Magazine Talenti

Oh no! (reprise) (si legge ripràis)

Da Word3press

Come la gentile lettrice ChiaraLed aveva pointed out nel suo commento, il pensiero dominante di oggi è stato quello circa una mia presunta superficialità che in realtà è comune a molti, se non a tutti.
Anzi, proprio a tutti.
La verità è che l’occhio ESIGE la sua parte, e solo nelle fiction le orbe si innamorano di brutti ceffi e poi, riacquistata la vista, ne rimangono innamorate (ogni riferimento a Incantesimo è puramente voluto) (ebbene sì, per un periodo guardai Incantesimo, prima che divenisse niente più che una soap opera scipita e patinata).

Chi mi conosce lo sa: non sono una persona mondana, le mie batterie hanno un’autonomia limitata (sono delle zinco carbone), e per ogni uscita che faccio ho poi il bisogno fisico di tornare a isolarmi per un po’.
La poca gente che incontro non concepisce il mio modo di essere, perché sembra strano, incomprensibile.
E quando un tipo, dopo aver parlato con me solo per un’ora, e aver strabuzzato gli occhi varie volte via via che le mie stranezze venivano fuori, alla fine mi dice “Una di queste sere, ti porto fuori a vivere“,
beh…secondo me è solo un gran presuntuoso.
Il fatto che io non faccia determinate cose, non significa che io non viva.
E la dimostrazione del mio essere viva e presente è tutto il tormento che mi porto dentro.
Non mi piace essere classificata, etichettata.
E, soprattutto, non mi va che mi ci si (vi ti gli/le) rivolga in maniera aggressiva quando, per motivi non dipendenti da me, non posso contattare la determinata persona, e questa, appena mi trova connessa da qualche parte, comincia a sbraitare stizzita.
Ma cazzo, hai mai sentito parlare di CREDITO ESAURITO?? No, eh?
Mi è stato detto “Ieri mi sommergevi di messaggi e oggi neanche mi hai risposto!”.
Mah, veramente ieri te ne ho mandato UNO.
Comunque sia, se insisterai nel rompermi i coglioni con i tuoi isterismi, sarò brutale e diretta e ti dirò che averti incontrato ha contribuito a colmare la proverbiale misura, e che mi son trovata MALE e che mi hai fatto passare la voglia di incontrare gente conosciuta su internet.
Ti va bene così??
Oh.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine