Magazine Società

Un'altra Italia esiste: ecco il volontario dell'anno.

Creato il 11 novembre 2010 da David Incamicia @FuoriOndaBlog
Un'altra Italia esiste: ecco il volontario dell'anno.
Si chiama Alberto Acquistapace, ha 28 anni e dallo scorso febbraio vive e lavora ad Haiti, accanto alla popolazione colpita dal terremoto nel mese di gennaio: è lui il “volontario dell’anno”, vincitore del XVII Premio del volontariato internazionale promosso ogni anno da Focsiv - Volontari nel mondo, in occasione della Giornata mondiale del volontariato delle Nazioni Unite.
Nato a Pavia, cresciuto a Lodi, Alberto è laureato in Scienze e tecnologie per lo sviluppo e il territorio presso l’Università Bicocca di Milano. La sua esperienza nel volontariato internazionale è recente: dopo aver supportato l’ong Mlfm (Movimento per la lotta alla fame nel mondo) per quattro anni a livello territoriale, nel 2009 parte per il Vietnam, destinato al distretto di Phu Vang, per un progetto di sviluppo agricolo e di riassetto delle opere idrauliche. Di ritorno da questa esperienza, Alberto viene a conoscenza del disastro umanitario e ambientale che il terremoto ha causato ad Haiti e subito offre la propria disponibilità. Il 25 febbraio parte. Da allora è impegnato, come referente per il settore tecnico-idrico, nel progetto a Torbeck, vicino Les Cayes, nella zona rurale a sud dell'isola, che a causa del sisma è stata raggiunta da oltre 22.000 persone, con un incremento del 30% della popolazione. Di qui la necessità di intensificare il lavoro intrapreso per cercare di assicurare a tutti l'accesso all'acqua potabile e implementare i servizi igienici, con l’obiettivo di arginare le epidemie, come quella di colera che sta già colpendo il Paese. Alberto è addetto al coordinamento del cantiere, con funzioni di organizzazione, supervisione e gestione del lavoro. “Un giovane brillante, molto concreto e volenteroso - raccontano di lui i colleghi dell’ong - si è da subito distinto per la serietà con cui affrontava gli argomenti e per la disponibilità nel mettersi in gioco, tanto da divenire subito dopo, volontario operativo all’interno dell’organizzazione. Alberto lo conosciamo come persona generosa, ben disposta all’ascolto e all’apprendimento - aggiungono - caratterialmente riservato, ma non chiuso, si è da sempre contraddistinto per la semplicità, la trasparenza e la cordialità nei rapporti umani”. Il Premio è un riconoscimento che la Focsiv dedica a quanti si sono contraddistinti nell’impegno contro ogni forma di povertà ed esclusione e per l’affermazione della dignità e dei diritti di ogni donna e uomo, dimostrando così un impegno costante a favore delle popolazioni del Sud del mondo.  Fonte: www.redattoresociale.it

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Un'altra occasione persa

    Un'altra occasione persa

    Ovviamente premesso che ognuno organizza le sue manifestazione come, quando e dove gli pare, leggendo del torneo di Burraco che si terrà domenica 14 novembre... Leggere il seguito

    Da  Laperonza
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Auguri Italia!

    Auguri Italia!

    Quest'anno si festeggiano i 15o anni dell'unità d'Italia con grandi manifestazioni artistico-culturali, convegni, seminari e dibattiti vari che ci riportano all... Leggere il seguito

    Da  Trinat
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • Alla mano tesa corrisponde un'altra mano

    Quegli occhi sbarrati davanti a me. Di chi erano quegli occhi sbarrati che mi guardavano ma non ammettevano la mia presenza? Quegli occhi sbarrati davanti a... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un'altra performance linguistica del professor Bellieni

    Tre anni fa il professor Carlo Bellieni ci proponeva: “La parola «feto» dovrebbe essere bandita”. “Lo chiamiamo «feto» un minuto prima della nascita e... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • Eccone un'altra

    Eccone un'altra

    E' la Presidente della Provincia di Padova, Barbara Degani (PDL), e ha pensato bene di regalare un piccolo gadget ai bambini del territorio: un bel calendario... Leggere il seguito

    Da  Flyguyit
    SOCIETÀ
  • Povera Italia

    Fermo restando che il caso Ruby possa concludersi in una bolla di sapone (è bene preventivarlo, non sia mai che qualcuno ci resti più male del dovuto) le nuove... Leggere il seguito

    Da  Fabio1983
    SOCIETÀ
  • Italia

    Questo è il Paese. Di che ti stupisci, poi? di Marco Cagnotti Mi aspetto l’obiezione: “Non puoi fare di tutte le erbe un fascio”. No, certo che no. E ancora:... Leggere il seguito

    Da  Stukhtra
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ