Magazine Diario personale

Il sole è sempre sopra le nuvole

Da Rici86
Il sole è sempre sopra le nuvoleQuesto periodo dell'anno ha sempre qualcosa di speciale. Semplicemente un cambio di pagina sul calendario in molti casi, però questo punto di passaggio è comunque un po' più forte degli altri che si attraversano nello scorrere dei mesi.
Quando si avvicina la fine dell'anno è inevitabile guardarsi indietro e ripercorrere i dodici mesi precedenti. E se io confronto questi giorni con i corrispondenti dello scorso anno o di quello precedente, noto come ogni volta la mia vita sia riuscita a cambiare radicalmente, pur restando sempre la stessa.
Questo 2014 ha visto parecchie novità per me: nel corso di questi ultimi mesi la mia vita ha preso nuove strade, direzioni diametralmente opposte tra loro eppure così legate una all'altra. Ho fatto cose di cui non mi sarei creduta capace, ho imparato molte cose, prima di tutto che sono molto più forte di quanto credevo, forse proprio a causa di quelle mie estreme sensibilità ed empatia che ho sempre ritenuto la causa di ogni mio dolore. Ma ho imparato che sono proprio loro a rendermi così forte.
La decisione più importante di questo 2014 è stata per me iscrivermi all'Accademia di Danze Irlandesi. Sì, lo so, a prima vista può sembrare un episodio da poco, ma per me percorrere ogni settimana quasi duecento chilometri per poco più di un'ora di danza è veramente importante. Devo questa decisione a una somma di piccoli avvenimenti del tutto slegati tra loro che sono avvenuti nel corso dell'ultimo paio d'anni: il trasferimento in Irlanda, che mi ha davvero portato moltissimi insegnamenti che non voglio più dimenticare; l'allontanamento dalla mia vita di chi non voleva farne parte, che ha contribuito a spingermi a pensare un po' di più al mio benessere; una innocente battuta che è stata la goccia fondamentale, che ha permesso di cucire insieme tutte le tessere del puzzle per farmi dire, una volta per tutte, "adesso o mai più".
Ebbene, ho avuto la riconferma che io sono una persona da "adesso" e non da "mai più", da rimorsi per cose che ho fatto piuttosto che da rimpianti per cose che non ho fatto, da azioni piuttosto che passività.
Il sole è sempre sopra le nuvoleCi sono alcune piccole cose che sono sufficienti con la loro estrema semplicità a cancellare sconforto e dolore, e vale la pena sopportare piccoli sacrifici pur di tenersele vicine il più possibile. Questo è il più grande insegnamento di un 2014 che mi ha portato insieme grandi gioie e profondi dolori. Ma so bene che il mondo non è mai solo bianco o solo nero, che soltanto il buio può farci apprezzare la luce: probabilmente, se questo mio anno non avesse conosciuto quei dolori non avrebbe mai neppure conosciuto quelle gioie, quindi sono grata davvero a tutto, anche alle avversità, per avermi aiutata ad arrivare dove sono ora.
Auguro a tutti, in questo periodo festivo, di trovare la mia stessa gioia nei dolori, di imparare ciò che ci fa bene, di inseguire sempre ciò che ci rende felici, di scoprire sempre il lato positivo delle negatività. Perchè il lato positivo esiste sempre. Ogni evento, per quanto doloroso, è una tessera indispensabile per godere a pieno di tutte le piccole e grandi fortune che la vita ci regala.
Auguro quindi a tutti un nuovo anno di ottimismo, di gioia, di crescita, di salute, di buone lezioni.
Che questo Natale porti a tutti ciò di cui il proprio cuore ha bisogno.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il sistema cranio - sacrale

    sistema cranio sacrale

    Creato dalla conformazione ossea (ossa del cranio, colonna vertebrale, osso sacro, membrane meningee che si trovano all'interno del cranio, dal fluido cerebro... Leggere il seguito

    Da  Cristina Aloisi
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il tavolo del riciclo!

    tavolo riciclo!

    L’arte di creare un tavolo in tema con stagione, ricorrenza, cerimonia o più semplicemente per sedersi a tavola ed essere felici di farlo è una tra le mie... Leggere il seguito

    Da  Gattolona1964
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • il pit stop

    stop

    La sera lottiamo per andare a letto, per lavarci e metterci il pigiama. Però poi stop.Mi siedo su quella poltrona lì, rossa, che sa tanto di casa, e mi fermo. C... Leggere il seguito

    Da  Verdeacqua
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il verricello.

    verricello.

    Beh, legare una corda sul verricello a quel modo non è certo da mariani esperti, mannaggia, al che mi viene spontanea una domanda, secondo voi cosa c’è legato... Leggere il seguito

    Da  Arthur
    DIARIO PERSONALE, FOTOGRAFIA, TALENTI
  • Il ricco, il povero e il maggiordomo

    ricco, povero maggiordomo

    Mi sono sempre piaciuti gli spettacoli teatrali e i film del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Credo che siano un gruppo ben assortito, che sanno dare vita a... Leggere il seguito

    Da  Aquilanonvedente
    DIARIO PERSONALE, POESIE, TALENTI
  • Il colloquio al telefono

    colloquio telefono

    Come vi avevo già raccontato, avevo già fatto un colloquio su skype, che aveva aperto la via a domande importanti e profonde tipo: "Ma le scarpe, devo metterle? Leggere il seguito

    Da  Giovanna
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • Galeotto fu il peperone!

    Galeotto peperone!

    Non so se vi è mai capitato di pensare che se un determinato avvenimento fosse accaduto un giorno prima o un giorno dopo (o anche un minuto prima o un minuto... Leggere il seguito

    Da  Aquilanonvedente
    DIARIO PERSONALE, POESIE, TALENTI