Magazine Cinema

3 Days To Kill. Kevin Costner e Amber Heard: 5 curiosità

Creato il 04 giugno 2014 da Oggialcinemanet @oggialcinema

3 Days To Kill. Kevin Costner e Amber Heard: 5 curiosità

4 giugno 2014 • Le 5 Curiosità, Vetrina Cinema

Strani amori quelli che accadono nel mondo del cinema. Con 3 Days To Kill Kevin Costner sposa il mondo ad alta velocità di Luc Besson, autore della sceneggiatura, e gira nella sua Parigi diretto da McG (Charlie’s Angels, Terminator: Salvation). Kevin Costner è Ethan Renner, spia internazionale che decide di lasciare il suo lavoro. È malato, sta per morire, e raggiunge a Parigi la moglie e la figlia, che ha sempre tenuto a distanza per evitare loro i pericoli che potrebbero arrivare dal suo lavoro.

All’improvviso spunta una cura che potrebbe guarirlo. E con essa riappare la CIA, che gli chiede l’ultimo incarico prima di ritirarsi. Ethan Renner dovrà dividersi tra la missione da agente segreto e quella da genitore: proteggere la figlia adolescente. 3 Days To Kill sarà in sala dal 5 giugno.

1. “Credo che ormai il pubblico sia annoiato da tutti questi effetti speciali creati al computer. Personalmente preferisco scene reali, girate con telecamere vere: hanno un’energia e un appeal che nessun computer è in grado di riprodurre”. Così parlò McG. E così ha fatto: per una delle scene più spettacolari di 3 Days To Kill, un inseguimento in auto lungo la Senna, ispirato a Un appuntamento di Lelouche e a Ronin di Frankenheimer, ha scelto come stunt il team di Hot Wheels e le coreografie di Adolfo Martinez Pérez. Quello che vedrete è tutto vero.

2. Nella scena clou dell’inseguimento, il risultato è così entusiasmante che il pubblico ha l’impressione di assistervi dal vero. Inizialmente Kevin Costner avrebbe voluto essere ai comandi e guidare la sua auto in prima persona. Ma McG l’ha convinto che sarebbe stato meglio non spingersi fino a tanto. Però, tanto di cappello a Costner: 59 anni e non sentirli…

Three Days To Kill

3. Nei panni dell’agente CIA che contatta Ethan c’è Amber Heard, capelli biondo platino e rossetto rosso, abiti da dominatrice, quelli di chi è abituato a comandare e ottenere ciò che vuole. L’abbiamo vista in The Informers, The Rum Diary e Machete Kills. McG voleva che il suo allure fosse quello delle grandi dive di altri tempi, da Rita Hayworth a Lana Turner. Amber Heard è texana ed è un’abile tiratrice. Anche questo è utile per un film del genere. Anche se, per chi non lo sapesse, il centro più importante lo ha fatto colpendo il cuore di Johnny Depp

4. La chiave di 3 Days To Kill è lo humour che contraddistingue anche le scene più pericolose o drammatiche. Il senso dell’umorismo è qualcosa che riguarda da vicino McG. “Ho imparato sulla mia pelle che anche in situazioni serie e difficili, è necessario un pizzico di humour”. Lo ha apprezzato anche Connie Nielsen, che nel film interpreta la moglie di Costner. “McG ha saputo mixare alla perfezione humour ed emozioni, facendo di questo film un grande film d’azione”.

5. 3 Days To Kill è stato girato in Francia, tra Parigi, Saint Denis e Vattetot-sur-mer e in Serbia, a Belgrado. Ma nel film c’è anche un tocco di Cina: per le scene di lotta corpo a corpo McG ha lavorato con dei lottatori cinesi per coreografare e realizzare al meglio i combattimenti.

Di Maurizio Ermisino per Oggialcinema.net

3 Days To KillAmber HeardConnie NielsenJohnny DeppKevin CostnerLuc BessonMcG


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :