Magazine Poesie

This thing called love, I just can’t handle it.

Da Ladylindy

This thing called love, I just can’t handle it.

Οἱ μὲν ἰππήων στρότον οἰ δὲ πέσδων
οἰ δὲ νάων φαῖσ’ ἐπ[ὶ] γᾶν μέλαι[ν]αν
ἔ]μμεναι κάλλιστον, ἔγω δὲ κῆν’ ὄτ-
τω τις ἔραται.

(Saffo, frammento 16)

 

Como pode ser gostar de alguém
E esse tal alguém não ser seu
Fico desejando nós gastando o mar
Pôr do Sol, postal, mais ninguém

(Vanessa Da Mata, Amado)

Eros, come tagliatore d’alberi
mi colpì con una grande scure,
e mi riversò alla deriva
d’un torrente invernale.

(Anacreonte)

 

Bè, in questo clima fra San Valentino e San Faustino, arriva (e prima o poi sarebbe dovuto succedere) il post melenso, sdolcinato, picci picci amore amore, sulla situazione sentimentale. La mia, più precisamente. Insomma, dopo questa valanga di citazioni, io ancora mi ci devo raccapezzare. Il tema dell’Amore è uno di quegli argomenti che proprio non si riesce, tutti i filosofi ci hanno sprecato almeno un anno di vita, per non parlare di poeti, cantanti, scrittori e compagnia bella. Se perfino Dante aveva difficoltà a definire ‘sto coso strano, e non parliamo di mio cugggino, cosa mai potrei dire io? Manco un balbettio monosillabico. Fatto sta che non ci capisco più niente. Cioè, come capisci che piaci ad un ragazzo? Come capisci che un ragazzo ti piace? Io ‘ste cose le vivo tutti i giorni. E vi prego, niente consigli da La posta del cuore di Zia Adelfa o da Chiedi a Cioè. E’ che a volte mi sembra tutto troppo grande. E, se magari in certe circostanze posso ritenermi anche abbastanza matura, quando si parla di sentimenti amorosi et similia cambio sempre discorso. Forse perché credo che non esistano parole umane per definire/descrivere/spiegare/raccontare certi sconvolgimenti, nemmeno i versi dei poeti più bravi dell’Universo. Magari i migliori ci si avvicinano, tipo Battiato (“Questo sentimento popolare nasce da meccaniche divine”). Ma mi sembra di avventurarmi nell’ignoto, e l’ignoto mi spaventa. Riuscirò mai a liberarmi?

P.S. Sto seguendo, fra le tag, il consiglio strategico della Ragazza con la Valigia. Capirete…

 

  


 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Ultimi giri per la città

    Ultimi giri città

    Non poteva mancare il solito giro verso corso Como e porta Garibaldi. Mi entusiasmano quelle geometrie, quei cristalli, la guglia che è simbolo dei nuovi... Leggere il seguito

    Da  Loredana V.
    OPINIONI, TALENTI
  • Dieter M. Gräf - Quattro poesie

    Dieter M. Gräf è nato nel 1960 e vive attualmente tra Colonia e Berlino, dopo aver vissuto a Roma, New York e Vézelay (FR). E' poeta, con all'attivo diverse... Leggere il seguito

    Da  Ellisse
    POESIE, TALENTI
  • Giochiamo a cosa vorremmo fare da grandi?

    Giochiamo cosa vorremmo fare grandi?

    Facciamo che non esistono le leggi, che non ci sono i cazzi e mazzi dei soldi, delle ragionate profonde, del senso di responsabilità e decenza. Leggere il seguito

    Da  Patalice
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • #Santigabbatipassatalafesta.

    La città è in fermento per l'esposizione. Non starò qui a cercare di capire cosa esporremo davvero ne a criticare la frenesia che le date epocali suscitano... Leggere il seguito

    Da  Stanford
    PER LEI, PSICOLOGIA, TALENTI
  • Sempre Milano

    Sempre Milano

    Mi sono divertita un mondo a leggere ieri l’articolo sul Giornale dove in un prestigioso locale milanese alcuni gourmet invitati ad assaggiare degli hamburger... Leggere il seguito

    Da  Loredana V.
    OPINIONI, TALENTI
  • Domenica quasi sera

    Domenica quasi sera

    , passeggiata nel corso: i lampioni smorzati, le vetrine,  l’acciottolato e la gente, qualche incontro, un saluto poi niente. E’ più freddo la sera: il sole... Leggere il seguito

    Da  Nuvolesparsetraledita
    DIARIO PERSONALE, TALENTI

Magazines