Magazine Società

“La Cina e i monaci tibetani. Tutti i diritti negati”

Creato il 09 ottobre 2010 da Alessiaarcolaci
Il rapporto di Human Rights Watch
Testimonianze che confermano gli abusi di forza perpetrati dalle forza armate cinesi, per fermare l'ultima protesta dei monaci tibetani nel marzo del 2008. Non solo arresti arbitrari, sevizie, persecuzioni e torture ma anche attacchi armati. A denunciarlo sono le oltre duecento interviste pubblicate nel recente rapporto di Human Rights Watch, organizzazione internazionale impegnata nella difesa dei diritti umani, “I saw it with my eyes: abuses by Security Forces in Tibet, 2008-2010”.Decine di testimonianze oculari e fonti del governo stesso mostrano chiaramente la volontà degli ufficiali ad usare la forza contro i manifestanti disarmati”, ha dichiarato Sophie Richardson, responsabile di Human Rights Watch. “Questo rapporto, confuta decisamente la pretesa del governo cinese di dichiarare una gestione della protesta in linea con gli standard legislativi internazionali.”Tutto era sotto controllo. Tutto l'altopiano tibetano bloccato e vietato a giornalisti e turisti stranieri. Così come per internet e le linee telefoniche eliminate o messe sotto controllo; solo un massiccio dispiegamento di forze armate su tutta la zona. Lo stesso governo ha respinto le richieste di indagini indipendenti sulle proteste da parte di organismi internazionali, tra cui quelli dell'Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite e dei relatori speciali delle Nazioni Unite.Hanno fatto irruzione rompendo le porte e gli ingressi dei college e dei dormitori. I soldati erano armati e avevano asce e martelli, così come torce, funi metalliche e manette” - racconta uno dei monaci testimoni - “appena entravano nelle nostre stanze...chiedevano prima i telefoni cellulari che venivano subito confiscati....Alcuni dei monaci arrestati sono stati portati via in manette ed altri legati con delle funi in metallo...Ci hanno ordinato di andarcene molto in fretta...e se non lo avessimo fatto ci avrebbero picchiato. Centinaia e centinaia di monaci sono stati portati via.”Solo a Lhasa, 21 persone sono state uccise, secondo i dati del governo, durante le proteste. Tutti i racconti dimostrano come il diritto internazionale sia stato violato ripetutamente. Il governo continua però ancora a negare ogni cosa.Più di trenta persone erano stipate in celle di tre o quattro metri quadri – racconta un detenuto - . Non c'era spazio per sedersi e quindi i prigionieri erano costretti a stare quasi tutto il giorno in piedi. Giorno e notte. Non c'erano servizi igienici nelle celle e non si poteva uscire neanche per un secondo. Veniva distribuita una ciotola di riso al giorno. Molti sono stati brutalmente picchiati.”Sono ancora tante le spiegazioni che il governo cinese dovrebbe dare in merito a questi fatti e alle decine di scontri tra la polizia e i manifestanti. Civili disarmati. Ancora tante le spiegazioni sulle centinaia di monaci arrestati ingiustamente, in attesa di giudizio o condannati. Di fatto: scomparsi.© Alessia Arcolaci(Confronti)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tutti fermi

    Tutti fermi

    Anche questo blog aderisce all'appello di Libera:Fermati un momento per Angelo Vassallo Venerdì 10 alle ore 10:30 in punto ovunque tu sia, qualunque cosa tu ... Leggere il seguito

    Da  Vanderkraken
    SOCIETÀ
  • Cina batte Basilea 2-0

    Cina batte Basilea

    Questa è bella...Con la "terribile e temibile stretta" di Basilea III, i titoli bancari europei sono saliti a steccaPRIMA e DURANTE, facendo segnalare il primo... Leggere il seguito

    Da  Beatotrader
    ECONOMIA, SOCIETÀ
  • Appello di Fini .... già raccolto in Cina!!!

    I cinesi sono stati i primi ad accogliere positivamente l'invito fatto da Fini nel suo video messaggio ("basta al massacro"). Per cui, anche forse un "pelo"... Leggere il seguito

    Da  Albertofattori
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • Tutti Nudi

    Fini, Montecarlo...Questa casa prima era sua, poi della sua compagna, poi dell'ex della sua compagna, poi del fratello di lei, ora dicono che appartiene a un... Leggere il seguito

    Da  Annanihil
    MEDIA E COMUNICAZIONE, POLITICA, SOCIETÀ
  • La Cina libera 3 giapponesi

    La Cina ha deciso di scarcerare 3 dei 4 giapponesi reclusi, il cui arresto aveva causato qualche tensione con il Giappone. Nelle ultime settimane la tensione tr... Leggere il seguito

    Da  Nippolandia
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Cina, Nepal, Asia

    Cina, Nepal, Asia

    Gran movimento di leaders politici nepalesi in Cina: il leader maoista Prachanda, il Vice Presidente Jha, in settembre un gruppone di ex comandanti dell’esercit... Leggere il seguito

    Da  Cren
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Il Milione 29: Ecologia in Cina

    Milione Ecologia Cina

    Un elemento di discussione e di forte critica verso la Cina di oggi, quando se ne parla con gli amici, è sempre quello che appare come uno dei punti critici... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ