Magazine Per Lei

Sono donna e dico basta

Creato il 31 gennaio 2011 da Martatraverso

Sono donna e dico bastaIn questi giorni Repubblica ha lanciato l'ennesima campagna dell'indignazione, questa volta contro la mercificazione della showgirl messa in atto nell'era del bunga bunga. Negli stessi giorni su Facebook si è diffuso l'invito a cambiare la propria immagine di profilo per riscoprire le grandi donne del passato (per la cronaca, io ho scelto Anais Nin) e permettere a quelle del presente di avere modelli diversi di identificazione e non inibire lo sviluppo di quelle del futuro.
Premesso ciò, nel mio riflettere sulla vicenda ho anche io alcuni basta! da dire.
Basta dover accendere la tv e comprare il giornale per sentire sempre e solo parlare di Berlusconi. Un uomo che non avrebbe dovuto neppure entrare in Parlamento (figuriamoci governare il Paese), visti i processi che ha in corso: di fronte all'essere stato membro della P2, aver avuto legami con la mafia (dallo stalliere in su) ed essere accusato come uno dei mandanti della morte di Borsellino, trovo un po' triste che si urli alle Dimissioni! solo per l'essersi portato a letto fior fior di soubrette.
Basta gridare all'Orco solo perché è andato a letto con prostitute minorenni. Minorenni sì, ma perfettamente consapevoli di ciò che stavano facendo. Quest'uomo non è un orco: è solo un povero vecchio che nella vita ha accumulato soldi e potere ma non gli è bastato per essere meno solo. E' un uomo solo e infelice, e prima che scandalizzarmi mi fa una gran pena.
Basta elogi della stupidità in tv, dove i talk show di politica non sono poi così diversi dai concorrenti del Grande Fratello che si scannano a vicenda. La prima serata offre quasi ogni giorno ottimi telefilm americani e per tutto il resto ci sono i libri e YouTube, perché consumare a vuoto i tasti sbagliati del telecomando?
Basta ridurre tutto alla politica. Ha ragione Emma Bonino quando dice che in Italia non c'è democrazia ma partitocrazia, ci sono questioni di fronte alle quali non dovrebbe esserci battaglia politica che tenga. I giornali dovrebbero parlare meno di Arcore, Montecarlo e Lingotto, e di più di libertà di scelta.
La scelta su chi amare, su essere o non essere madre, su come morire. La scelta di fare il percorso di studio e lavoro che più piace e non abbassarsi a quello che offre il mercato. La scelta di quali amici frequentare, se avere o meno una fede religiosa. La scelta di portare o meno un velo sulla testa. La scelta di quale giornale leggere, di essere o meno iscritti ai social network. La scelta di cosa indossare. La scelta di come vivere.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Sono come un pesce

    Le cose cambiano, anche in Spagna. Anche il fatto che se sei straniero a volte te lo fanno pesare... Ma ricapitoliamo.Pochi giorni fa io e Buddha stavamo bevend... Leggere il seguito

    Da  Selena
    ITALIANI NEL MONDO, PER LEI
  • Dove sono le batterie?

    Dove sono batterie?

    “Ha detto mamma è pipì l’acqua”“ha detto mamma è inita l’acqua”“ha detto mamma etti l’acqua a calla”“ha detto mamma che calla eve fae la pappa”“ha detto mamme ... Leggere il seguito

    Da  Marlenetrn
    FAMIGLIA, MATERNITÀ, MUSICA, PER LEI
  • Ma come sono bella!!!

    come sono bella!!!

    Ebbene si….finalmente dopo giorni e giorni di trasandatezza mi sono decisa e oggi pomeriggio ho tagliato i capelli e fatto una bella ceretta…e anche le ciglia!!! Leggere il seguito

    Da  Sabby
    PER LEI
  • Felicità e infelicità non sono un destino

    Felicità infelicità sono destino

    Affermava Jerry Lewis che la felicità non esiste, di conseguenza non ci resta che provare a essere felici senza. Invece, non solo la felicità esiste, ma, come... Leggere il seguito

    Da  Leragazze
    PER LEI, SALUTE E BENESSERE
  • Le parole sono pietre: provocano infiammazioni

    parole sono pietre: provocano infiammazioni

    Un équipe di psicologi dell’Università di California ha sottoposto un gruppo di volontari a situazioni sociali stressanti, mettendoli cioè di fronte a persone... Leggere il seguito

    Da  Leragazze
    PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI, SOCIETÀ
  • Sono una statistica vivente - 2

    Sono statistica vivente

    Circa due anni fa scrivevo questo post, affaticata e scoraggiata dopo il rientro al lavoro dalla prima maternità. Allora scoprivo di riassumere in me tutte le... Leggere il seguito

    Da  Littleelo
    BAMBINI, FAMIGLIA, MATERNITÀ, PER LEI
  • Io sono mia

    Ho già fatto intuire la mia opinione sullo stato attuale della condizione femminile quando ho postato delle immagini che sono state disgustosamente apprezzate d... Leggere il seguito

    Da  Lazitellaacida
    PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI