Magazine Cultura

I go back to black

Creato il 23 luglio 2011 da Danielpeekaboo
I go back to black
Solo un pensiero per Amy. Solo poche parole bagnate in questa pioggia notturna: il cielo sembra piangere l’ennesima morte di un talento straordinario. La fragilità e la debolezza dell’animo umano, così come il dolore insito nella nostra precaria condizione, non possono essere cancellati nemmeno dalla poesia di una voce meravigliosa come quella di Amy. Dalla forza evidente dei suoi testi. Dalla bellezza umana del suo genio. Quanta sofferenza Amy in quell’esile corpo sotto la montagna dei tuoi capelli! Ho sempre pensato che avresti potuto farcela, contro tutto e tutti, semplicemente grazie all’enorme dono che Dio ti aveva fatto. Purtroppo mi sono sbagliato. Ancora una volta la vita ci insegna che l’arte e l’ispirazione non salvano dal male di vivere. E allora spero che nella tua oscurità, in cui ci avevi detto che saresti ritornata, ci sia la pace che non hai trovato fra noi. Prego che tu possa trovare riposo nel tuo Sheòl*. “And I go back to black, black, black, black, black, black, black..”. Addio Amy.
Amy Winehouse è stata trovata morta nella sua casa di Camden, Londra, oggi pomeriggio. Le parti in inglese sono tratte da “Back to black” di Amy Winehouse. * Sheòl è il luogo dei morti nella tradizione ebraica, collocato negli abissi del sottosuolo. Amy era di famiglia ebrea: all'età di soli dieci anni cominciò a cantare e venne descritta come "the little white Jewish Salt 'n' Pepa” (la piccola ebrea bianca che canta come una grande cantante nera).

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Intervista con i Sulk

    Intervista Sulk

    Accidenti al Baggy Sound....pensavi fosse uscito dai radar e invece no! Tutti in ginocchio per la reunion dei Roses. Ma oltre ai Roses c'è qualcuno che ha... Leggere il seguito

    Da  Martelloide
    CULTURA, MUSICA
  • I vincitori dei VMAs 2011

    vincitori VMAs 2011

    Sinceramente quest’anno i VMAs 2011 non mi sono piaciuti, a parte la notizia che Beyoncé è incinta, e il live di Lady Gaga, è stato tutto molto brutto,... Leggere il seguito

    Da  Whatthefuck
    CULTURA, GOSSIP, MUSICA
  • I ribelli della montagna

    Io posso esortarvi/-ci tutti a un altro modo di vivere, di sentire le relazioni, di godere dell'esistenza. E posso e voglio non smettere mai di concentrarmi... Leggere il seguito

    Da  Minerva Jones
    CULTURA, MUSICA
  • I 100 presepi di Roma

    presepi Roma

    Un immancabile appuntamento per tutti gli appassionati dei presepi è la storica esposizione dei “100 Presepi” di Roma aperta al pubblico fino all’8 gennaio... Leggere il seguito

    Da  Orastacco
    CINEMA, CULTURA, MUSICA, SOCIETÀ
  • I miei standards preferiti: I Remember Clifford (1957)

    miei standards preferiti: Remember Clifford (1957)

    Questo brano è sicuramente il più famoso canto funebre del jazz. Venne scritto dal sassofonista Benny Golson, profondamente colpito per la prematura scomparsa... Leggere il seguito

    Da  Gerovijazz
    CULTURA, JAZZ / BLUES, MUSICA
  • Si sono sciolti i R.E.M.

    sono sciolti R.E.M.

    I R.E.M. non esistono più. Così, dal nulla con un semplice comunicato online sul loro sito, la band di Athens, Georgia ha detto addio alle scene dopo 31 (31!)... Leggere il seguito

    Da  Joolio
    CULTURA, MUSICA

Magazines