Magazine Cinema

State Of Play BBC- Recensione

Creato il 28 marzo 2014 da Drkino

by · 28 marzo 2014

State Of Play BBC ci porta all’interno di una redazione giornalistica alla vigilia di uno scandolo politico.

MV5BMTM3ODYzOTM1Ml5BMl5BanBnXkFtZTcwMDQ0OTY5Ng@@._V1_SY317_CR5,0,214,317_
L’apparente suicidio di Sonia Baker, segretaria di Stephen Collins, membro del governo, e la morte di un ragazzo, aprono la strada a uno scandalo di ampie proporzioni. Infatti Sonia era l’amante di Collins e la vicenda era rimasta segreta ai più, ma con la morte della giovane segretaria non è possibile più tenerlo nascosto. Mentre iniziano le indagini, Call Mccafrey e i suoi colleghi della testa giornalistica Herald, iniziano anche loro a scavare all’interno della storia, ritrovandosi tra le mani molto più di quello che si aspettavano.

Il creatore e sceneggiatore della serie Paul Abbott ci conduce in un’intricata ragnatela di eventi, fitta di relazioni scomode e scandali politici, concentrandosi più sulle indagini portate avanti dalla testata giornalistica che dalla polizia. Politica, giornalismo e indagini della polizia, sono forse i tre veri “protagonisti” con i personaggi della serie usati solo come pedine, mosse con abilità dallo sceneggiatore, per far evolvere la trama in maniera intrigante e originale. Certamente vi è un attenzione maggiore alle indagini portate avanti dai giornalisti, che risultano quasi più bravi dei loro “colleghi” della polizia,  ma i punti di vista si alternano,  in un alternarsi di sguardi che stimola costantemente lo spettatore. Nelle sei puntate che compongono la miniserie, bisogna stare attenti e seguire gli eventi, ma non faticando, più con una curiosità e una voglia di scoprire cosa è realmente accaduto sempre crescente. State Of Play riesce a mantenere, fino alla fine, una tensione costante, che spinge continuamente a proseguire nella visione.

Paul Abbott riesce anche a criticare in maniera sottile il mondo della politica, troppo attenta alle compagnie private, e il mondo del giornalismo, troppo attento agli scandali, ricordando a tratti House Of Cards, pur essendo molto meno cinico nei toni.

state of play bbc

Un cast veramente impressionante quello di State Of Play BBC, con David Morrissey, il Governatore di The Walking Dead, John Simm, il Maestro in Doctor Who, James McAvoy, professor Xavier in X-Men Giorni di un Futuro Passato e il bravissimo Bill Nighy (Harry Potter). A dirigere tutti gli episodi troviamo invece David Yates, regista degli ultimi episodi della saga cinematografica di Harry Potter.

State Of Play BBC è, in conclusione, un intrigante e coinvolgente thriller politico, consigliato agli appassionati di House Of Cards.

Vi ricordiamo inoltre che vi è stato un adattamento Hollywodyano dal titolo ominomo con protagonista Russel Crowe e Ben Affleck. Potete acquistare la serie su Amazon o aspettare che qualcuno la trasmetta in Italia.

 

 21 visualizzazioni

&size;

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog