Magazine Società

La chiesa cattolica contro i Tutsi

Creato il 13 settembre 2012 da Dragor

  Memorial church3

 

____________________________________________________________________

   I preti, si sa, sono ripetitivi. Da secoli fanno e dicono le stesse cose. Sono talmente ripetitivi che il cambiamento di un piccolo particolare, per esempio officiare i loro riti rivolti verso il pubblico invece che verso l’altare, è salutato come una rivoluzione. Ripetono ossessivamente le stesse parole fino a trasformarle in filastrocche dove la cadenza conta più del significato.

   Fra le loro filastrocche preferite c’è l’odio contro i Tutsi. Lo biascicano da anni come un’avemmaria: «ITutsisonoateicomunistibisognaammazzarlitutti, iTutsisonoateicomunistibisognaammazzarlitutti,iTutsisonoateicomunistibisogna ammazzarli tutti ». Dal 1957 è diventato un riflesso condizionato,da quando il re Mutara III ha chiesto all’ONU l’indipendenza del Rwanda e la partenza dei missionari, osando dire: «Non ci sono Tutsi, Hutu e Twa, soltanto Rwandesi.» La reazione dei preti è stata: «NoncisonoRwandesisoltantoTutsiHutueTwa. NoncisonoRwandesisoltantoTutsiHutueTwa.NoncisonoRwandesisoltanto TutsiHutueTwa…”

   Cosi’ la chiesa cattolica ha partecipato attivamente al genocidio, prima istigandolo con “ITutsisonoateicomunistibisognaammazzarlitutti”, poi eseguendolo con “AttiriamoiTutsinelle chieseebruciamolivivi”, poi proteggendo gli assassini con “Guaisevannointribunalecifacciamounafiguradimerda.” Adesso, 18 anni dopo il genocidio, siamo ancora al punto di partenza: “ITutsisonoateicomunistibisognaammazzarlitutti”. La filastrocca è recitata dal vescovo congolese Elizée, chiaramente imbeccato da Roma, ed esce dalle antenne di Radiomaria a Bukavu, covo di missionari frustrati. La causa? Il supposto aiuto del Rwanda al movimento ribelle congolese M23.

   Cretini, qualche volta potreste connettere la bocca al cervello, ammesso che ce lo abbiate. Allora capireste che in Rwanda i « Tutsi » sono in realtà cittadini di ogni etnia. Provate a recitare questa filastrocca: “InRwandanononcisonoTutsimasolocittadini,InRwandaononcisonoTutsimasolo cittadini,InRwandanoncisonoTutsimasolocittadini.” Ma dubito che vi entrerà nella zucca, è troppo dura. Cosí continuerete a ripetere come un disco rotto: «ITutsisonoateicomunistibisognaammazzarlitutti… »

Dragor


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine