Magazine Cultura

Viva santa Maria!

Creato il 30 settembre 2010 da Andream
Viva santa Maria!
Mary Helen MacKillop (15 gennaio 1842 – 8 agosto 1909) è stata una suora cattolica australiana che, insieme a Padre Julian Tenison Woods, fondò l'ordine delle Suore di San Giuseppe del Sacro Cuore di Gesù. Dopo la sua morte ha catalizzato grande venerazione in Australia e a livello internazionale.
MacKillop è l'unico australiano ad essere stato beatificato (nel 1995 da papa Giovanni Paolo II). Il 17 luglio 2008, papa Benedetto XVI ha approvato il riconoscimento ecclesiastico di un secondo miracolo attribuito ad una sua intercessione. Il 19 febbraio 2010 è stato annunciato che la dichiarazione formale della sua canonizzazione è attesa per il 17 ottobre 2010, cosa che farò di lei il primo santo australiano. Dopo la sua canonizzazione sarà nota come "santa Maria della Croce".
Questa qui sopra è l'introduzione dell'articolo di Wikipedia (edizione inglese) su Mary MacKillop (la pagina italiana non esiste ancora, chi volesse può usare il testo qui sopra per crearla). Come si vede, MacKillop detiene il primato di essere il primo beato australiano e tra poco conseguirà anche quello di essere il primo santo australiano.
Ammetto, però, che questi primati non sono abbastanza da solleticare il mio interesse. Ben più efficace contro la mia inerzia è la notizia (segnalata da Antonio Lombatti) che un documentario della rete ABC, in onda il 10 ottobre, svelerà un piccolo mistero riguardo la vita di questa suora.
Nel 1871, infatti, la futura santa fu scomunicata. Nel settembre di quell'anno, dopo un incontro con Padre Charles Horan, il vescovo Laurence Sheil chiese a MacKillop di modificare la regola dell'ordine, ma MacKillop, che riteneva di essere ispirata da Dio, si rifiutò. Allora Sheil la scomunicò con l'accusa di aver incitato le consorelle all'insubordinazione; il vescovo tentò anche di sciogliere l'ordine fondato da MacKillop e Julian Tenison Woods, tanto che molte delle loro scuole furono chiuse.  Fu solo nel gennaio 1872, poco prima di morire, che Sheil tolse la scomunica; l'anno successivo MacKillop partì per Roma, dove ottenne il riconoscimento della regola dell'ordine, sebbene con qualche modifica.
Oggi si scopre che le ragioni della scomunica furono ben diverse. Horan spinse Sheil a imporre la modifica della regola dell'ordine a MacKillop, prevedendone il rifiuto e la conseguente scomunica, per vendicarsi dell'allontanamento in Irlanda del suo amico Padre Keating. Insomma, si trattò di una persecuzione bella e buona.
Fin'ora si era ritenuto che Keating fosse stato allontanato a causa del suo attaccamento eccessivo alla bottiglia, ma l'indagine giornalistica presentata dall'ABC svela la reale motivazione: Keating abusava dei bambini di una scuola gestita da MacKillop e Woods, e la suora, venutane a conoscenza, ne aveva parlato col vicario generale John Smyth, il quale aveva allontanato Keating. Da qui l'odio di Horan per MacKillop.
Mary McKillop Rose
Insomma: Keating abusava sessualmente di bambini, MacKillop lo fece allontanare (non passò per la mente di nessuno di denunciarlo), e Horan la fece scomunicare. Non credo che sia questa la ragione per cui sarà canonizzata, ma si può dire che MacKillop sia proprio una martire perfetta per i nostri tempi, anche se a perseguitarla, in questo caso, è stata la Chiesa.
La rosa raffigurata è stata intitolata a Mary MacKillop. Per i riferimenti si veda «Mary MacKillop», Wikipedia, The Free Encyclopedia, http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Mary_MacKillop&oldid=387689079 (acceduto il 30 settembre).

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • L'orgoglio di dire Viva l'Italia

    L'orgoglio dire Viva l'Italia

    Del libro di Aldo Cazzullo “Viva l’Italia” abbiamo già parlato in un post precedente (http://alboino.blogspot.com/2011/02/viva-litalia.html) dove si sottolineav... Leggere il seguito

    Da  Alboino
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Viva l’Italia

    Viva l’Italia

    Foto: Flickr Se devo dire la sincera verità, “patria” e “nazione” sono parole che non mi hanno mai particolarmente commossa. Se ognuno ha un suo paesaggio... Leggere il seguito

    Da  Agnese Vardanega
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • VIVA VERDI Bis

    BICEFALO - Vuoto o con il cervello? E... il cuore? Il Nabucodonosor è stata l’ opera più risorgimentale di Verdi; gli italiani dell’epoca si riconoscevano... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA
  • Cannibal Love - Mangiata viva

    Cannibal Love Mangiata viva

    Il dottor Shane (Vincent Gallo) e consorte si recano a Parigi per la luna di miele. In realtà lui ha un secondo fine: incontrare il collega francese Semeneau pe... Leggere il seguito

    Da  Eraserhead
    CINEMA, CULTURA
  • Come un’offerta viva

    di Alfonso Nannariello I - II – III – IV – V «Solo la morte non torna sui suoi passi». So che non è così. So che non è mai stato vero. In quel tempo anche chi... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Viva la tradizione!

    Viva tradizione!

    Il nostro Presidente del Consiglio alla festa della Valle d'Aosta! Dicono che era ubriaco perso. Dicono che è una cosa normale. Che non è la prima volta. Non... Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • La pena di morte viva

    pena morte viva

    Ricevuto da Carmelo Musumeci, carcere di Spoleto: copiato e pubblicato. Riguardo all’ergastolo ostativo non lo dico solo più io, ora lo dice anche la... Leggere il seguito

    Da  Danidom57
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines