Magazine Cultura

Un sentimento pericoloso di Suzanne Enoch

Creato il 31 luglio 2012 da Junerossblog
Un sentimento pericoloso di Suzanne EnochSamantha Jellicoe è una ladra e ne è orgogliosa. Amante delle cose belle, non esita a procurarsele rubando ai ricchi le loro opere d’arte. Tutto cambia, però, la notte in cui tenta un furto in una villa a Palm Beach: l’esplosione di una bomba uccide una guardia e lei finisce per salvare la vita del padrone di casa, il playboy miliardario Richard Addison. Samantha è una ladra, è vero, ma se qualcuno pensa di farla passare per un’assassina si sbaglia di grosso. E se Richard è abituato a essere assediato dalle donne, quella che ha trovato in casa sua non sembra affatto interessata a lui. Però è vivo solo grazie a lei, l’unica a potergli dare le risposte che cerca. Così, fra gli intrighi del mondo dorato di Palm Beach, la seducente Samantha e l’affascinante Richard seguiranno gli indizi per scoprire anche il mistero di ciò che li unisce.
Vi ricordiamo che questo romanzo fa parte di una serie dedicata alla protagonista Samantha. La serie al momento e' cosi composta:1- Un sentimento pericoloso( agosto 2011 - Emozioni)2-  Amore spericolato ( agosto 2012 - Emozioni)3-  Billionaires Prefer Blondes4- Twice the Temptation”5- A Touch of Minx”.Per leggere la nostra Bocca di Rosa, cliccate su continua a leggere. Direttamente dalla scrivania di LullibiIn attesa dell'uscita di "Amore spericolato" di Suzanne Enoch, secondo episodio della saga con protagonista Samantha Jellicoe, ho letto "Un sentimento pericoloso"  per la seconda volta e, a un anno dalla prima, le sensazioni sono le stesse: leggere questo libro è stato, per me, come guardare un film.Nella parte del protagonista Richard "Rick" Addison, voglio AS-SO-LU-TIS-SI-MA-MEN-TE il Pierce Brosnan (un po' più giovane di adesso certo) di "Gioco per due". Chi ha visto il film penso mi darà ragione, anche se i ruoli sono ribaltati. Per la protagonista non so... uff... mi interessa di meno, ecco...Rick è un imprenditore inglese, multimiliardario, affascinante (alto, capelli folti e neri, occhi grigi freddi e penetranti), spietato negli affari e con chi intralcia il suo cammino, che riesce a manipolare gli interlocutori per i propi fini, persino, anche se a fin di bene, la protagonista Samantha "Sam" Jellicoe. Il suo motto è: nel mio lavoro se appaio debole, sono debole.Sam è un "chicchino" dall'inizio alla fine, mai sopra le righe, anche se certo, essendo una ladra (tipo il Gatto, ve lo ricordate? Un bravissimo Cary Grant nel film "Caccia al Ladro" di Hitchcock) sa cavarsela in situazioni estreme. E' intelligente, capace, conosce le arti marziali, ma non perde mai la sua femminilità, sa sedurre il miliardario con uno sguardo e l'ho trovata persino simpatica con le sue citazioni, tra cui quella tratta da Star Trek: "Come aveva detto una volta il signor Scott, più l'impianto idraulico è complesso, più è facile otturare il tubo di scarico."Eppure è anche fragile, anche se ha saputo nasconderlo bene negli anni, ma, come ha ben intuito Rick, non avendo avuto un'infanzia e una famiglia "normali", Samantha, per difesa, si "adegua" alle circostanze  e all'ambiente.Un sentimento pericoloso di Suzanne EnochA parer mio, Suzanne Enoch, ha saputo creare un'intrigante e accattivante intreccio giallo, con protagonisti dalle caratteristiche ben dosate e mai sopra le righe.Sì è vero, lui è il solito miliardario, figaccione e dalla "lunga durata" (a me piacciono così) e lei esce un po' dai canoni essendo una "manolesta" di alta classe, ma io non ho trovato nulla che non andasse in questo romanzo, un Romantic Suspence ben calibrato nella parte Romance come in quella Gialla.Già dalle prime pagine ho imparato qualcosa di interessante: come entrare in una villa superblindata, sfuggire alle telecamere di sicurezza e... cuccarsi un miliardario strafico, salvandogli la vita (ora non mi resta altro da fare che trovare la vittima perfetta e agguantarla!).Non sono un'esperta e non sarei capace di creare un thriller neanche se la Ross mi pagasse (e sì che come mi stimola lei non ci riesce neanche... ) però in questa storia tutto si incastra a puntino e il colpevole (quello vero) non lo avevo sgamato fino all'ultimo (quello tonto sì però).L'aurice mi ha portato alla scoperta della soluzione pian piano, senza annoiarmi mai (ripeto che lo stavo leggendo per la seconda volta) e, anzi, ci sono dei siparietti divertenti, tra Sam e l'avvocato Tom Donner, amico di Rick, che all'inizio non la accetta, essendo sospettoso.Speriamo che il secondo capitolo, non deluda me e altre lettrici che hanno apprezzato il primo. A quanto ne so, attualmente, la Enoch è arrivata al quinto libro della serie e se volete sapere i titoli in originale li potete trovate sul sito della Mondadori.Non aspettatevi, però, anticipazioni da me, perché la mia conoscenza dell'inglese si ferma a "Good Morning" e "Bye Bye" (beh forse a qualcosina di più, ma è che son pigra...) e non mi sono mai sforzata di leggere in originale, anche se, visti i vari tagli subiti da altri libri (oddio, non so se anche a questo è toccata la stessa sorte) e alcune libere (fortemente libere) traduzioni, bisognerà che mi dia una mossa.Per finire, vi consiglio di leggere anche la "Nota dell'Autrice", troverete simpatica anche quella e a questo punto deve essere proprio la Enoch ad avere questa caratteristica.LullibiUn sentimento pericoloso di Suzanne Enoch

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines