Magazine Cucina

Torta di brioche per la merenda

Da Buonieveloci

Finalmente! Dovevo arrivare a quasi 2 anni di blog per sentirmi dire da mio figlio: “Mamma, che buone le tue brioche! Posso mangiarne un’altra?”.

Ora, dopo che faccio  Panbrioche e Treccia Russa in tutte le salse da oltre un anno, scopro che più o meno con la stessa ricetta, se cambio la forma cambia il risultato: come torta no, come brioche singola si.  E perchè? Perchè nella brioche c’è più marmellata! Ma non poteva dirmelo prima?

Brioche all’albicocca

Ingredienti:

  • 250 ml di latte tiepido
  • 110 gr di zucchero
  • 110 gr di burro fuso freddo
  • 1 bustina di lievito secco (o 1/2 panetto di lievito fresco)
  • 2 uova intere
  • 100 gr di farina O Manitoba
  • 560 gr di farina OO
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
  • 1/2 cucchiaino di malto d’orzo
  • 1 vasetto di marmellata di albicocche

Procedimento:

nella macchina del pane verso il latte, il malto d’orzo, i 100 gr di manitoba e 150 gr di Farina OO e il lievito. Faccio partire la macchina e lavoro il tutto per circa 5 minuti fino a formare una crema densa. Fermo la macchina e verso a pioggia sopra l’impasto altri 50 gr. di farina.

Dopo circa 1 ora ( o anche meno) l’impasto sarà aumentato formando ampie crepe sulla superficie della farina.

A questo punto aggiungo le uova sbattute, il burro fuso freddo, la rimanente farina, lo zucchero, il sale e la vaniglia in polvere. Faccio ripartire la macchina del pane con il programma solo impasto (1h e 30 min).

A questo punto ho steso circa 1/2 dell’impasto a con il mattarello ed ho ritagliato 10 quadrati, al centro dei quali ho messo 1 cucchiaino di marmellata di ciliege. Ho chiuso a tasca i “fagottini” li ho messi distanziati in una tortiera apribile da 24 cm.

Ho lasciato riposare nuovamente circa 90 minuti e poi ho infornato in forno statico a 180 gradi per circa 30 minuti. Ed eccola!

 

19092010(001)

Una volta pronta basta lasciarla raffreddare, dividere le brioche e metterle in un sacchetto per alimenti chiuso o nel freezer.

E la mattina, via in cartella a scuola per la merenda!

PS: con la restante metà impasto si può fare un’altra “torta di brioche” oppure il panbrioche solito da mettere in uno stampo da plumcake.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Torta Barbapapà

    Torta Barbapapà

    Viva Barbapapà……. Chi non conosce i Barbapapà? L’allegra famigliola colorata sempre pronta a risolvere i problemi e ad aiutare gli altri trasformandosi in... Leggere il seguito

    Da  Cristallodizucchero
    CUCINA
  • Torta savoiarda

    Torta savoiarda

    Preparazioneun disco di pasta sfoglia fresca 140 g di zucchero 60 g di farina 100 g di burro 80 g di canditi 5 cucchiai di rum 2 cucchiai di miele di fiori... Leggere il seguito

    Da  Shopper2000
    CUCINA
  • Torta paradiso

    Torta paradiso

    Buon Lunedì a tutti!!!Inizio la settimana con la torta Paradiso preparata dalla nostra amica Rosa.Squisita,soffice e semplice.Perfetta per la merenda dei... Leggere il seguito

    Da  Alice4161
    CUCINA, RICETTE
  • Torta nesquik

    Torta nesquik

    TORTA NESQUIKEccovi una mia nuova ricetta:3 uova60 gra zucchero1 pizzico sale30 gr olio mais200gr latte soia1 cucchiaino alcool 90°100 gr nesquik in polvere60 g... Leggere il seguito

    Da  Eleonora
    CUCINA, RICETTE
  • torta bicolore

    torta bicolore

    Sabato pomeriggio, dopo una settimana di lavoro finalmente ho il tempo di preparare un dolce per la cena di questa sera da gustare con l'immancabile pizza. Leggere il seguito

    Da  Simonetta
    CUCINA, RICETTE
  • Virago Classic way

    Virago Classic

    Yamaha XV 750 Virago by Classic Way Classic Way Atelier - Guimarães, Portugal Leggere il seguito

    Da  Inazumaluke
    LIFESTYLE, PASSIONE MOTORI
  • Galleggiando fra le ninfee

    Galleggiando ninfee

    Si sa che qualsiasi discorso si faccia intorno ad un quadro o ad un’opera d’arte in genere può cambiare radicalmente nel momento in cui finalmente la si riesce ... Leggere il seguito

    Da  Il Viaggiatore Ignorante
    VIAGGI

Magazine