segno. L’assist per il bomber ritrovato, forse mai perso, Destro e il goal hanno fatto esplodere la Florenzi-mania, che ha ricevuto il giusto plauso da parte dei tifosi e dei compagni. Antonio Conte può gongolare dopo la prestazione dell’ala romanista che, al momento del goal, è andato ad abbracciare la nonna. Per tale situazione, il giovane è stato ammonito e come da regolamento nello spogliatoio della Roma pagherà una multa. Rimane comunque il lato positivo di un gesto del tutto impulsivo e di grande amore nei confronti di chi, come la sua “seconda” mamma, segue il suo “Alessandro” in ogni partita all’Olimpico sgridandolo anche in caso di goal sbagliati.

Il resto della partita non offre niente di eclatante con una Roma che gestisce il doppio vantaggio e il Cagliari che ha cercato di rientrare invano in partita.

TOP & FLOP

Chi sale – Alessandro Florenzi 7,5: spesso in mezzo a molti campioni non viene dato spazio ad un importante elemento non solo per la Roma ma anche per la Nazionale italiana dove Conte lo considera uno dei giocatori su cui puntare. MAGICO!

Chi scende – Zeman 5: rimane un allenatore fermo nelle sue idee senza cambiare una virgola. Il calcio è cambiato e lui non lo vuole capire. Il 4-3-3 non si adatta ad una squadra che non ha i giocatori per farlo. NON MANGIA IL PANETTONE

Print Friendly

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog