Magazine Cucina

gelato alla nutella

Da Tizi @TMarconetti

Fa caldo e siamo agli sgoccioli.. tutti stiamo aspettando le meritate vacanze e quindi coccoliamoci e  concediamoci  un gelato senza uova, cremosissimo e assolutamente godurioso!  il gelato alla nutella sarà apprezzato da tutta la vostra famiglia (grandi e piccoli) !  provate e vedrete che in men che non si dica.. non troverete più nemmeno l’ombra… ! la sua preparazione è davvero semplicissima, andiamo in cucina…

gelato alla nutella 1

  • 500 gr di panna fresca
  • 50 gr. di zucchero semolato
  • 3 cucchiai di latte in polvere scremato
  • 5 gr di neutro *
  • 30 gr. di destrosio **
  • 240 gr di nutella

in una ciotola inserire la panna, lo zucchero, il latte in polvere , il neutro* e il destrosio**.

amalgamare bene con una frusta elettrica  , quindi aggiungere la nutella. rendere il composto liscio e omogeneo.

riporre la ciotola con coperchio in frigorifero e far maturare il composto per 24 ore.

mettere il cestello della gelatiera in frezeer  e lasciarlo refrigerare almeno 24 ore.

inserire il composto ottenuto nella gelatiera e mantecare per 30 minuti.

8261c-gelatonutella2

… ecco fatto il gelato è pronto!!!!!!!!!!!
perfetto per essere gustato immediatamente o se lo dovete consumare in un secondo momento, trasferitelo in un contenitore con coperchio e lasciatelo in freezer fino al momento desiderato…..
noterete che l’aggiunta di destrosio e di neutro, lascerà identica la sua morbidezza ….
buona degustazione!!!!!!!!!!!!

dati tecnici:
*:  neutro:
miscela di addensanti e gelatizzati formulata per conferire ai tuoi gelati una consistenza meravigliosamente cremosa, un gelato identico a quello dei migliori gelatai professionisti.

**: destrosio:

Si tratta di uno monosaccaride (zucchero semplice) ottenuto per scissione (scomposizione enzimatica) degli zuccheri più complessi, come ad esempio l’amido. Modalità d’uso.Viene prevalentemente utilizzato per aumentare la morbidezza e favorire un maggior sviluppo dei prodotti da forno, specialmente quelli preparati con farine a bassa attitudine panificatoria (farro, segale, riso ecc. ecc.).
Siccome queste farine non generano un glutine sufficientemente “ermetico”, utilizzando il destrosio si favorisce una produzione elevatissima di anidride carbonicache compensa la “mancata tenuta” dello stesso.
La percentuale di impiego oscilla tra lo 0,5 e il 3% in relazione alla farina utilizzata nella ricetta.
Il destrosio diluito con acqua può inoltre essere utilizzato perlucidare i prodotti da forno inoltre, essendo un eccezionale anticongelante, si impiega per la preparazione del gelato, delsemifreddo.
Il destrosio si utilizza inoltre per la preparazione delle caramelle, per la cottura dello zucchero e per il torrone.Curiosità. Puoi appurare la capacità di rendere morbidi i prodotti da forno, assaggiando il pancarrè  preconfezionati che trovi al supermercato: ciò che conferisce tale caratteristica è proprio il destrosio !! Puoi infatti verificare come lo stesso compare tra gli ingredienti di quasi tutte le tipologie di pancarrè in commercio. fonte : http://www.tibiona.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines