Magazine Cucina

Treccine alla ricotta di carnevale

Da Giulioplay @ricettenonna

Carnevale è alle porte e così ho pensato di presentarvi un dolcino fritto un po’ meno calorico del solito e con la ricotta!

Sono delle treccine facilissime da fare e di cui i vostri bimbi (ma anche i grandi ve lo assicuro…) ne andranno matti, garantito !!

 

TEMPISTICA

Preparazione: 20 minuti più il riposo per far lievitare l’impasto

Cottura: 10 minuti

360 cal/porzione

 

INGREDIENTI  (per 8 persone)

Per l’impasto delle treccine:

500 gr di farina 00 + farina necessaria per la spianatoia

25 gr di lievito di birra fresco (o 100gr di lievito madre)

120 gr di ricotta vaccina fresca

25 gr di burro

3 tuorli d’uova biologiche

1,5 dl di latte fresco

20 gr di zucchero semolato

1 presa di sale

Per la cottura:

Olio di semi di arachidi o olio extra vergine d’oliva

Per guarnire:

Zucchero a velo

 

STRUMENTI NECESSARI

Per realizzare la ricetta della ricetta delle treccine alla ricotta vi serve una spianatoia, una terrina capiente in metallo o vetro, una padella fonda per friggere in molto olio.

 

PROCEDIMENTO

1 – Per prima cosa setacciate la farina facendola cadere in una ciotola capiente, a questa unite la ricotta, il burro sciolto (basta un minuto a potenza massima nel microonde), il lievito sbriciolato, i tre tuorli delle uova, lo zucchero semolato e un pizzico di sale.

2 – Mescolate il tutto con fruste a gancio per circa 5 minuti oppure come ho fatto io mescolate prima con una frusta per 10 minuti.

3 – A questo punto cominciate ad aggiungere il latte precedentemente intiepidito poco per colta continuando a mescolare e formate l’impasto. In seguito impastate a mano per circa 10 minuti in modo  da amalgamare bene tutti gli ingredienti.

4 – Fatto ciò fate una pagnotta, mettetela in una ciotola (leggermente più grande perché lieviterà) e copritela con un canovaccio in cotone preferibilmente di colore chiaro. Mettete la ciotola in un luogo tiepido a lievitare per circa 2 ore. Io avendo il riscaldamento a pavimento lo metto in terra lontano da correnti d’aria e lievita molto bene, altrimenti mettetelo in una stanza più calda come la cucina o il bagno.

5 – Passate le due ore riprendete la pagnotta di impasto, posatelo su una spianatoia infarinata in precedenza e sgonfiatelo leggermente: poi con l’aiuto di un mattarello stendete la pasta in una sfoglia il più possibile rettangolare dello spessore di circa mezzo centimetro abbondante e ritagliate con un coltello a lama liscia dei bastoncini della lunghezza massima di 10 – 12 centimetri.

6 – Unite le estremità dei bastoncini a due a due, fissatele bene premendo con le punte delle dita, e intrecciate i bastoncini fra loro. Replicate l’operazione per tutti i bastoncini che potete ricavare dall’impasto preparato.

7 – Prendete ora una padella profonda (tipo una salta pasta) e scaldatevi abbondante olio d’oliva o di semi di arachidi (perché sono i due oli con il punto di fumo più alto e quindi meno dannosi per l’organismo).

8 – Quando l’olio sarà bollente inseriteci tre o quattro treccine alla volta e friggetele per 1 minuto circa girandole a metà cottura con l’aiuto di una pinza per evitare di romperle (con la forchetta si rompono ad esempio..) in modo che possano dorarsi da entrambi i lati in modo onogeneo.

9 – Disponete le treccine, una volta fritte su carta assorbente ad asciugarsi. Cambiate spesso la carta in modo che possa assorbire più olio possibile.

10 – Disponete infine le treccine su carta assorbente pulita e con l’aiuto di un setaccio o un colino cospargetele di zucchero a velo e servite tiepide.

Note personali: Nonostante sia fritto la presenza della ricotta lo rende più morbido e leggero.

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog