Magazine Cinema

Facce da Hollywood : In her Shoes – Se fossi lei

Creato il 08 luglio 2010 da Ilsegnocheresta By Loretta Dalola

Facce da Hollywood : In her Shoes – Se fossi leiUn percorso di vita al femminile in onda su Canale 5 per la serie estiva : Facce da Hollywood.

Tratto dal romanzo A LETTO CON MAGGIE ( 2004 ) di Jennifer Weiner, il film affronta, come tanti altri, il caso delle sorelle con caratteri e fisici diametralmente opposti: Maggie (Cameron Diaz) attrice che ci ha abituati a ruoli da sexy svampita, è una ragazza senza certezze, che cambia lavoro e fidanzati con la stessa semplicità con cui si mangiano le noccioline; Rose (Toni Collette) ormai abbinata a ruoli da bruttina e non si capisce perché vista l’intensità e la bravura recitativa è anche qui  cicciotta e insicura, un avvocato workaholic che non ha il tempo di dedicarsi alla vita privata.

Facce da Hollywood : In her Shoes – Se fossi lei

Sono sorelle che più diverse non si può, con idee di vita troppo lontane. La prima svagata, infantile e irresponsabile, che all’età di 28 anni non è ancora riuscita a trovarsi un lavoro può contare dalla sua come unico pregio il fisico mozzafiato: “ Lo sai che  si può vivere anche senza sesso, e a una certa età se fai la puttanella sei patetica!” le dice  la seconda, la maggiore, avvocato serio e responsabile, afflitta da un fisico cicciotto che la inibisce molto.

Nonostante tutto sono molto affezionate tra di loro e condividono la passione per le scarpe: “Quando sono depressa le compro, i vestiti non mi stanno, il cibo mi fa ingrassare allora mi compro le scarpe! ( Rose ne ha un armadio pieno! )

Uno screzio fra le due le allontanerà, ovvero quando Rose sorprende Maggie a letto col suo nuovo fidanzato, l’allontanamento fisico ed affettivo è immediato. “Non c’è posto nella mia testa per i tuoi problemi, tu rovini qualsiasi cosa! Tu sei un problema, trovatela tu la soluzione. Maggie cresci, ti prego ed esci dalla mia vita!”

Rose precipita in un baratro profondo: lascia il lavoro, si mette a fare la dog sitter,e piano piano cerca di riprendere in mano la sua vita; Maggie, anche lei distrutta da ciò che ha fatto, fa invece un’inquietante scoperta: la nonna che loro credevano morta invece è viva e vegeta e vive in California. All’insaputa di tutti la giovane decide di andare a trovarla per fare chiarezza…. 

La complicità, l’interdipendenza, il dissidio, l’emulazione, lo scacco emotivo e la lacerazione tra due sorelle sono materie psicologiche affascinanti e difficili per lo schermo. Un’ottima scelta per queste due attrici, che rendono molto bene attraverso i loro personaggi anche il rapporto tra le due sorelle che non si sopportano, ma non riescono a fare a meno l’una dell’altra.  Un rapporto sconvolto da un fatto traumatico, ma tutto da ricostruire, e grazie al cammino intrapreso per ritrovarsi, le due sorelle si riconcilieranno, non solo con sé stesse, trovando la giusta dimensione della loro vita, ma anche col loro passato, affrontandone i fantasmi.

Facce da Hollywood : In her Shoes – Se fossi lei
Un film che tratta questi temi con toni comunque leggeri, senza angosciare e che farà felici le tantissime donne con la passione per le scarpe, molte delle quali probabilmente adotteranno il motto di Rose: “ quando voglio farmi un regalo, compro delle scarpe. Il piede è l’unica parte del corpo che non ingrassa”.

Brillante commedydrama con una piacevolissima e assai sfrenata Diaz. Imbattibile, catalizzante e mitica come sempre Shirley Mclaine nel ruolo della nonna misteriosa, un mix di dolcezza, saggezza ed esuberanza, forse per non dimenticare i valori familiari, che come sempre sono una valida ancora di salvezza nelle difficoltà della vita quotidiana.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La scuola va ad hollywood

    scuola hollywood

    In un anno difficile per l'economia americana, anche le scuole di Los Angeles si sono date da fare per trovare nuove fonti di profitto. E allora, perchè non... Leggere il seguito

    Da  S
    CINEMA, CULTURA
  • The red shoes – in salsa asiatica

    shoes salsa asiatica

    Una buona sorpresa questo The red shoes di Yong-gyun Kim, horror con alto tasso di thriller che mantiene vive le caratteristiche del genere nelle modalità... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA, HORROR
  • “C’era una volta Hollywood”

    “C’era volta Hollywood”

    1974: That’s Entertainment di Jack Haley Jr. Tutto quello che veniva dall’America, paese sognato, diventava immediatamente favoloso; tutto quello che succedeva... Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • Hollywood Party

    Hollywood Party

    “Lei parla indostano? No? Non si è perso niente!” (Hrundi V. Bakshi) Cameriere: La sua signora è caduta nella piscina. Fred Clutterbuck: Salvate i gioielli!... Leggere il seguito

    Da  Ncrcinema
    CINEMA, CULTURA
  • Se Giallo di Argento esce in dvd…

    Nel calcio non esiste la riconoscenza per meriti passati, lo sappiamo. Già, però qui non si tratta di pallone, si tratta di cinema. Vero… ma cosa vuoi che cambi... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, HORROR
  • Playboy salva hollywood

    Playboy salva hollywood

    La scritta di Hollywood è salva. Speriamo solo che Hugh Hefner, dopo aver donato oltre 900.000 dollari per evitare che venisse smantellata per far posto alla... Leggere il seguito

    Da  Madyur
    CINEMA, CURIOSITÀ
  • L'uomo dalle mille facce

    L'uomo dalle mille facce

    Ecco quello che l'artista James Kuhn intende il concetto di trucco!Per un anno intero James si è dipinto il volto nei modi più strambi e particolari,portando... Leggere il seguito

    Da  Decorazionisegrete
    ARTE, CULTURA, LIFESTYLE, PITTURA, DA CLASSIFICARE

Magazines