Magazine Talenti

Ira funesta o tappi alle orecchie?

Da Stanford @stanfordissimo
Ira funesta o tappi alle orecchie?
!Quando siamo arrabbiati o in collera diciamo davvero quello che non pensiamo? O piuttosto perdiamo il timore delle conseguenze di ciò che abbiamo "sempre" pensato?Lo stato d'ira, è un'esperienza piuttosto comune negli uffici pubblici, quando l'impiegata che dovrebbe sbrogliare la matassa burocratica che siamo costretti a portarle, non ha la minima intenzione di ascoltarci, o quando ti si scongela il freezer mentre sei fuori, quando il punto G non sai proprio dove l'hai messo, o la cilecca fa capolino nella serata perfetta, o in mezzo al traffico quando sei in ritardo. Ma se provarla fosse capitale, non ci sarebbe scampo, quindi il punto di non ritorno dove sta?Una semplice arrabbiatura, non può bastare a condannarci, inoltre, la comunicazione moderna invita tutti a perdere liberamente le staffe, perché la veemenza dei toni è ormai una conquista, un modo di essere "veri", infatti, per essere tali, tutti girano per le strade incarogniti come minatori cileni, costretti a scavarsi una via d'uscita con le mani dalla tangenziale.Ma il primo dei peccati capitali trova il suo habitat naturale proprio tra le mura domestiche, dove, come mai altrove l'alterco incontrollabile, si arricchisce di colori, nutrito dall'insostenibile "pesantezza" dell'essere in coppia.E' li, che la graziosa ragazza" acqua e sapone", si trasforma nella "ragazza che giocava col fuoco", e il suo compagno da "ufficiale gentiluomo", passa in modalità "Enrico Ottavo"!Le madri e le figlie si contendono i perizomi a suon di ceffoni, gli anziani si separano verso gli ottanta per "rifarsi una vita" le donne sui quaranta per "rifarsi", e gli uomini sui sessanta, per "farsi" qualcun'altra.Ora penserete che sono pessimista, ma non c'è ira più funesta di quella delle donne tradite.Ecco perché l'Ira è un peccato "capitale". Perché nasce dall'amore di una donna per un uomo e il suo capitale, e termina con l'estinzione di entrambi!La domanda sorge spontanea per me, che non ho sposato un milionario, ed è questa: come posso provare una simile sensazione distruttiva prima che i maya mi colgano di sorpresa mentre gli dico buonanotte?Semplice! Mi basta dormirgli accanto dopo che si è addormentato. Se la fine del mondo arrivasse di notte, mi troverebbe sul divano del salotto in modalità campeggio e pieno d'ira, che potrei sfogare solo svegliandolo e dando a lui la colpa dell'irrimediabile!



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Come un'altra macchia nera sulla tua coscienza

    Ciao. Forse ti ricordi di qualche mese fa, di quelle quattro lettere che volevo scrivere ma non lo farò. L'ultima, lo sai bene, era la tua. Lo faccio adesso,... Leggere il seguito

    Da  Tofina
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • notti magiche

    per me calcisticamente parlando è esistita soltanto una nazionale da ricordare: quella di Roberto Baggio. sì lo so sono indietro di anni luce, oggi facciamo il... Leggere il seguito

    Da  Leucosia
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • La fine dell'Isola dei Famosi?

    fine dell'Isola Famosi?

    Malgioglio, Savino, Luxuria ed il fantasma di Simona Ventura.Un cast stellare, l'epitome del trash in terra, insomma, mettere assieme Guendalina Tavassi (la... Leggere il seguito

    Da  Sorellajc
    DIARIO PERSONALE, GAY, TALENTI
  • e le paturnie.

    perchè per quanto uno vuole essere ogni giorno la versione potenziata dell'incrocio perverso tra polliana e wonder woman, diciamocelo, i giorni di merda... Leggere il seguito

    Da  Tinynoemi
    TALENTI
  • modalità affettive: La prima moglie

    modalità affettive: prima moglie

    Una delle chimere gay più quotata è la durata del rapporto di coppia, infatti quando due dicono che stanno insieme da più di qualche anno, già si crea negli... Leggere il seguito

    Da  Stanford
    PER LEI, PSICOLOGIA, TALENTI
  • Padova e Or-Dite. Le poesie contro la violenza sulle donne

    Padova Or-Dite. poesie contro violenza sulle donne

    OR-DITE! Trame d’arte contro la violenza sulle donne Libro e spettacolo ideato e curato da Serena Piccolidi Serena PiccoliLa violenza sulle donne è un mostro... Leggere il seguito

    Da  Met Sambiase
    CULTURA, SOCIETÀ, TALENTI
  • Muore Kofi Annan, con molti rimpianti

    Muore Kofi Annan, molti rimpianti

    Si spento in Svizzera, a Berna, ad 80 anni, Kofi Atta Annan, ghanese, che fu dal 1 gennaio 1997 al 31 dicembre 2006 Segretario Generale delle Nazioni Unite. Leggere il seguito

    Pubblicato da 6 ore, 2 minuti da   Gianfrancodv
    SOLIDARIETÀ

Magazine