Magazine Cucina

Yin e yang a San Valentino

Da Laviamacrobiotica @LaViaMacrobio

S.Valentino e FdG Ogni anno quando arriva San Valentino, si comincia a parlare di cibi afrodisiaci, ma esistono davvero?

Qualcuno dice di si, ma nella maggior parte dei casi si tratta di tradizioni e credenze popolari. Sembra però che ci siano davvero sostanze particolari, in alcuni cibi, che possono avere questo effetto.

Ad esempio lo zenzero è realmente un tonico e migliora la circolazione. Il peperoncino è un vasodilatatore, agisce quindi sulla circolazione, ma è anche molto yin, quindi non adatto a tutti.

E la macrobiotica cosa dice?

Anche in questo caso dobbiamo guardare il cibo con la “lente energetica”, quella che ci mostra yin e yang.

Ma non solo il cibo, dobbiamo guardare anche le condizioni personali.

Una persona tesa, nervosa, troppo contratta, potrà beneficiare di cibi rilassanti yin, che la aiuteranno a rilassarsi e disporsi fisicamente e mentalmente alla relazione.

Una persona al contrario indebolita, stanca, affaticata e magari anche depressa, beneficerà invece di cibi tonificanti, yang.

Qualche esempio di cibo yin rilassante: succo di mela caldo, dolci leggeri, bevande calde, vellutate di verdure. L’alcol rientra in questa categoria, ma con un’energia troppo forte, tanto da indebolire il corpo. Non è quindi la scelta migliore per una serata romantica, se non in piccolissime quantità.

Qualche esempio di cibi yang tonificanti: zuppa di miso, radici stufate, piatti conditi con zenzero, per chi non è vegano piatti a base di pesce o molluschi o crostacei.

In quest’ottica quindi non esiste un cibo afrodisiaco per tutti, ma dipende dalle condizioni personali.

Cerca di capire quali sono i tuoi bisogni e quelli del tuo/tua compagno/a e crea un menù “afrodisiaco” dal punto di vista di yin e yang.

Buon macro San Valentino.

;)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog