Magazine Politica

Monti e la sua Agenda, per l'Italia che verrà

Creato il 24 dicembre 2012 da David Incamicia @FuoriOndaBlog
Monti e la sua Agenda, per l'Italia che verrà E' da mesi che si discute di "Agenda Monti". I sostenitori del premier uscente (mea culpa) se ne sono riempiti la bocca spesso in modo acritico e senza scendere nel particolare, i suoi detrattori hanno invece sempre teso a sminuirne la portata domandandosi dove fosse possibile reperirla. Bene, nella conferenza stampa di fine anno di ieri è stato lo stesso Mario Monti a chiarire di cosa si tratta. Un manifesto per l'Italia dei prossimi anni, ma anche un chiaro messaggio politico indirizzato in primo luogo a quanti fino a oggi ne hanno invocato la discesa... pardon, la salita in campo. Il Professore, in sostanza, si getterà nella mischia solo alle sue condizioni. Non si schiererà con nessuna delle forze già più o meno strutturate ma dovranno essere queste, se ne condivideranno appunto l'agenda, a schierarsi con lui.
E' una rivoluzione metodologica che mira a scardinare il malato bipolarismo italiano, caratterizzato dalla ventennale lotta fra opposti estremismi. E che intende normalizzare il quadro politico e civile all'insegna di nuove parole d'ordine e di un solo sensato discrimine: di qua i riformatori - dei quali lo stesso Monti è disponibile ad assumere la leadership, anche valutando la candidatura a premier - e di là i conservatori di destra e di sinistra. I primi frutti di questa "chiamata alle armi" culturale già si iniziano a vedere, con l'esodo in corso di esponenti di rilievo di Pd e Pdl verso l'ambiziosa prospettiva montiana. Se l'operazione è destinata ad assumere consistenza politica ed elettorale lo diranno però gli avvenimenti delle prossime settimane. Intanto, prendiamo atto che si tratta dell'unica vera novità politica dal 1994 a questa parte.
"Cambiare l'Italia, riformare l'Europa: un'agenda per un impegno comune" (dal sito www.agenda-monti.it)
Cari cittadini
Negli ultimi mesi si è molto parlato di “Agenda Monti”. Non sono stato io a introdurre questo riferimento, ma diverse forze politiche e della società civile che hanno così inteso ispirarsi all’azione del governo, come linea di confine fra le politiche da fare – o da non fare – nei prossimi anni.
Il dibattito che ne è nato è stato incoraggiante. Non solo per il consenso piuttosto ampio che è sembrato emergerne, ma soprattutto perché, per la prima volta dopo tanto tempo, i contenuti e il metodo di governo sono tornati al centro di un dibattito politico altrimenti concentrato quasi esclusivamente su schieramenti e scontri tra personalità.
Incoraggiato da questi segnali, ho lavorato in modo più sistematico. Questo documento allegato, intitolato “Cambiare l’Italia, riformare l’Europa, agenda per un impegno comune” è il frutto di questo lavoro ed è presentato come primo contributo per una riflessione aperta. Questa agenda vuole dare un’indicazione di metodo di governo e di alcuni dei principali temi da affrontare. Non è un programma di lavoro dettagliato e non vuole avere carattere esaustivo.
Invito tutti coloro che siano interessati a leggere il documento, a condividerlo e a commentarlo con spirito critico, portando il loro contributo di idee e di proposte.
Mi auguro che le idee contenute nell’agenda possano contribuire ad orientare le forze politiche nel dibattito elettorale dei prossimi mesi e a suscitare energie nuove presenti nella società civile. Sia io che tutti noi riceviamo appelli numerosi e molto diversi di gruppi, organizzazioni, associazioni e singoli che semplicemente dicono che la gente è molto arrabbiata con il mondo della politica, che talora la disgusta, ma vorrebbe potersi avvicinare ad una politica diversa.
A quelle forze che manifestassero un’adesione convinta e credibile, sarei pronto a dare il mio apprezzamento e incoraggiamento e, se richiesto, una guida. Questo è il modo in cui intendo rapportarmi con la fase politica che si apre adesso. Ho voluto dirlo con trasparenza, e, spero, chiarezza. Questa mia presa di posizione ovviamente non coinvolge nessuno dei ministri che con me hanno collaborato e di cui sono orgoglioso. Essi possono avere idee coincidenti, oppure in parte o in tutto divergenti. Mi è sembrato comunque utile dare all’opinione pubblica il quadro delle riflessioni che nascono dall’esperienza del Governo che ho presieduto.
Mario Monti
Scarica l'agenda per cambiare l'Italia
Guarda la conferenza stampa di fine anno di Mario Monti

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • No monti day.

    monti day.

    Oggi il debito pubblico è al 126% del Pil. Il giorno prima dell'insediamento dei "tecnici" era al 117%!!! Oggi la gente per bene del Paese è stremata... Leggere il seguito

    Da  Freeskipper Italia
    POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Dopo Monti, c'è Monti.

    Dopo Monti, Monti.

    di Pier Ferdinando Casini. Cari amici, in questi giorni l'azione del governo è più evidente che mai: le provincie passano da 86 a 51, comprese 10 aree... Leggere il seguito

    Da  Freeskipper Italia
    POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Italia a pezzi e Bocconi, ma Monti chi l’aveva mai visto?

    Italia pezzi Bocconi, Monti l’aveva visto?

    Anna Lombroso per il SimplicissimusCi rendono edotti, quotidiani e televisioni, che il Presidente del Consiglio si è recato oggi alla Bocconi, in occasione... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Un tal Mario Monti sta assassinando l’economia della tua Italia per favorire i...

    Mario Monti assassinando l’economia della Italia favorire suoi patròn ideologici

    Perché Monti è un criminale, spiegato a tua figlia. di Paolo Barnard - 14 Novembre 2012 Cara ragazza, l’economia è tutto, perché è il motore che fa andare... Leggere il seguito

    Da  Tuttouno
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Monti e il centrodestra

    Monti può fare adesso tre cose: Non candidarsi, aspettare gli eventi e fare la riserva della repubblica. Questa scelta obbedirebbe alla sua più vera natura. Leggere il seguito

    Da  Zamax
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ
  • Lo stile Monti

    Il governo Monti è stato definito – e la definizione è nata ancor prima della cosa, come a dire che si sapeva ciò che serviva – “governo di responsabilità” o,... Leggere il seguito

    Da  Faustodesiderio
    ATTUALITÀ, OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ
  • Monti e pascoli

    Ormai è certo: nei prossimi giorni Mario Monti scenderà in campo.Oddio, con quel cognome, la metafora calcistica della Mummia VI non gli riesce bene. Essa... Leggere il seguito

    Da  Ilpescatorediperle
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ