Magazine Cucina

Tacchino ripieno, Martha e Olly Box

Da Cami

_DSC8743

Oggi voglio condividere con voi una nuova ricetta per le feste, prima della fine dell’anno. Tutto nasce da un regalo trovato sotto l’albero di Natale: un libro di Martha Stewart, anzi Il libro! Martha è una vera e propria icona della cucina e del lifestyle americano… la adoro! Questa ricetta nasce poi da un pacchetto ricevuto dall’azienda Livingcap. Olly Box è più di una oliera, è una bottiglia che avrà un ruolo da protagonista nelle cucine di chi, come me, ama cucinare. È stata infatti fondamentale per la realizzazione della ricetta del tacchino ripieno. Con i suoi accessori, è risultata un utile supporto per versare la salamoia sul tacchino, per irrorare con il condimento sulla carne durante la cottura e come elegante contenitore per servire il sughetto della carne ai miei ospiti. La ricetta è sicuramente impegnativa, con un procedimento abbastanza lungo, ma il risultato sarà veramente degno di nota! Un piatto comfort-food che delizierà le vostre feste e che soddisferà i vostri palati! Cuciniamoli per l’anno nuovo, perché chi cucina il primo dell’anno, cucina tutto l’anno!

Ingredienti per la salamoia

DSC07856

  • 1 tacchino di 2-3 kg
  • 4 lt di acqua
  • 180 g di sale grosso
  • 100 g di zucchero
  • 1 cipolla dorata
  • 2 porri
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 1 rametto di timo
  • 1 rametto di prezzemolo
  • 1 rametto di dragoncello
  • Pepe

Ingredienti per il ripieno

  • 300 g di carne trita di manzo
  • 200 g di salsiccia
  • 400 g di polpa di zucca cotta in forno
  • 250 g di castagne lessate
  • 100 g di burro
  • 300 ml di vino bianco
  • Verdure della salamoia
  • Sale grosso
  • Pepe
  • 1 rametto dì rosmarino
  • 1 rametto di timo
  • 1 spicchio di aglio
  • Olio evo q.b.
  • 2-3 patate americane tagliate a cubetti

Procedimento

Tagliate tutte le verdure per la salamoia, mettetele in una pentola abbastanza grande, quindi versate 2 lt di acqua, il sale grosso, lo zucchero, il pepe e gli aromi. Portate a bollore, quindi aggiungete gli altri 2 lt di acqua fredda. Fate raffreddare per bene la salamoia, prima di immergervi il tacchino dalla parte del petto. Lasciare il tacchino immerso per un giorno intero in frigorifero. Successivamente toglietelo dalla salamoia e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per altre due ore. Scolate le verdure della salamoia che vi serviranno poi per il ripieno. Tampinate il tacchino con carta assorbente per asciugarlo per bene. Passiamo al ripieno. Schiacciate lo spicchio d’aglio in padella, unite un paio di cucchiai di olio evo, fate soffriggere per un paio di minuti, quindi aggiungeteci le verdure scolate.

DSC07904

Tagliate a pezzetti le castagne e aggiungetele alle verdure.

DSC07931

DSC07946

Fate saltare qualche minuto, quindi spegnete. In una ciotola unite la polpa di zucca schiacciata, la carne trita, la salsiccia, quindi unite le verdure, salate e pepate il tutto.

DSC08016

DSC08068

Il ripieno è pronto per essere inserito nel tacchino, non prima di aver salato con sale grosso e pepato l’interno.

DSC08090

DSC08108

Non schiacciate troppo il ripieno, in modo da lasciare spazio in cottura. Mettete il tacchino in una teglia con il rametto di rosmarino e di timo. Non vi preoccupate se vi avanza un po’ di ripieno, mettetelo intorno al tacchino in modo da insaporire il sughetto che si formerà. Ora sciogliete il burro e mischiatelo insieme al vino, questo sarà il condimento con cui spennellare il vostro tacchino ogni trenta minuti.

DSC07981

DSC08131

Cospargete con cura tutti il tacchino con il condimento, una manciata di sale grosso e una grattata di pepe, quindi infornate a 220º C per 30 minuti. Spennellate nuovamente con il condimento e infornate ancora a 180º per 1 ora e mezza. Ogni mezz’ora ungete la carne con il vostro sughetto.

DSC08173

Nel frattempo cuocete le patate in forno per circa 30-40 minuti, con un paio di cucchiai di olio evo, sale, pepe e aromi a piacimento. Togliete il tacchino dal forno e lasciatelo riposare, prima di tagliare a fette e servire insieme alle patate. Recuperate il sughetto formatosi  nella teglia, filtratelo e servitelo come salsa di accompagnamento per la vostra carne e le patate. Buon appetito e buon  anno nuovo!

_DSC8727



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines