Magazine Diario personale

Wheelend IV - Parte 2

Da Motociclistidatavola

Eccoci alla seconda parte del nostro racconto. Il nostro giro per le dolomiti procede fra motociclisti veri e noi ci atteggiamo di conseguenza. Purtroppo una gara ciclistica chiude i 4 passi dalle 8,30 alle 15,30 e siamo costretti ad alcuni diversivi. Giunti ad un blocco con transenne e Vigili, il buon Charley decide di approfittarne e chiedere consiglio su strade alternative. Gli si avvicina un Vigile con baffetti anni 80 molto curati, sui cinquant'anni con sorriso beffardo che gli dice, con accento nordico, “fate pazzo delle Erbe, per me è belizzimo” facendo scivolare lunghissima la zeta.... Charley ringrazia e si allontana, in anni di giri in moto non ho mai visto un Transalp andar via così. Avete presente Svalvolati on the road il poliziotto? Ecco.

Wheelend IV - Parte 2

Barba con scritta MdT

Alle 15,40, quando i passi riaprono, sembra la partenza di una gara, decinaia di moto rombanti che non vedono l'ora di salire Sella e Pordoi come diavoli assatanati. Morale, salita a passo d'uomo, tutti incolonnati e con un numero spropositato di macchine con bici sul tetto che riportano a casa gli eroi del mattino. Fra l'altro 7 ciclisti su 10 guidano un suv immenso. La salita sul Pordoi è un po' più diluita. Nota di colore un fenomeno che saliva con un paio di sci a rotelle. La domanda che è rimasta a tutti noi è: ma quando arriva in cima come cazzo scende? Si butta lungo la strada con gli sci fino a quando le rotelle non diventano incandescenti urlando "il mio Dio saprà salvare almeno la mia anima"? A 20 km da Cortina ci sorprende nuovamente la pioggia, Charley è un po' più avanti di noi, forse è in fuga dal Vigile da ore. Si ferma lungo la strada e comincia a vestirsi. Arriviamo e fermo con lui c'è anche un GS. Ecco, approfitto per chiedere scusa a quest'uomo. Quando siamo arrivati e siamo scesi abbiamo cominciato a vestirci e dimenarci urlando CIMITEROOOOO (Vd post sulla prima parte del Wheelend). Temo si sia spaventato e penso se ne sia andato ancor prima di aver terminato di indossare la tuta antipioggia. Il resto del viaggio è leggenda, voglio approfittarne per ringraziare il Merendero che ci ha raggiunto per la cena e per la partita con la Germania. Cazzo, la partita con gli amici e lontano da casa è notevole. E' finita con noi, i camerieri, il gestore e il pizzaiolo festanti nel silenzio e vuoto di Cortina, col gestore che urla “porta la grappa che brindiamo tutti”. Grazie anche a lui, anche per la storia del tavolo. Un grande ristoratore, sul serio. Ok, ve la racconto. Ci affacciamo in pizzeria e chiediamo un tavolo vista Tv. Ci dicono che se ne libera uno in venti minuti, in tempo per l'inno. Dopo venti minuti ci fanno sedere ma in un psoto lontano dal video. Letto il nostro disappunto recuperano due taovli e li sistemano in mezzo ad altri tavoli. Credo che i taovli li abbiano ruibati al bar di fronte, per capirci.
Wheelend IV - Parte 2
Infine un riepilogo, come sempre. Quasi 1000km, 24 gradi di sbalzo termico, un centinaio di tornanti, almeno ottocento saluti ad altri motociclisti, 7 scooter salutati per sbaglio mentre 5 salutati volontariamente (erano vestiti in modo safety e avevano atteggiamento di chi è lì per godersi strada e km), tre acquazzoni presi, innumerevoli visite in bagno, +2 nel conto complessivo, tante mance lasciate perchè abbiamo mangiato bene e ci hanno trattato bene, una moto all'interno del ristorante in cui abbiamo mangiato a Ortisei, un certo numero di birre bevute, stranamente nessuna foto di noi che pisciamo, 5 nuovi soprannomi, un solo e immenso Merendero (lo cito di nuovo), nessun problema tecnico (grandi le nostre moto), un numero top secret di docce fatte, zero le volte che ci siamo persi...da non credere, grande Charley. Ultima menzione alla barba di Maybe...ma il prossimo anno cosa farai?!?!?!?!? Grazie ragazzi.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tema: Pasticciata Siciliana (I di IV)

    Tema: Pasticciata Siciliana

    Non puoi non andarci non puoi non andarci non puoi non andarci. Marco Fantesca e suo padre, che gli si avvicina sventolando quel suo mantra di negazioni. Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Pasticciata Siciliana (II di IV)

    Tema: Pasticciata Siciliana

    Bicchierata sto cazzo. Quello era un vero e proprio banchetto. Banchetto un po’ alla buona, certo, perchè si stava sempre nel paesello buco di culo di cinquemil... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Pasticciata Siciliana (III di IV)

    Tema: Pasticciata Siciliana (III

    Intanto si rifece vivo lo squallore fatto persona, il trentenne emaciato, alto e magro come un palo in disuso, patetiche stempiature, occhiali spessi e... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Pasticciata Siciliana (IV di IV)

    Tema: Pasticciata Siciliana

    L’avrebbe fatto stasera? Finalmente l’avrebbe fatto? Avrebbe fatto finalmente il salto nel vuoto, ci avrebbe provato con la Grande Strafiga Stupida Tettona che... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Bendito Machine IV

    Ho scoperto per caso il meraviglioso lavoro di Jossie Malis. Vi voglio proporre l'ultimo episodio di una breve saga (4 episodi, di cui l'ultimo è il più lungo)... Leggere il seguito

    Da  Gloutchov
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • Arai SZ-Ram IV "Cafè Racer" 2012

    Arai SZ-Ram "Cafè Racer" 2012

    "Cafè Racer" è il nome dell'ultima grafica che Arai ha diffuso, nel solo Giappone, sul jet SZ-Ram IV, non importato da noi. Considerando l'interesse che riscuot... Leggere il seguito

    Da  Racing Helmets Garage
    LIFESTYLE, MOTORI, PASSIONE MOTORI
  • Arai SZ-Ram IV "Tricolore" 2013

    Arai SZ-Ram "Tricolore" 2013

    La giapponese Arai ha diffuso per il solo mercato interno una nuova grafica del suo jet sportivo SZ-Ram IV, denominata "Tricolore". Leggere il seguito

    Da  Racing Helmets Garage
    LIFESTYLE, MOTORI, PASSIONE MOTORI