Magazine Società

La carbonara

Creato il 04 dicembre 2012 da Hydepank
carbonara

carbonara

Seduta in cucina, lei sfogliava nervosamente un libro di ricette. Guardava di continuo l’orologio, in attesa del ritorno di lui, fumando una sigaretta dietro l’altra. Per rilassarsi cominciò a pensare a preparare la cena. Ma prima si versò un bicchiere di vino bianco. Mandò giù una bella sorsata e si avvicinò alla finestra. Fuori era buio. Le luci basse della cucina si riflettevano sul vetro della finestra, che le restituiva la sua immagine riflessa. Era ancora bella, nonostante gli anni che passavano. Ma aveva il volto contratto per l’ansia dell’attesa. Lo vide apparire all’improvviso, infilare il portone con decisione, lo senti salire le scale. Aprire la porta con la chiave. Lo sentì salutarla dal corridoio, lo vide avvicinarsi, non ricambiò il bacio sbrigativo.

- Preparo la cena, disse.

- Io intanto mi faccio una doccia. Al volo, eh. – Lui rispose.

Lei finì il bicchiere di vino e se ne versò un altro. Prese una pentola capiente, la riempì d’acqua, la mise sul fuoco. Accese il gas e coprì la pentola con un coperchio. Ebbe un moto di fastidio sentendolo cantare sotto la doccia. Accese lo stereo, mise su un CD. Giant steps di John Coltrane. Prese dal frigo il guanciale e le uova. Tagliò via lentamente un pezzo di cotenna, poi affettò il guanciale. Due belle fette spesse. Le tagliò a dadini con cura, mentre Trane faceva i suoi passi da gigante. Prese una ciotola, ci ruppe dentro le uova. Cominciò a sbatterle piano, con una forchetta. Poi pesò due etti (scarsi) di spaghetti. Salò l’acqua che cominciava a bollire. Prese un pezzo di pecorino e cominciò a grattugiarlo nella ciotola delle uova. Bevve un sorso di vino, buttò la pasta nell’acqua che bolliva e si mise a guardare le luci della sera, ascoltando la musica. Lui uscì dal bagno e gridò: mi vesto! Lei prese una padella, ci mise un goccio d’olio a scaldare e ci buttò dentro il guanciale. Tritò del pepe nero nella salsa fatta con l’uovo e il pecorino. Assaggiò la pasta, era cotta al punto giusto. La scolò e la versò in una scodella, ci versò sopra il contenuto della padella e la ciotola con la salsa, resa cremosa dal fondersi dell’uovo col formaggio. Girò lentamente la pasta, mentre lui entrava in cucina, pronto per la cena.

- Eccomi – disse. – E’ già pronto?

lei annuì mentre impiattava. Gli versò un bicchiere di rosso e gli mise davanti con gesto solenne il suo sontuoso piatto di spaghetti alla carbonara. Si servì anche lei.

- mmm, disse lui. sembra buona.

- Bene, mangiala, – rispose lei. – e ascoltami, perché devo dirti una cosa.

- Dimmi – rispose lui, preoccupato.

- Vedi? L’uovo si fonde col pecorino e fa come una crema. Non è viscida, non cola, non è bavosa. Se ti dà fastidio, puoi togliere la chiara dell’uovo quando la prepari. Ma non devi esporre l’uovo al calore, altrimenti si cuoce e prende la consistenza di una frittata.

-Questo dovevi dirmi? – fece lui sollevato.

- No – rispose lei – ma forse è meglio che prima tu mangi qualcosa.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La barba e la canna.

    Non sto per farmi nuovi amici. Ma capiranno. Parlo della rivoluzione egiziana, per il valore universale che le ho sempre riconosciuto. Anche se da subito l’ho... Leggere il seguito

    Da  Gianlucaweast
    SOCIETÀ
  • La barba. La canna. E la zeppa.

    Uhuhuh. Mi sbagliavo. E’ spuntato un nuovo protagonista sociale, in Egitto. Sociale e politico. La classe medio-alta. Quella che porta le zeppe. Leggere il seguito

    Da  Gianlucaweast
    SOCIETÀ
  • La barba. La canna. La zeppa. E la zappa.

    Non avevo fatto i conti con la classe contadina. Quell’immenso serbatoio di voti irrequieti di cui dispone l’Egitto. Per chi voterà mai la classe contadina o... Leggere il seguito

    Da  Gianlucaweast
    SOCIETÀ
  • La seduzione.

    seduzione.

    Film del 1973 con Lisa Gastoni, Maurice Ronet, Jenny Tamburi e Pino Caruso.Giuseppe (Maurice Ronet), ormai divenuto famoso giornalista, torna nella natìa Sicili... Leggere il seguito

    Da  Nazionalpopolare70
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La lettrice

    Vista la sua camicia da notte gialla, sembrava uscita dal quadro di Fragonard.Alle cinque di questa mattina, complice forse il sole che oggi è sorto alle... Leggere il seguito

    Da  Stefanod
    FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • La chiave

    chiave

    Venerdì mattina, niente lasciava immaginare che Cinera, un piccolo villaggio minerario nel nordovest della Spagna, a circa 40 km. dalla città di Leon, fosse... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • La crisi e la salvezza

    crisi salvezza

    Il marcio che risiede nell’antro più intimo dell’animo umano ha poco a che fare con la crisi. Essa non è che un catalizzatore, una lente d’ingrandimento che... Leggere il seguito

    Da  Riccardomotti
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazine