Magazine Italiani nel Mondo

Televisione

Da Marinachieri1
Televisione
E mentre su Singapore si scatena il quotidiano nubifragio monsonico (che poi mi chiedevo: ma come mai in Italia ogni autunno c’e’ un’alluvione disastrosa e a Singapore, con tutta l’acqua che viene, alla peggio si allaga qualche negozio del centro???) noi parliamo di: televisone! Eh si, voi li’ avete il dibattito dei fantastici 5 del PD, ma anche qui a Singapore non si scherza per niente. Non e’ che ci siano dibattiti o tribune politiche o programmi di attualita’ o informazione. No, non c’e’ proprio nulla! E noi abbiamo fatto anche un abbonamento per vedere extra film, notizie, sport e serie. Si, non abbiamo preso tutto tutto tutto (braccini) ma insomma sembrava decente. L’unica cosa fatta bene son le news: BBC World, che pero’ e’ il canale piu’ noioso del mondo, CNN Asia che non e’ male e America (che ha l’ora sfasata e non interessa nulla) + CNBC (tutto business, che palle!) e qualcosa d’altro. Per quanto riguarda i film la programmazione della RAI in agosto e’ meglio. Ieri c’era la Mummia 27 (non so a che numero sono arrivati), vari trash americani incomprensibili, horror, e dulcis in fundo Arthur (in italiano Arturo). Ve lo ricordate? Quello con la colonna sonora di Christoper Cross. Ho ancora in mente la battutona di un mio compagno di classe: Christoper cross e la Madonna segna (andavamo a scuola dai preti)! Quindi non proprio recente direi. Poi abbiamo visto tutti gli 007 della storia e siamo anche allietati dal canale MGM (Metro Golden Mayer) che fa solo film dagli anni ’50 indietro. L’altra sera c’era “Il vecchio e il mare” con Spencer Tracy: in bianco e nero, sfondo fisso grigio e lui seduto su una qualche tavoletta che simula il movimento della barca. Menomale che sono arrivati gli effetti speciali!! I documentari sono quasi tutti criptati tranne uno che l’altra sera prometteva un’ora sui predatori piu’ feroci: che bello, un po’ di felini e orsi polari. Noooo. C’era il sepente a sonagli e la tarantola pelosa. Ma dai! Ho girato dopo 3 minuti. Quindi cosa guardo? Canale koreano e canale giapponese in inglese. Il canale koreano ogni tanto fa programmi culturali sul paese o sull'Asia (tipo racconta quali popolazioni usano le bacchette per mangiare o simili) che possono essere anche interessanti. Per il resto fa soap e musica pop. Entrambi vanno alla grande. Il pop koreano in particolare ve lo raccomando: si tratta di 4 o 5 teenagers, tutti maschi o tutte femmine, che fanno una performance tipo Backstreet boys o Spice girls. Conenuto musicale zero e coreografie forse 1. In piu’ la regia, invece di inquadrarli tutti insieme, si sofferma sul primo piano di ciascuno per cui dopo 2 minuti hai il mal di mare. Pero’ han successo!!! Il canale giapponese e’ piu’ noiso di BBC World: fa programmi in cui visita posti improponibili del Giappone, e l’inviato e’ di solito l’uomo (o la donna) piu’ triste della terra, oppure programmi in cui spiegano ricette giapponesi complicatissime, soprattutto perche’ usano prodotti che hanno solo loro. Mah. L’altra sera pero’ c’era un documentario che e’ andato avanti un’ora su un tipo che aveva fatto il dottore per circa 10 anni e si e’ scoperto che non era nemmeno laureato in medicina! Da noi di solito esce un trafiletto sul Corriere…. Quindi e’ vero che italiani e giapponesi hanno molto in comune! Oltre al dottore truffaldino, la mafia, la longevita’ dei suoi abitanti, la cucina super varia, il machismo della popolazione maschile, scarso tasso di nascita, alto debito pubblico… Basta che mi intristisco. Tornando alla televisione ho fatto questo pensiero: ma non e’ che la programmazione e’ cosi’ scadente perche’ vogliono che le giovani coppie singaporeane spengano la TV e incrementino l’indice delle nascite???? CANNOT!!!!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog